rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
De Magna e beve

"Meglio chiudere, così non si sopravvive", lo sfogo amaro dello storico ristorante romano

In una lunga nota, Francesco Testa esprime la difficoltà di andare avanti a queste condizioni. "Converrebbe chiudere piuttosto che andare avanti così"

“Non stiamo lavorando, converrebbe chiudere, le poche entrate non bastano più a sopravvivere”, questo l'amaro sfogo del proprietario di Checco dello Scapicollo, storico ristorante romano.

“In queste settimane, non arriviamo a contare più di 15, massimo 25 coperti totali. Le persone hanno paura di mangiare fuori: le famiglie non vengono più nemmeno la domenica”, così il proprietario dello storico ristorante, Francesco Testa, denuncia il momento di profonda crisi in cui riversa la sua attività e in generale anche quelle di tutti i suoi colleghi ristoratori.

“Meglio chiudere - aggiunge - invece di andare avanti così”.

Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

Alla drastica diminuzione di clienti consegue la mancata richiesta di bevande e materie prima ai fornitori, per non sprecare scorte di cibo che, se non utilizzate, andrebbero gettate. Il ristoratore sottolinea inoltre gli innumerevoli sforzi economici fatti per sanificare i locali e per rispettare tutte le regole imposte dal DPCM: "Abbiamo fatto delle spese per comprare i funghi di riscaldamento da esterno - racconta ad esempio il proprietario di Checco dello Scapicollo - ma ora con il freddo e ulteriori provvedimenti da parte del governo, non credo che tutto questo sarà servito a molto".

Francesco Testa, insieme a molti altri ristoratori e proprietari di attività e pub, fa parte dell'associazione M.I.O. (Movimento Imprese e Ospitalità), di cui circa 200 persone costituiscono un gruppo di supporto e confronto, nato per superare il lockdown. Su Telegram, questo numero sale a 800 utenti: lavoratori che si connettono tra loro, facendosi forza reciprocamente in un momento cui le attività rischiano di non sopravvivere, andando incontro a una chiusura definitiva.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Meglio chiudere, così non si sopravvive", lo sfogo amaro dello storico ristorante romano

RomaToday è in caricamento