menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lasagna in tubetto di Valerio Braschi. Foto dalla pagina Facebook di @ristorante1978

Lasagna in tubetto di Valerio Braschi. Foto dalla pagina Facebook di @ristorante1978

La lasagna diventa un "tubetto di dentifricio": l'idea estrema dello chef che vinse Masterchef

E' Valerio Braschi, chef del ristorante 1978 di Roma, a presentare la strana rivisitazione: "Potrete lavarvi i denti con le lasagne"

"Lasagna 2021", così Valerio Braschi ha chiamato la sua ultima creazione. In molti ricorderanno il giovanissimo cuoco di Sant’Arcangelo di Romagna che con tenacia e talento vinse la sesta edizione di Masterchef Italia a soli 18 anni. Oggi - a quattro anni da quella vittoria - Valerio è a capo della cucina del Ristorante 1978 di Roma ed è lì che dà spazio a tutta la sua creatività, senza alcuna paura di osare.

Ne è la dimostrazione una delle sue ultime ricette che, inevitabilmente, ha destato qualche perplessità, soprattutto tra i puristi. Si tratta della trasformazione estrema di un grande classico della cucina italiana: sua maestà la lasagna.

La lasagna in tubetto di Valerio Braschi

Valerio, legato ad un ricordo di quando era bambino, ha voluto ridisegnarla, mantenendone ingredienti e sapori, e facendone una lasagna in tubetto. "Al ristorante 1978 potete lavarvi i denti con le lasagne", scrive sui social Braschi e la foto che accompagna il post dello chef non lascia spazio a dubbi mostrando una lasagna in tubetto, uno spazzolino di pasta all’uovo e un brodo di parmigiano 60 mesi e 180 mesi.

lasagna in tubetto-2

Lasagna in tubetto, spazzolino di pasta all'uovo e brodo di parmigiano. Foto dalla pagina Facebook di @ristorante1978

L'idea, molto fuori dagli schemi, spiega Braschi sui social, è nata da un ricordo di molti anni fa: "Quando da bambino la mattina dopo le feste, appena svegli, ci lavavamo i denti con una bella forchettata di lasagne avanzate in frigo dal giorno prima. Un bellissimo ricordo che ho deciso di riproporre in maniera esplicita".

"Forse un po estrema per i puristi - aggiunge lo chef - ma vi posso assicurare che, nonostante il cambio d’aspetto e di consistenza il gusto è rimasto intatto. Questo è il bello del nostro lavoro, è la cosa che colpisce le persone che lavorano con me, il fatto di fare ogni giorno cose nuove, esperimenti, abbinamenti, cambiare ogni giorno".

I commenti sui social

La sua rivisitazione del grande classico della cucina italiana ha diviso i romani: c'è chi non vede l'ora che i ristoranti riaprano per assaggiare la lasagna versione "tubetto di dentifricio" e chi invece resta scettico e crede che questa volta Valerio Braschi sia andato troppo oltre: "Sta cosa della lasagna così non la dovevi fare...Ok sperimentare ed andare oltre ma fino a un certo limite", gli scrive qualcuno. E c'è chi, invece, seppur perplesso, prima di criticare desidererebbe assaggiare: "Certo questo piatto lascia indubbiamente perplessi ma prima di muovere qualsivoglia critica io devo assaggiare e causa di questo maledetto virus dovrò ancora aspettare!!!".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento