Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel tempio delle Fettuccine Alfredo: la storia del piatto di pasta più conosciuto al mondo

Siamo andati nello storico ristorante di via della Scrofa per vedere da vicino dove e come nasce il successo mondiale delle Fettuccine Alfredo

 

Una gestualità unica che ha reso le “Fettuccine Alfredo” il piatto di pasta più famoso al mondo. Tanto internazionale da far dimenticare che sono italiane. Romane per essere esatti.

Nate come gesto d'amore nei confronti della moglie incita, questa semplice ricetta creata da Alfredo intorno agli anni venti, divenne nel corso del tempo il piatto principale, e più richiesto, del suo ristorante che, ancora oggi e ad un secolo di distanza, sorge sempre nella centralissima via della Scrofa, nel cuore della Capitale. Pasta stesa finissima, acqua di cottura, burro morbido e parmigiano dop. Questi gli ingredienti del successo che ancora oggi porta moltissimi turisti da tutto il mondo nel locale che, basta vedere le foto appese nelle pareti, ha visto l'ingresso di moltissimi divi, di ieri e di oggi: da Jimi Hendrix a Sofia Loren.

“Nel 1943 Alfredo decise di cedere la sua attività a due suoi camerieri che lavoravano qui da quando fondò quella che un tempo era una locanda – racconta Mario Mozzetti, socio e gestione di Alfredo alla Scrofa insieme a Veronica Salvatori -. Quei suoi dipendenti sono i nonni miei e di Veronica, che rappresentiamo la terza generazione a portare avanti il nome di questo ristorante nel mondo, e soprattutto di questo piatto, spettacolare quanto semplice nei suoi ingredienti”.

Una fama internazionale partita da due famosi attori di allora, “Douglas Fairbanks e Mary Pickford – racconta Salvatori -, che vennero a fare il loro viaggio di nozze a Roma e dopo aver mangiato questo piatto hanno regalato un set di posate d'oro al ristorante, quelle che ancora oggi vengono offerte alla 'regina del tavolo' quando vengono servite le fettuccine all'Alfredo”.

Una lunga tradizione che oggi va a braccetto con gli strumenti multimediali di oggi e che, mai come il mondo della ristorazione, sta utilizzando al meglio: dai social, al marketing, passando dalla app più utilizzata dai turisti in giro per il globo, TripAdvisor. “Crediamo molto nel mondo del web – continua Mozzetti – e ci siamo adeguati al meglio. Cercando però di restituire alle fettuccine all'Alfredo la sua giusta origine. Un piatto nazional popolare nato a Roma”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento