rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
De Magna e beve

I 10 migliori cocktail bar di Roma

Dagli speakeasy ai concept tematici, ecco i 10 migliori cocktail bar dove la gastronomia liquida sposa la chimica

Basta drink annacquati, cocktail list inflazionate, liquori da supermercato. L’innovazione culinaria non è più confinata alla sola cucina, ma ha investito l’intero bancone bar e la cultura della miscelazione sta diventando sempre più di dominio comune, grazie ad una schiera di esperti barman, maestri della mixologia, pronti a diffondere la loro arte, ad assomigliare sempre più a degli chef e a trascinare anche il nostro Paese nel futuro. L’arte culinaria ha ormai sposato la chimica, come dimostrano la gastronomia molecolare e la sferificazione, e i barman si sono trasformati in alchimisti, ogni giorno a lavoro con spezie, aromi ed essenze profumate che fanno sempre più sembrare i cocktail delle pozioni, seppur presentate in maniera del tutto scenografica. Non solo Milano, ma anche Roma è ormai pioniera di questa trasformazione e in un panorama così ampio e articolato, diviene utile selezionare i migliori cocktail bar che ha da offrire la Capitale, dove i drink sono più che un semplice mix di liquori, ma rappresentano un intreccio di storia e passione che dà vita ad un’esperienza unica.

10. La punta Expendio de Agave - Trastevere

Locale dal respiro internazionale, presenta un concept tematico che ruota attorno alla distillazione dell’agave. Con una bottigliera imponente e stuzzicante, composta da soli mezcal e tequila, la Punta Expendio de Agave osanna due dei liquori più rappresentativi della cultura messicana, impegnandosi a presentarne tutte le sfumature di sapore, frutto della diversa composizione del terreno di provenienza, dei differenti processi di cottura e del numero di anni di maturazione dell’agave. In questo cocktail bar, noto anche per la sua cucina e la particolarità dei suoi piatti, si possono assaporare riproduzioni fedeli dei sapori messicani come il Batanga, composto da tequila, limone e coca cola, e il Tiki Margarita, con tequila, limone e sciroppo di falernum, ma anche creazioni più estrose come la Mala Educazione, il cocktail a base di mezcal, limone, miele di agave, rabarbaro, chiara d’uovo e arancia rossa. Ogni bicchiere è un piccolo capolavoro di gusto e originalità: con la Punta Expedio de Agave, lasciate a casa il passaporto, perché raggiungere il Messico non è mai stato così semplice.

9. Co.So Cocktail & Social - Pigneto

Eclettico, fuori dagli schemi, ambiente surreale e conviviale: queste sono le caratterisitche che contraddistinguono Co.So., uno dei migliori cocktail bar della Capitale in cui la ricerca, la contaminazione fra drink e food sono all'ordine del giorno. Un ambiente in cui sentirsi a casa, abbassare le proprie barriere, chiaccherare e conoscere nuova gente lasciandosi guidare dall'estro di Giulia Castellucci e Riccardo Bucci, bar manager e chef che vi aiuteranno a raggiungere l'estasi gustativo. Da Co.So vi aspettano drink creativi e miscelati con sapienza, motivo per la quale potrete sperimentare in tranquillità. Da provare il Carbonara Sour. 

co.so-2

Foto Facebook @Co.So Cocktail & Social

8. Bootleg - Nomentana

Locale vintage rifinito e dalle piccole dimensioni, Bootleg, il cui nome è un richiamo all’era del proibizionismo statunitense, dove con questo termine ci si riferiva dapprima alla gamba dello stivale e successivamente, a fronte del suo impiego come nascondiglio per l’alcol, alla merce di contrabbando, è uno spazio in cui godere di miscelazioni di alto livello, in cui l’unico elemento illegale è la sola eventualità di non conoscerlo. Perla preziosa per il quartiere Monte Sacro, periodicamente rinnova il suo menù seguendo la stagionalità degli ingredienti, favorendo una perfetta alchimia tra i vari elementi. I cocktail targati Bootleg non puntano solo ad appagare il palato, ma anche a riscaldare il cuore, provando a rievocare sapori associati al nostro passato e ai ricordi di particolari momenti. Da Bootleg emozione e razionalità viaggiano nella stessa direzione: ecco perché questo locale  è la scelta perfetta per coloro che, almeno una volta nella vita, desiderano scoprire cosa si prova quando cuore e mente vanno d’accordo. 

Bootleg-2

Foto Facebook @Bootleg

7. Marco Martini Restaurant Cocktail Bar - San Saba

Il Marco Martini cocktail bar è il luogo ideale per un aperitivo o una cena fuori dall’ordinario. Primo nella Capitale ad aver puntato sulla sinergia tra cucina gourmet e mixology d’autore, permette di gustare la cucina dello chef Marco Martini accompagnata da cocktail pensati su misura per ogni piatto, nella splendida cornice di una terrazza dalle atmosfere liberty. Ricerca di ingredienti mai scontati, tanta esperienza e voglia di sperimentare: questa è la formula magica dei loro drink. Ognuno è un piccolo viaggio verso mete lontane. 

Marco Martini Restaurant Cocktail Bar-2

Foto Facebook @Marco Martini Restaurant Cocktail Bar

6. Metropolita - Flaminio

Con lo spirito di accogliere gli ospiti come veri cittadini delle metropoli, come suggerisce l’etimologia laica dell’insegna, la sua forte componente di mixology, valorizzata da Giovanni Badolato, bar manager under 30, si è misurata con una delle sfide più grandi per un locale considerato il tempio del bere bene: far convivere ancora di più l’intrinseca anima serale con una cucina di gusto e tradizione per avvicinarsi alle esigenze di una città sempre in movimento. A rendere unica la lista dei drink, sempre abbinati alle tapas espresse, la voce dei Signature che contiene una decina di nomi tra cui Mc Truffle base whisky impreziosito dal tartufo, dal sapore forte e persistente, Sweet Dreams base rum, un gusto sour insolito, 5PM base gin miscelato all’english breakfast tea, dal sapore aspro e profumato. Sfogliando ancora la carta dei cocktail ci si può imbattere nei Revival, intramontabili rivisitati, e ancora i Classici per chi non sa rinunciare a un Americano o a un Martini cocktail a regola d’arte. 

metropolita-3

Foto Facebook @Metropolita

5. Jerry Thomas Speakeasy - Castel Sant'Angelo

Il Jerry Thomas Speakeasy nasce nel 2010, con l'intenzione di fondare un piccolo club nel cuore di Roma in cui colleghi, curiosi e rappresentanti del settore potessero incontrarsi e condividere le proprie competenze e conoscenze. Il primo "secret bar" in Italia che dopo quasi dieci anni anni è ancora un punto di riferimento per la miscelazione in Italia che non smette mai di sperimentare con l'entusiasmo dell'inizio. 

jerry thomas-2

Foto Facebook @Jerry Thomas Speakeasy

4. Argot - Prati e Campo de Fiori

Una forte simbiosi tra cucina e bancone. A prati e Campo de Fiori, Argot che si esprime appieno nel Cocktail Pairing: l’abbinamento tra cibo e miscelati. Una proposta non sempre capita in Italia, ma che è piuttosto apprezzata all’estero. Sono pochissimi infatti i locali, soprattutto a Roma, dedicati a questo tipo di abbinamenti eccetto alcuni ristoranti stellati e di Hotel di lusso. Una sfida anche culturale quindi, vista la forte vocazione enologica del nostro paese. Speakeasy d’altri tempi, dove musica, divertimento e gusto si fondono in una formula vincente a cui è impossibile resistere, Argot rappresenta La Mecca degli amanti della mixology. I barman, inoltre, grazie alla loro professionalità e al sorriso sempre in tasca, aggiungono ad ogni cocktail quell’ingrediente segreto in più che riesce a rendere qualunque drink speciale. In un irresistibile gioco di ombre, con luci soffuse e lampade antiche, Argot rappresenta il luogo ideale per regalarsi una serata non convenzionale assaporando il gusto della qualità.

argot - prati-2

Foto Facebook @Argot

3. Freni e Frizioni - Trastevere

Uno Street Cocktail Bar nato nel 2005 dove c'era un'ex officina meccanica. Nasce così Freni e Frizioni, con l'intenzione di portare a Roma il rito dell'aperitivo tradizionalmente consumato nelle regioni del nord Italia. Nel tempo, rimanendo fedele al concetto di street bar, ha sviluppato un'offerta sempre più articolata grazie alla ricerca costante di prodotti e ospitalità, musica, arte e design.

freni e frizioni-2

Foto Facebook @Freniefrizioni

2. Drink Kong - Monti 

Drink Kong è il primo progetto solista di uno dei migliori barman di Roma, l'italo/irlandese Patrick Pistolesi. Un ambiente fatto di neon che si fonde con uno stile inconfondibilmente giapponese. Moderno, accogliente e colorato, questo bar è una miscela delle sfaccettature e delle esperienze del suo proprietario. Il risultato è uno spazio perfetto per un aperitivo o per un'esperienza di bevute con gli amici fino a tarda notte. Il menu dei cocktail, elegante e minimalista, è fatto di drink contemporanei e di grandi classici. L'ultima drink list, New Humans, si adatta perfettamente alla situazione in cui ci troviamo oggi nel mondo del bar.

drink kong-2

Foto Facebook @Drink Kong

1. The Court - Colosseo

The Court è l'esclusivo cocktail bar di Palazzo Manfredi con meravigliosa vista Colosseo, aperto da luglio 2019. Dietro l'inconfondibile bancone di marmo lungo 7,5 metri c'è Matteo Zed, bartender di fama internazionale che proprio nel 2019 ha consacrato il suo successo con l'uscita della pubblicazione “Il grande libro dell'Amaro Italiano”, un appassionante itinerario made in Italy che ha riprodotto anche nella nuova drink list di The Court. Una location dalla raffinata eleganza e dall'atmosfera magica. Un luogo in cui sorseggiare cocktail d'autore della nuova drink list e godere di una delle viste piu? esclusive al mondo, l'Anfiteatro Flavio. Oltre alle classiche sedute che assicurano privacy e intimita?, c'e? la proposta al bancone da cui si può ordinare e osservare ogni passaggio della preparazione del proprio cocktail.

the court-2

Foto Facebook @TheCourt

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I 10 migliori cocktail bar di Roma

RomaToday è in caricamento