rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
De Magna e beve

Aromi del Mediterraneo e sapori del Sud America: c'è una nuova "Casa" del gusto in via Veneto

Casa Marcelo è il nome del nuovo ristorante che apre nel cuore di Roma

Dopo Casa Carmen, ristorante aperto a Fregene la scorsa estate, arriva Casa Marcelo questa volta nel cuore di Roma.

“Marcelo è il marito di Carmen ed è un uomo forte, saggio, legato ai prodotti della terra e alle note forti della cucina messicana. Ama viaggiare e cucinare, ricordo ancora le sue pentole fumanti", lo raccontano Annalisa Polo e Roberto Tomasini, già proprietari di Casa Carmen appunto, annunciando la nuova apertura in Via Vittorio Veneto 173.

Dall'Asia all'America, dall'Europa all'Africa: il giro del mondo a tavola in oltre 20 ristoranti di Roma

L'inaugurazione ufficiale è prevista per giovedì 24 giugno. Casa Marcelo si presenta ai romani come un posto che alterna influenze spagnole e un giro del mondo attraverso gli aromi del Mediterraneo e i sapori di tutto il Sud America.

"Ci siamo subito innamorati degli spazi di questo locale. Al centro di Roma ma allo stesso tempo molto internazionale, materico. La sala interna è grande e d’impatto, perfetta per creare un gemello della nostra Casa Carmen in una delle vie più note del centro della capitale. Ci ha trasmesso immediatamente stabilità ed energia, le linee squadrate i dettagli in ferro erano perfetti per creare Casa Marcelo”, afferma Annalisa Polo.

Casa Marcelo parte da un’idea di ristorazione dall’ampio respiro internazionale. In cucina c'è l chef Alessio Procaccini, che dopo grandi avventure tra Tenerife e Barcellona, torna a Roma con tanta voglia di fare e sorprendere. Classe 1990, sedici anni di lavoro in cucina dopo la formazione al Gambero Rosso e un amore per la cucina spagnola e la ricerca.

Cosa si mangia a Casa Marcelo

Tra gli antipasti ci sono i Pimientos del padròn, i classici frigitelli fritti serviti con sale maldòn e le Croquetas de jamon ( le crocchette di prosciutto con mayo al lime e pepe rosa). E poi chorizo, queso frito e Ceviche de lombo. Ampia scelta di tostadas con ingredienti sempre freschi e salse home made e selezioni di Jamon iberico stagionato, salumi e formaggi spagnoli. 

Tra i primi spiccano il Raviolone ripieno di stinco di maiale e bufala in salsa di datterini e le Mezzelune ripiene di carne al chimichurri in salsa di zafferano e gocce di basilico. Le carni la fanno da padrone con le Costolette di maiale iberico con mostarda e miele, il classico Segreto iberico alla griglia con platano fritto, la Baca Galiziana e il T-Bone argentino. 

Particolare attenzione anche al bar, messo nelle mani di Felicia De Stasi, allieva di Max La Rosa, con cui ha elaborato una carta dei cocktail d’autore, fresca e creativa. Si va dai grandi nomi come Negroni e Gin Tonic  alle tante novità da tutto il mondo. In sala Letizia Di Bella, direttrice di sala e sommelier che ha definito una carta dei vini che parte dei tesori del nostro territorio e esplora senza paura il mondo spagnolo e venezuelano. Concludono il locale una pasticceria a vista con le creazioni espresse di Flavia Barberi, proveniente dal mondo del Gambero Rosso, con tanta voglia di mettersi in gioco con questa nuova avventura. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aromi del Mediterraneo e sapori del Sud America: c'è una nuova "Casa" del gusto in via Veneto

RomaToday è in caricamento