De Magna e beve

I 5 migliori panettoni artigianali a Roma

Da quello classico a quello guarnito con granella di pistacchio o farcito con pere e cioccolato, ecco gli indirizzi dei forni e delle pasticcerie dove acquistare il migliore panettone

Panettone o pandoro? Pandoro o panettone? È questo il vero dilemma amletico che da decenni attanaglia migliaia di persone. Uvetta sì, canditi no; con il mascarpone e il cioccolato fuso; farcito con crema e panna; semplice con lo zucchero a velo; e chi più ne ha più ne metta (di ingredienti, si intenda). 
Qualunque sapore o aspetto abbia il re dei dolci natalizi, tuttavia, non importa: ciò che conta è che non manchi mai sulle nostre tavole durante le festività, per non rischiare di rappresentare un affronto troppo grave in grado di spaccare persino le famiglie più unite.

A Roma sono in molti i maestri dell’arte del panettone che, di anno in anno, si cimentano nella preparazione di questo dolce. Dalla crosta ben bilanciata e con colore dorato scuro, all’alveolatura ampia con una tonalità di giallo intenso della porzione interna, senza trascurare il profumo di scorza d’arancia e la morbidezza di ciascuna fetta a contatto con il palato, nessun dettaglio di questi può essere tralasciato se si desidera ottenere un dolce perfetto.

Per aiutarvi nella scelta, ecco la nostra guida alla selezione dei migliori panettoni confezionati nella Capitale.

santacroce-3

De Santis Santa Croce (via di Santa Croce in Gerusalemme, 18)

Da oltre un secolo tempio dell’artigianalità, in cui trovare prodotti realizzati con ricette vecchie di generazioni, De Santis Santa Croce presidia il rione Esquilino con un locale storico che fa da polo d’attrazione per tutti gli appassionati della migliore pasticceria e produzione salata, dalla colazione all’aperitivo, grazie ai suoi mignon, alle sue torte e alle sue pizze. All’avvicinarsi delle festività, questo spazio si trasforma nella culla del pandoro e del panettone rigorosamente fatti a mano. Lasciati lievitare per almeno 38 ore, come da ricetta tradizionale, con lievitazione naturale, qui l’impasto viene lavorato continuamente per sei ore, così da raggiungere il giusto livello di morbidezza e sofficità. I panettoni di De Santis vengono preparati in diverse varianti che strizzano l’occhio anche alle differenti esigenze alimentari: troviamo il panettone integrale e ai 5 cereali, quello ai frutti rossi, il panettone cioccolato e pera e quello con cioccolato fondente e scorze di arancia condita. E al loro cospetto sarà impossibile non inchinarsi. 

said-2-2

Said (via Tiburtina, 135)

Antica fabbrica di cioccolato, dove il cacao viene lavorato in decine di forme, colori e gusti, Said, nel periodo natalizio, utilizza i suoi laboratori per confezionare gustosi e irresistibili panettoni artigianali dal sapore inconfondibile. Preparato con un impasto fatto di farina di grano tenero, lievito madre naturale, burro, zucchero, uova fresche, frutta secca e candita, e uvetta sultanina, il re dei dolci natalizi qui viene poi guarnito con una copertura a scelta tra cioccolato al latte e granella di nocciole, cioccolato fondente e granella di pistacchio oppure cioccolato bianco e mandorle sfilettate, per un peccato di gola direttamente proporzionale all’apporto di chilocalorie a cui si intende cedere. L’odore sprigionato dalle creazioni di Said è intenso ma senza essere pungente e al palato risulta soffice, non apparendo gommoso. Chocolate bar dall’offerta gastronomica ampia e golosa, con i suoi panettoni Said riesce egregiamente nell’obiettivo di rappresentare il regno dei dolci.

natalizi-2

Natalizi dal 1921 (via Po, 124-126)

Per chi ha bisogno di coccolarsi ed è alla ricerca di una conferma, Natalizi è il luogo giusto in cui non piegarsi alle velleità della pasticceria moderna ma riabbracciare la vera tradizione dolciaria italiana. Storica pasticceria che ha saputo mantenere negli anni alta la qualità, Natalizi, che già solo per il nome dovrebbe in questo periodo dell’anno rappresentare una garanzia, produce dolci panettoni preparati con ingredienti freschi e selezionati. Dall’aspetto invitante, con un colore giallo intenso e un’alveolatura – ovvero la porosità della pasta che si sviluppa durante la fermentazione a causa dell’anidride carbonica - grande e disomogenea, il re dei dolci natalizi di questo laboratorio dolciario è ricco di profumi che invitano ad assaporarlo. Con il panettone di Natalizi ci si concede un primo regalo di Natale del 2017, da leccarsi i baffi.

roscioli-2

Antico Forno Roscioli (Via dei Giubbonari, 21-22)

Storico forno della Capitale, meta prediletta per gli appassionati del buon pane e della pizza fragrante, l’Antico Forno Roscioli continua di anno in anno a conquistare la sua clientela sotto le festività grazie ai suoi dolci panettoni. Lasciati lievitare naturalmente a temperatura ambiente per circa 24 ore, senza l’aggiunta di alcun aroma, si presentano soffici e con una crosta ben compatta dal colore uniforme, deciso ma non bruciacchiato. I panettoni firmati dall’Antico Forno Roscioli presentano ricette differenti: c’è quello classico, quello con uvetta al moscato D’Asti, il panettone ai frutti di bosco, quello con fragoline e cioccolato bianco e il panettone con pere e cioccolato Valrhna. Gli ingredienti scelti sono di prima qualità, dalle uova al burro, e una volta dato il primo morso, la consistenza al palato sarà così morbida da risultare indimenticabile. 

nerovaniglia-2

Nero Vaniglia (Circonvallazione Ostiense, 201)

Reduce dalla kermesse italiana tenutasi a Napoli dedicata al principale dolce natalizio, Re Panettone, Nero Vaniglia rappresenta da alcuni anni la pasticceria di riferimento per i residenti nel quartiere Ostiense, soprattutto quando si tratta di scegliere i dolci per il Natale. Con il suo panettone a doppia lievitazione, con un primo impasto serale della durate di 12 ore alla temperatura di 28 gradi, e un secondo impasto mattutino che lievita dalle 6 alle 8 ore, il re dei dolci natalizi firmato da Giorgia Grillo è unanimemente considerato una vera gioia per le papille gustative. Preparato senza l’uso di emulsionanti, conservanti o aromi chimici, privo di qualunque ingrediente che possa prolungarne artificialmente la conservazione, questo panettone viene proposto in diversi gusti, da quello classica con uvetta e arancia, a quello pera e cioccolato o con castagna e mandarino, passando per una versione esclusiva con orzo tostato, cioccolato fondente, canditi al limone e fave di Tonk, nonché una ricetta creativa con pere e pecorino, per un esplosione di gusto a cui sarà impossibile resistere
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I 5 migliori panettoni artigianali a Roma

RomaToday è in caricamento