Apre a Roma 'Geloso', il primo flagship store del gelato cremoso (e naturale) su stecco

Un gelato su stecco cremoso come quello spatolato non si era mai visto (anzi gustato) finora. Da pochissimo è arrivato in centro e noi lo abbiamo assaggiato

Geloso Gelato, primo flagship store in via della Croce 61 a Roma

>Non la solita gelateria, non il solito gelato. A Roma, in pieno centro, ha aperto Geloso, la rivoluzione del gelato su stecco. In via della Croce, al civico 61, è impossibile non notare il locale total pink, assolutamente di tendenza, che suscita la curiosità di tutti i passanti. C’è chi si avvicina credendo si tratti di una gioielleria (e non a caso c’è lo zampino di Francesco Trapani, ex Ceo di Bulgari e della divisione orologi e gioielli di LVMH, nonché attuale azionista di Tiffany), ma il disegno di quel grande gelato sulla porta d’ingresso, e quel bancone trasparente ricco di gelatini già belli da vedere, fa subito capire al cliente dove si trova. In una gelateria trendy, senza dubbio.

IMG_20181023_145533-2

La location chic e trendy di Geloso

Geloso, lo stecco 'instagrammabile'

Ma Geloso non è solo apparenza. Sicuramente quell’aspetto minimal, curato e molto ‘instagrammabile’ (studiato appositamente per selfie e stories), il packaging da asporto elegante e particolare, rende il tutto più bello, invitante e chic, ma il punto di forza è un altro. Il gelato su stecco che Geloso propone, infatti, non è il solito ghiacciolo che avrete già assaggiato in giro per Roma (o in altre città). Ma, bensì, un gelato cremoso su stecco. Provate ad immaginare il gelato spatolato che siete soliti mangiare su cono o in coppetta, nella forma di un ghiacciolo, senza perderne il gusto, ma, soprattutto, la cremosità che lo caratterizza. Geloso ha reso possibile, per la prima volta, questo sogno.

stecco geloso-2

Stecco mini al gusto 'Pane burro e marmellata'

Geloso, la ricetta del primo stecco cremoso

Dietro il progetto innovativo, c’è la maestria di Manuele Presenti, 3 coni Gambero Rosso, Master Chef del Gelato Naturale (tradizionale gelateria di famiglia situata a Marina di Grosseto) e fondatore del Gelato Naturale Academy.

“Lo studio della ricetta è stato fatto affinché lo stecco non fosse più inteso come un gelato duro, poco cremoso, più ghiacciolo che gelato, quello che ho provato a fare io, studiando le materie prime e il bilanciamento, è stato creare una ricetta cremosa come uno spatolato. Per affinare questo, usando solo materie prime e nessun semilavorato, c’è stata una bilanciatura curata. Sono state fatte tantissime prove”

 ha dichiarato, a noi di Romatoday, Manuele Presenti.

Alle spalle c’è uno studio di oltre 3 anni, in cui Parenti si è specializzato nella ricerca delle fibre naturali, per creare uno stecco senza addensanti. Il primo è stato realizzato lo scorso giugno, da lì è iniziata la distribuzione del prodotto a bar, ristoranti, alberghi, etc. ed ora Geloso Gelato prende anche la forma di store, a via della Croce, appunto.

Tutti gli stecchi di Geloso

Oltre 20 gusti di stecco, nella versione ‘regular’ e in quella ‘mini’. Si va dai gusti più tradizionali, come il cioccolatte e il pistacchio (che vale davvero la pena assaggiare perché è strepitoso) ai più elaborati e creativi, come cheesecake, pane burro e marmellata, fragole e champagne, caramello salato, cantuccio e vinsanto. Alcuni di questi gusti puntano a diventare una firma di Geloso, come lo chef ci ha rivelato (è il caso, ad esempio, di pane burro e marmellata, che abbiamo assaggiato e vi consigliamo). Molti gusti, invece, cambieranno e nasceranno in base alla stagionalità, alle festività dell’anno, alla creatività di Manuele Presenti.

IMG_20181023_145525-2

Gli stecchi cremosi di Geloso

Geloso, i fondatori

I fondatori di Geloso Gelato sono Jacopo Mattei, Lesya Vorona e Fabrizio Pirro che sono riusciti a dare forma a questo progetto, grazie alla maestria di Manuele Presenti e all’entusiasmo di Allegra Antinori (esponente dell’omonima azienda vinicola), i quali - tutti insieme - detengono il 49 per cento della società. Il restante 51 è stato invece acquisito da Francesco Trapani lo scorso giugno.

Geloso Gelato rappresenta, senza dubbio una sfida, tutta italiana, fatta di qualità, di tradizione, ma anche di creatività e innovazione. Aprire una gelateria in vista dell’inverno è, senza dubbio, una scelta singolare, ma in una zona qual è quella di piazza di Spagna e via del Corso, questo prodotto sarà gradito dai numerosi turisti in visita alla Capitale tutto l’anno. Non solo, come chef Presenti rassicura, trattandosi di un prodotto cremoso, molto vicino al gelato “si farà mangiare volentieri anche nei mesi più freddi”.

parenti-2

Lo chef Manuele Presenti insieme ad una delle fondatrici Lesya Vorona

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

  • Centro commerciale Maximo, salta l'inaugurazione: le insegne sono coperte e sull'apertura cala il silenzio

  • Coronavirus, ecco perché Roma è messa meglio di altre grandi città: i numeri spiegati dagli esperti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento