Il miglior pane d'Italia: il Gambero Rosso premia due forni di Roma con il massimo dei voti

Gambero Rosso ha presentato la prima guida dedicata ai maestri del pane, premiando con i "Tre Pani" 36 panifici di tutto lo Stivale. Ci sono anche Roscioli e Bonci

Foto da Facebook @anticofornoroscioli

Dopo aver premiato diverse gelaterie romane nella guida "Gelaterie d'Italia 2019", il Gambero Rosso ha dedicato studi e assaggi al variegato e affascinante mondo del pane in tutta Italia. Da pochi giorni, infatti, è stata presentata la prima guida dedicata all'arte del panificare. "Pane & Panettieri d'Italia", questo il titolo dato al volume che è riuscito a racchiudere tutto il meglio del pane e dei suoi artigiani.

Pane & Panettieri d'Italia, la guida

Una guida nuova, che vuole sottolineare l'importanza di un'arte (e dei suoi artigiani) che, da anni ormai, fa i conti con la crisi economica, con la chiusura di tante (troppe!) serrande, ma che non si arrende. Una realtà che continua a combattere, che una rivoluzione sta provando a farla, puntando sulla qualità delle materie prime, sulla lavorazione a regola d'arte, sulla tradizione, sul consumo consapevole.

Sono 350 gli indirizzi sparsi in tutta Italia, da Nord a Sud, Isole comprese, degne di 1,2 o 3 pani secondo il Gambero Rosso. Sono stati scelti secondo diversi criteri di valutazione: il prodotto finito, la sua acidità, la cottura spinta al limite del bruciato e la composizione delle farine. A contare nelle pagelle finali, sono stati anche la continuità e la tradizione, la pulizia e l'aspetto del locale.

I panifici di Roma premiati con i "Tre Pani"

E anche Roma brilla nel cielo dei migliori pani d'Italia secondo il Gambero Rosso. Ben due i panifici ad aggiudicarsi i "Tre Pani", il punteggio massimo. Sono  Antico Forno Roscioli e Panificio Bonci. Due nomi più che noti a tutti i romani.

Il primo rappresenta la tradizione, la storia del pane a Roma, una famiglia di panettieri, la famiglia Roscioli. Il primo forno in via dei Chiavari è un'insegna storica nella Capitale, riconoscibile da tutti, anziani e bambini, simbolo per eccellenza del pane buono (con la B maiuscola).

Il secondo rappresenta la rivoluzione del pane a Roma. Una modalità diversa di portare il pane di qualità nelle case dei romani: la veracità di Bonci è il suo biglietto da visita. Un omone, un gigante "buono come il pane" che del pane e della pizza ha fatto la sua vita. La sua missione, sin dall'apertura della prima pizzeria a taglio a Roma, è stata quella di  "Far tornare alla gente il gusto di mangiare buono e consapevole" ed è proprio questo che il Gambero Rosso ha deciso di premiare.

Per ora i panifici romani (e laziali) ad aggiudicarsi 3 Pani nella guida "Pani & Panettieri d'Italia" del Gambero Rosso sono solamente due, ma ce ne sono anche altri che hanno tutte le carte in regola per potercela fare nelle prossime edizioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • O' Principe di Tor Bella Monaca, spaccio h24 e vita in stile Gomorra: così la palazzina è diventata il suo fortino

  • Tor Bella Monaca, stroncata la piazza di spaccio del Principe: fruttava 200mila euro al mese

  • Sciopero Roma Tpl, lunedì 18 novembre a rischio i bus in periferie: orari e fasce di garanzia

  • Spari a corso Francia: ladri di Rolex si schiantano contro auto della polizia dopo inseguimento

  • Pizza Awards Italia 2019, Roma stupisce: ecco le migliori pizze della Capitale (e del Lazio)

  • Sushi "all you can eat" a Roma: 10 ristoranti giapponesi da provare

Torna su
RomaToday è in caricamento