Diliscando, arriva il mare (chic e custom) al quartiere Flaminio

Abbiamo varcato la porta di Diliscando e siamo andati alla scoperta del nuovo ristorante di pesce dal design elegante a Roma Nord

Diliscando, da dilìsco che significa togliere le lische. Questo nome già dice molto del nuovo ristorante di pesce che inaugura oggi, 30 novembre, al quartiere Flaminio. Un angolo elegante, dal design curato nei minimi dettagli, dove tutto è meticolosamente personalizzato.

Si parte dalla materia prima: il pesce, che arriva appena pescato, ancora intero, da pulire, da ‘diliscare’ appunto. Grande attenzione anche ai vini e alle bollicine (prevalentemente italiani e francesi, ma c’è anche qualche vino austriaco e tedesco), perché il ristoratore Alessandro Di Pinto è un sommelier. Ma, da Diliscando, il mare è protagonista non solo nel piatto, basta entrare per rendersene conto.

Diliscando ristorante-2

La sala

Il design del ristorante lo rende esclusivo: reti (in versione chic) scendono dal soffitto, insieme a delle lampade prodotte appositamente per il locale e lavorate in foglia d’oro. Sulle pareti sono dipinti i pesci, ancora le reti e gli schizzi del mare. I tavoli sono blu, in ceramica De Maio di Vietri. Il collegamento al mare è immediato, dunque, ma è un mare elegante, sontuoso, ricco. Alle spalle di questa ricerca accurata nel design di Diliscando c’è Ittielle&Co, azienda leader nella realizzazione di ristoranti da più di 30 anni, che ha puntato a rendere ‘custom’ il nuovo ristorante in via del Vignola (civici 7-9).

Fondamentalmente Diliscando nasce da un sogno chiuso per tanti anni in un cassetto, quello di Alessandro Di Pinto che già in un tema scritto alle elementari sognava di diventare un ristoratore. Non si tratta un ristorante di extra lusso in cui si mangia nouvelle cuisine: “Qui, nel piatto arrivano 110 grammi di pasta”, ci tiene a sottolineare il ristoratore. Non è un’osteria di pesce, anche se nel menù troviamo i cartocci. E’ Diliscando. Piccolino (56 posti) e dunque intimo, con tavoli da 2, ma anche con un tavolo sociale, con un bel bancone al centro che ruota tutto intorno e la cucina in fondo.

Il menù di Diliscando

IMG_20181129_182107-2

La sala

Il menù è ricco e variegato e, sebbene il pesce sia protagonista, non mancano delle alternative a base di carne. Tra gli antipasti spiccano Alici di Cetara con burrata di Paestum e verdure marinate alla menta (11 euro), Seppie scottate con purea di broccolo romanesco, guanciale di Amatrice e pecorino D.o.p. (12 euro), ma anche Mortadella di cinta senese con misticanza e tartufo nero (14 euro).

Tra i primi, fiore all’occhiello del ristorante è l’Agnolotto ‘Diliscando’ con ristretto di pesce e carpaccio di ricciola (14euro), Fusilloni Felicetti all’amatriciana di polpo (13 euro), ma – per tornare alla carne e alla romanità – anche Cappellacci ripieni di coda alla vaccinara nel suo brodetto di fave di cacao (13 euro).

Quattro i secondi di pesce, due quelli di carne. Tra questi vi mettiamo in evidenza il Polpo alla griglia e humus con paprika e salicornia ‘affumicati’ (18 euro) e la Guancia di manzo brasato con purè di patate e castagne glassate (18 euro). Contorni, insalate e dolci (rigorosamente fatti in casa) completano il menù di Diliscando.

IMG_20181129_183426-2

I menù realizzati a mano di Diliscando

L’aperitivo di Diliscando

Diliscando è aperto a pranzo e a cena con il menù sopra descritto, ma offre ai clienti anche la possibilità di fermarsi per un aperitivo chic e diverso dal solito. Selezione di 3 ostriche con floute di bollicine (12 euro), tartare o carpaccio del pescato giornaliero (10 euro), cartoccio di pesce di paranza (10 euro), Mortadella di cinta senese con misticanza e tartufo nero (9 euro) e Pecorina di Enna con zafferano e pepe (9 euro).

Un ristorante interessante, diverso. Una bella cornice in cui l’apparenza conta (e molto), ma, non per questo, la sostanza viene tralasciata.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Granfondo Campagnolo, dal Colosseo ai Castelli Romani: strade chiuse e bus deviati

  • Federico Tomei morto in un incidente: calcio laziale in lutto per la perdita del 22enne

Torna su
RomaToday è in caricamento