rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
De Magna e beve

Li somari, la nuova trattoria "fori porta" ha uno chef stellato

#nuoveaperture | Nel centro di Tivoli, la trattoria coniuga tradizione e innovazione. In cucina c'è lo chef pluristellato Adriano Baldassarre

Li Somari è la nuovissima apertura ristorativa di Tivoli. Si tratta di una trattoria che lega tradizione e innovazione, con l’obiettivo di preservare al meglio la cultura del territorio laziale e al contempo valorizzarla grazie alla proposta innovativa dello chef pluristellato Adriano Baldassarre.

Il progetto nasce da un'idea di Andrea La Caita (socio e fondatore di Acquolina – Acquaroof Terrazza Molinari, Velo, Alto e Regina Elena di Pescara) che, in seguito all’esperienza con il suo ristorante Vesta a Tivoli (unico ristorante nella storia locale ad aver ottenuto Una Stella Michelin nel 2009), ha deciso di rimettersi in gioco con l’obiettivo di valorizzare nuovamente la cucina locale e la città di Tivoli.

La proposta de Li Somari

Li somari propone una cucina prevalentemente laziale, seppur rivisitata in chiave innovativa: un racconto dei tanti territori che nel corso della storia l’hanno resa culla di differenti culture gastronomiche (maremmane, abruzzesi, campane, ebraiche e romane). Una proposta nuova, dunque, per chi dalla città vuole sperimentare una cucina regionale autentica e al contempo ricca di innovazione e stili culinari che si incontrano alla perfezione. 

Situata nel cuore di Tivoli, nella parte superiore del locale al suo posto, in passato, si trovava la storica insegna di “Alfredo alla scaletta” prima e “La Belle Epoque” dopo. Nella parte inferiore invece, in una delle stalle più antiche della città, c’erano “li somari”, in dialetto Tiburtino. Da qui la scelta di preservare la storicità del locale scegliendo un nome che ne rifletta a pieno la tradizione legata all’uso originario della struttura ma che richiami anche la rinomata cocciutaggine di questi animali, forza motrice del progetto di Andrea La Caita. Il ritorno al paese, Tivoli, per scommettere di nuovo e caparbiamente su un progetto lontano dal successo garantito della città.

Executive Chef de Li Somari è Adriano Baldassarre, appunto, chef pluristellato, che conosce molto bene la cucina laziale grazie alle sue origini Laziali di Zagarolo. La sua proposta ha un focus ben preciso fatto di studio e rielaborazione del territorio in grado di esaltarne sapori e profumi.

“La nostra è una cucina giornaliera, pensata quotidianamente per garantire la freschezza delle materie prime portate in tavola così da garantirne la qualità. Un concetto di cucina fortemente incentrato sul rispetto del prodotto grazie alla scelta stagionale e legata all’utilizzo della totalità del prodotto, servendolo in più lavorazioni così da evitare sprechi”, ha spiegato l’Executive Chef Adriano Baldassarre.

Tra i piatti di Baldassarre spiccano Cacio di capra di Vicovaro con miele millefiori, Cacio sulla piastra, Gnocco di patate ripieno di pollo alla cacciatora, Raviolo ripieno di coda alla vaccinara Polpetta di coda alla vaccinara e Treccia di pajata di vitella. Patata di Avezzano in due cotture (alla cenere e fritta) e il Cappuccino di baccalà in versione tiburtina. In carta, inoltre, sarà sempre disponibile un piatto come omaggio allo Chef di Acquolina, Alessandro Narducci, scomparso prematuramente. Presenti anche tre menu degustazione e un percorso speciale che vuole rispecchiare in tutto e per tutto la cifra stilistica dello chef. 

Il locale è interamente realizzato con materiale di recupero: pavimenti, tavoli, sedie e addirittura posate e bicchieri in argento, alcune delle quali realizzate dall’artigiano Gianni Lopez ideatore dell’insegna de Li Somari che accoglie i clienti all’entrata della struttura.

Il progetto coinvolgerà anche importanti chef stellati come Alessandro Ferracci, figlio di Anna Dente (cuoca riconosciuta come l'ambasciatrice della cucina romana nel mondo), Daniele Lippi e Davide Pezzuto: l'idea è di far realizzare ad ognuno di loro un piatto da mettere in carta e che omaggi la cucina tradizionale del territorio in stile Li Somari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Li somari, la nuova trattoria "fori porta" ha uno chef stellato

RomaToday è in caricamento