Francesca Demirgian

Opinioni

Francesca Demirgian

Giornalista/Web Editor Today e RomaToday RomaToday

Mangiare una pizza all'aperto in città: 10 indirizzi (+ 1) consigliati da RomaToday

La felicità di tornare a mangiare in pizzeria, in famiglia o con gli amici, comodamente seduti all'aperto. Ecco 10 indirizzi da segnare

Una delle pizze di Pizzeria IQuintili

Il piacere di mangiare una buona pizza all'aperto, tra i vicoli del centro o in spazi ampi e verdi alla periferia di Roma. Quella piccola evasione che tutti i romani desiderano dopo il lungo periodo di chiusura.

Una pizza e una birra all'aperto, in terrazza, in giardino, in veranda, su una pedana allestita tra i palazzi. In fondo basta poco per essere felici. Ecco allora 10 indirizzi con tavoli all'aperto, per mangiare un'ottima pizza (romana o napoletana) a Roma:

Pizzeria IQuintili (Tor Bella Monaca e Furio Camillo)

Due sedi. La prima a Tor Bella Monaca, in via San Biagio Platani 320, con un ampio spazio all'aperto. La seconda in via Eurialo (zona Furio Camillo) con un delizioso dehors con tavoli ben distanziati, molto di passaggio. Sono i due indirizzi da segnare in agenda se si vuole assaggiare la pizza di Marco Quintili, rinomata per il suo cornicione gonfio e alveolato, per i prodotti di prima qualità scelti meticolosamente dal pizzaiolo e per la varietà di pizze cotte al forno a legna, come la Sutrinella (con pomodoro cesarino, bufala affumicata, salsiccia di maialino nero casertano, tarallo napoletano, formaggio in foglie di castagno di Beppino Occelli e pepe-Cuvèe), la Casertana (provola di Agerola, patate viola e gialle cotte alla brace, salsiccia di maialino nero casertano, pepe-Cuvèe, crema di pecorino, basilico e papaccella napoletana) o una classica Margherita per non sbagliare mai. Un consiglio: tenete un posticino per le frittatine di Marco Quintili e per i soffietti alla crema di pistacchio: uno tira l'altro.  

Tac - Thin and Cruncy (Ostia)

Fermi tutti: la pizza di Pier Daniele Seu è arrivata al mare, precisamente presso lo stabilimento Il Capanno di Ostia. Tenete a mente questo nome: "Tac" che sta per "Thin and Cruncy". Il nuovo format di Seu Pizza Illuminati incentrato sulla pizza romana cotta al forno a legna. E' possibile mangiare sulla spiaggia la tonda fina e scrocchiarella, con i tipici topping gustosi, divertenti e colorati che in questi anni hanno caratterizzato la proposta della pizzeria con base a Porta Portese.

Pezzella (Statuario)

Ci sportiamo in zona Capannelle-Statuario per fare un salto da Pezzella (via Appia Nuova, 1095), indirizzo che gli amanti della pizza napoletana non potranno lasciarsi scappare. Pizze classiche (Margherita, Marinara, Napoletana), pizze speciali (come la Martucci con vellutata di friarielli, salsiccia e provola di Agerola o la "Don Angelo" con mozzarella di bufala, pomodorini del Piennolo, culatello di zibello e stracciatella di bufala) pizze fritte e il classico cuoppo napoletano, qui servito al piatto. Da Pezzella si mangia nel grande patio allestito all'aperto, piacevole, intimo, curato, pur a due passi da via Appia.

Straforno (San Basilio)

Ampio spazio all'aperto, focacce semplici e ripiene e pizze cotte alla brace. Straforno è un indirizzo che gli amanti della pizza devono assolutamente conoscere. Siamo in via del Casale di San Basilio 19, in una pizzeria di periferia che nel tempo si è fatta conoscere in tutta Roma. Che ha lavorato tanto con il delivery in tempi di chiusura totale e che ora accoglie i romani in una grande e ben attrezzata veranda aperta ai lati (ma riparata in caso di maltempo). Vi suggeriamo di provare la Focaccia e Mortazza, la Focaccia Graziella special se amate le melanzane, la ripiena "Come piace ad Alessio e Matteo", con fesa di tacchino arrosto, formaggio dolce filante e scamorza affumicata (che è anche la preferita dei proprietari e quindi è da provare) e almeno una pizza alla brace (la Margherita o la Stra-Margherita ad esempio). I fritti migliori? Stra-olive e pizzottelle. I dolci da non perdere secondo noi? Le bombette e lo Stra-tiramisù.

Stazione Mole (Marino)

Se volete proprio evadere dal caos della città, direzione Castelli Romani, Stazione Mole è il nome da ricordare. Un ristorante con ampio giardino, ideale anche per un pranzo o una cena con i bambini, dove la pizza è buona e vale il viaggio. Un ricco menù di bianche, rosse, focacce, ripiene e calzoni per soddisfare i gusti classici e anche quelli più creativi. Da provare, tra le tante, La Mole “Gricia”(Fior di latte, Pecorino Romano DOP e guanciale), la Marinara croccante (Salsa di pomodoro, aglio nero e crumble di pane all’origano) e il Calzone romano (Fior di latte, salsa di pomodoro, prosciutto cotto e uovo sodo).

Rigatoni (Tuscolana)

Pinsa romana, non pizza, attenzione. Una variante buona, sottile, croccante ed invitante che ai romani (e non solo) spesso fa gola. Se siete alla ricerca di una buona pinsa, vi suggeriamo quella di Rigatoni, ristorante-pizzeria in zona Don Bosco-Tuscolana (Via Publio Valerio 17). Dalle classiche Pinsa Margherita, Pinsa Marinara, Pinsa Amatriciana alle più particolari Pinsa Special (fiordilatte, salmone, tartufo e fiori di zucca) e Pinsa Friariella (friarielli, salsiccia, fiordilatte e provola affumicata) la scelta è variegata.

Spiazzo (Ostiense)

Nel cuore del quartiere Ostiense (via Antonio Pacinotti, 83), Spiazzo è un punto di riferimento per chi ama la pizza in tutte le sue sfaccettature. Qui puoi trovare in menù le pizze classiche o le pizze nel ruoto, cavallo di battaglia della pizzeria sin dalla sua apertura nel 2016. Da Spiazzo si mangia in un bel dehors situato in un'area privata e completamente pedonale. Nel fine settimana, inoltre, Spiazzo propone il Mid Weekend Lunch, un menù speciale che alla pizza lega anche altri piatti come la Picanha di razza piemontese affumicata alla quercia, all'ottimo Cheeseburger di Black Angus con Bun ai semi homemade fino agli sfizi, ai fritti e ai ruoti in tante nuove varianti.

Piccolo Buco (Centro Storico)

Voglia di mangiare una buona pizza proprio nel cuore di Roma. Per fuggire le "sole" turistiche e gustare una pizza di qualità, con ingredienti attentamente selezionati, a due passi da Fontana di Trevi, vi suggeriamo Piccolo Buco, pizzeria con cucina in via del Lavatore 91. Qui la pizza è spianata a mano e fatta lievitare per 48 ore. L'impasto è realizzato a regola d'arte e si usano solo materie prime selezionate, di stagione, con un’attenzione particolare per presidi slow food e eccellenze regionali. A caratterizzare la pizza di Piccolo Buco, oltre alla location centrale, tra i vicoletti della nostra meravigliosa città, è l'impasto soffice ma croccante allo stesso tempo e un menù di focacce, rosse, bianche e persino pizze gialle. 

A Rota (Tor Pignattara)

Eccoci di nuovo in periferia, in quel di Tor Pignattara (via di Tor Pignattara 190), da A Rota. Un nome una garanzia, sì, perché qui, puoi starne certo, si va "a rota" de pizza, ma di quella romana, stesa al mattarello. La tradizionale pizza bassa e scrocchiarella come la romanità comanda. Tavoli all'aperto e pizze super creative, in continuo cambiamento, con ingredienti stagionali, frutto della maestria e della fantasia di Sami El Sabawy.

Frontoni (San Giovanni)

Una buona pizza in terrazza, magari a pranzo. Non male. E' la proposta della Pizzeria Frontoni, in zona San Giovanni. Su una grande terrazza di 1500 mq, dotata di un panorama mozzafiato in via Assisi, si possono riassaporare nel fine settimana i classici della tradizione romana, come la Napoli fatta con Alici di Sciacca, o l’Amatriciana, servita anche in versione Vegana. Scelta di campo importante da parte di Pizzeria Frontoni, che apre Roma al mondo del cruelty free, ovvero al cibo prodotto senza sofferenza e di cui sono un netto esempio anche gli antipasti, tutti realizzati nello stesso metodo. Si può iniziare con un Supplì o con gli speciali Supplì Bangla-Tiger, oppure con le Chips con Salsa Estiva a base di erba cipollina, ottime anche per un aperitivo pomeridiano, a cui si aggiungono le Schiacciatine ai Funghi e Patate.

180 grammi pizzeria (prossima apertura a Villa Gordiani)

Perché 10 più 1? Perché un'interessante pizzeria all'aperto sta per aprire in zona Centocelle (precisamente a Villa Gordiani). E' la nuova 180 grammi pizzeria romana. Un nome che a Roma è più che noto, ma che inaugurerà l'estate con una bella novità. Mentre la storica sede in via Tor de Schiavi diventerà esclusivamente pizzeria per asporto e delivery, in via Genazzano (all'entrata di Villa Gordiani) aprirà un nuovo locale: sarà una pizzeria spaziosa con tanti tavoli all'interno e un ampio spazio esterno, per pranzare o cenare all'aperto, nel verde della villa. Una prossima apertura da segnare. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

Mangiare una pizza all'aperto in città: 10 indirizzi (+ 1) consigliati da RomaToday

RomaToday è in caricamento