rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
De Magna e beve

Dieci gelaterie per combattere l'afa della Capitale

Alcuni indirizzi imperdibili di Gelaterie da provare al rientro delle vacanze, magari durante una bella passeggiata in giro per Roma. 

La stagione del gelato è ormai avviata da qualche mese. Una stagione difficile per gli artigiani del freddo, per via delle restrizioni anti-covid, ma che comunque non ha fermato l'innovazione, l'attenzione alla qualità di un prodotto sempre più completo e attento alla sostenibilità. RomaToday ha selezionato per voi alcuni indirizzi imperdibili da provare al rientro delle vacanze, magari dopo o durante una bella passeggiata in giro per Roma. 

Don Nino 

don nino gelateria-2

Foto @Don Nino 

A Piazza di Spagna, una delle piazze più belle del mondo, da provare la Gelateria Pasticceria Don Nino. Gelato artigianale, preparato dalle sapienti mani del Maestro gelatiere Francesco Mastroianni, cinque volte Campione Italiano di Gelateria, che si può gustare anche all'aperto con affaccio direttamente sulla scalinata di Trinità dei Monti. Creazioni come “Fichi della Piana” (Primo premio al SIGEP 2001) o “Cuor di Brontolo” (vincitore del Campionato Mondiale di Gelato), sono solo alcuni esempi della sua capacità di catturare essenze e sapori dei migliori ingredienti locali dando vita a gusti che incontrano il consenso di pubblico e critica. 

Gelato Sicily 

Gelato Sicily -2

Foto IG @gelatosicilyroma

Una nuova gelateria, nata in collaborazione con Mammò, locale di street food americano che utilizza le eccellenze italiane. Un posticino in via Benedetta, 1 che propone le ricette della tradizione siciliana sotto forma di gelato e non solo. Realizzato con materie prime scelte e provenienti principalmente dalla Sicilia, senza coloranti, né conservanti e grassi idrogenati, il Gelato Sicily vuole distinguersi nel mare magnum delle gelaterie capitoline per la sua cremosità, grazie a micro bollicine di aria e micro cristalli di ghiaccio presenti nel prodotto, che conferiscono al prodotto corposità e morbidezza.

Torcè

Screenshot (34)-2

Foto IG @gelateria_torce

Un gelato sorprendente quello di Claudio Torcè. Un gelato più sano e cremoso: accostamenti intriganti, nuove gradazioni di sapori, sperimentazioni raffinate e insolite. A Roma è presente in viale dell’Aeronautica 105, viale Aventino 59 e viale Marconi 445. Più di 60 i gusti disponibili con variazioni sul tema dei cioccolati e degli zabajoni. Disponibile anche il banco con le proposte salate che ruotano tutto l'anno. Da provare i gelati di verdure e quelli salati, tra cui sedano, gorgonzola, o peperoncino. 

Giuffrè 

Giuffrè-2-2

Foto @Giuffrè 

A Trastevere, una menzione speciale anche per Giuffrè che propone golose Coppe Gelato come la Giuffrè, la Mista e la Frutta. Da assaggiare i “Giuppè”, cremosi aromatici al gelato presenti in sei differenti versioni tra cui l’interessante abbinamento con Cremoso all’arancia, pepe, miele di rododendro e gelato alla crema e quella con Cremoso al basilico gelato al fiordilatte, polpa di pomodoro e olio evo. 

Come il Latte

comeillatte-2

Foto IG @comeillatte

Un gelato fatto con ingredienti naturali che non contiene grassi idrogenati, né conservanti, coloranti o antiossidanti artificiali. Ingrendiente principale è il latte che costituisce oltre il 60/70% dei gelati alla crema. Solo materie prime di eccellenza: latte della centrale di Roma, uova biologiche e prodotti di stagione. Nel mondo, Come il Latte seleziona le migliori varietà degli ingredienti acquistati e controllati in loco, per esempio la vaniglia Bourbon dall’isola della Reunion, le migliori varietà di cacao dal Sudamerica, il pistacchio di Sicilia, la nocciola Tonda Gentile delle Langhe o la cannella da Ceylon. Da provare, oltre ad alcuni gusti davvero particolari, i cremolati, in particolare al caffè, e i biscotti Gentilini farciti di gelato. 

Gunther

gunthergelatoroma-2

Foto IG @gunthergelatoroma

Il gelato naturale del maestro altoatesino Gunther Rohregger, che dalle Alpi è arrivato fino a Roma per portare i suoi gusti realizzati solo con materie prime d'eccellenza e prodotti di stagione, è disponibile in 3 diversi punti vendita della città, precisamente in via dei Pettinari 43, in Piazza Sant'Eustachio 47 e in via Due Macelli 108. Il gelato di Gunther, neanche a dirlo, è superlativo: sia nei gusti più classici che nelle varianti più particolari e originali. Da provare la Ricotta Stregata a base di Ricotta, Liquore Strega, latte fresco bio microfiltrato, Granella di Cioccolato fondente dell'Ecuador e scorze d'agrumi candite, il Pistacchio Mediterraneo e lo Zabaione a base di Marsala, Rum, panna fresca e farina di semi di carruba.

Stefino 

Stefino -2

Foto @Stefino 

Il gelato in Via Alessandria che ha da poco compiuto un anno di attività è nelle mani di Stefano Roccamo, pluripremiato maestro gelatiere di origini romane. Prodotto 100% biologico, con grande attenzione all’ambiente, oltre che attento alle esigenze di vegani e celiaci, ha gusti a base di latte crudo, ma anche a base di riso e di acqua, quindi adatti alle alimentazioni vegane, senza lattosio, senza glutine e tollerati anche dai diabetici, nel caso dei gusti a basso contenuto di zuccheri. Un gelato naturale al 100%, privo di addensanti ed emulsionanti elaborati chimicamente. Fra i gusti ci sono Gianduia con le nocciole intere e particolarità come Curcuma e il prezioso tè verde Matcha o il Mediterraneo con mandorle, pistacchi, la storica Crema Bolognese. Fra i più amati il Cioccolato Sgarbato che piace soprattutto ai bambini, e infine i grandi classici, come Pistacchio e Nocciola.

Pica 

Pica-2

Foto @Pica

Un pezzo di storia del gelato artigianale. Dal 1971 con il gelato artigianale Antonio e suo figlio Alberto, e ora i suoi due figli, hanno scritto pagine di storia dell'arte gelatiera capitolina. Prima nello storico quartiere San Lorenzo ora nella famosa – per l’originalità di gusti e gli autorevoli ospiti – Gelateria Latteria Pica. Il loro gusto al riso ha conquistato il Giappone nel 1988 e i romani se lo tengono tutt’ora molto stretto. La gelateria vanta oltre 50 gusti anche se i suoi cavalli di battaglia sono proprio i gusti al riso con le varie declinazioni, riso alla panna, alla cannella, il ciocco-riso, alle fragoline, miele-arancio, ricotta e pere.

Grezzo 

Grezzo Roma-2

Foto @GrezzoRawChocolate

Il primo vero gelato vegetale a base acqua senza additivi, preparato a freddo, con il 50% di zuccheri in meno rispetto ai migliori gelati artigianali. Questa estate, Grezzo ha presentato una rivoluzione ancor più dirompente: i Preparati Bio per Gelato da fare in casa, anche senza gelatiera. Questi Preparati Bio - realizzati esclusivamente con ingredienti naturali, integrali e vegetali, e venduti in barattoli di vetro che si conservano a temperatura ambiente - si trasformano in un cremoso gelato di qualità, al pari dei migliori gelati artigianali, soltanto aggiungendo acqua e seguendo un semplice e rapido processo di lavorazione alla portata di tutti. Ecco i dieci gusti in barattolo: Pistacchio, Nocciola, Mandorla, Cioccolato Crudo, Gianduia, Caramello salato crudista, Proteico con burro di arachidi, Ciocodolce, Crema al limone, Caffè. Spiccano in particolare due nuovi gusti introdotti anche nei flagship store per i gelato da asporto. Il Caramello salato crudista, realizzato a freddo grazie ad una attenta combinazione di ingredienti naturali, che stupirà per il suo gusto. E la Crema al limone, totalmente vegetale, colorata in modo naturale con curcuma biologica, che stupisce per la sua cremosità e il gusto.

Il gelato di Marco Ciampini

Tartufo ciampini-2

Foto @MarcoCiampini

Solo da Marco Ciampini è possibile assaporare il tartufo - gelato. Marco infatti conserva la ricetta originale tramandatagli direttamente da suo nonno, Giuseppe Ciampini, allora proprietario dello storico bar di piazza Navona, Tre Scalini. All'apparenza il tartufo gelato di Marco, venduto anche da asporto in eleganti confezioni, si presenta come una palla di cioccolato con una ciliegia candita al suo interno e con pezzetti di cioccolato fondente. Quel cioccolato è Criollo Chuao, premiato a Firenze nel 2019 come migliore cioccolato italiano: vietata l'aggiunta di conservanti, coloranti, olii bifrazionati, scelta che rende il prodotto assolutamente naturale e impossibile da conservare a lungo. La parola d'ordine di questa gelateria è bando ai prodotti chimici o preparati che possano modificare i giusti sapori e i loro equilibri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dieci gelaterie per combattere l'afa della Capitale

RomaToday è in caricamento