menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto da Facebook @gagliardobitter

Foto da Facebook @gagliardobitter

Il miglior Bitter del mondo incontra l'alta cucina: il viaggio "Gagliardo" parte da Roma

Il brand Gagliardo presenta il format Ristorazione Radicale che porta il suo bitter da giovani e talentuosi interpreti della cucina gourmet contemporanea. Prima tappa Acquaroof, terrazza del prestigioso hotel The First Roma Arte

Il miglior bitter del mondo, premiato agli ultimi World Liqueur Awards, è tutto italiano e nasce dalla genialità di Marchio Schiavo, della storica Distilleria Schiavo in provincia di Vicenza. Da anni presente nei più importanti cocktail bar d’Italia - e non solo - oggi il Bitter fa il suo ingresso nell’alta ristorazione attraverso un format “Radicale” e all’incontro con giovani e talentuosi interpreti della cucina gourmet contemporanea.

Bitter "Gagliardo" e alta ristorazione: prima tappa a Roma

La prima tappa sarà a Roma il 28 novembre nella splendida location Acquaroof, terrazza del prestigioso hotel The First Roma Arte. Qui per un numero limitato di ospiti sarà possibile vivere l’esperienza di Ristorazione Radicale - Club Gagliardo attraverso una serata in cui i piatti dello chef stellato Daniele Lippi si alterneranno ai drink della Bar Manager Valeria Bassetti. Non una classica cena in abbinamento, ma una serata dinamica che racconta di un nuovo modo di vivere una esperienza gastronomica.

Le altre tappa del format "Ristorazione Radicale"

Seconda tappa a Firenze il 6 dicembre, ospiti del ristorante Essenziale. Il format Ristorazione Radicale si plasma in questo caso sul locale dello Chef Simone Cipriani, proponendo agli ospiti più intraprendenti una esperienza al bancone, in cui il susseguirsi di grandi
piatti e drink creativi - realizzati con il miglior bitter del mondo - sarà interrotto solo dal dialogo diretto e personale con lo chef e con un guest barman d’eccezione: Julian Biondi, bartender tra i più conosciuti a livello nazionale, oggi con il ruolo di Consulente. Anche a Firenze, l’esperienza sarà “radicale” e inedita, senza filtri e riservata a pochi intrepidi sperimentatori.

Terza tappa a Bologna il 14 gennaio 2020, ospiti questa volta di OLTRE, ristorante di Lorenzo Costa e dello Chef Daniele Bendanti, punto di riferimento della cucina bolognese contemporanea. Ristorazione Radicale qui aprirà le porte a un pubblico più ampio, proponendo una esperienza priva dei canoni del ristorante classico: servizio in piedi, drink e grandi piatti in uscita a passaggio dalla cucina a intervalli regolari, musica e ambiente declinati sui riferimenti stilistici del format. Dietro al bancone, oltre a Marco Schiavo (presente in tutte le tappe), ci sarà il barman padrone di casa: Nico Salvatori. A lui il compito di valorizzare il miglior bitter del mondo.

La quarta tappa sarà a Milano a febbraio. Ancora un pizzico di suspense sulla Location, lo Chef e il Barman coinvolti, che saranno svelati a inizio 2020. Ogni singolo evento di Ristorazione Radicale - Club Gagliardo può essere prenotato contattando direttamente i ristoranti ospitanti, precisando il nome del format al momento della prenotazione. Ricordiamo che i posti a disposizione sono limitati.

Cosa sono i World Liqueur Awards

I World Liqueur Awards sono premi internazionali che ogni anno selezionano i migliori per ogni categoria di liquore universalmente riconosciuta, conferiti da TheDrinksReport.com di The Paragraph, il più importante sito al mondo per i professionisti del settore. Gagliardo, brand della storica Distilleria Schiavo di Costabissara (VI), ha ottenuto l’importante riconoscimento presentando il suo Bitter Radicale; un bitter dal gusto amaro, speziato e balsamico, ottenuto dall’infusione per 18 giorni di erbe, radici e spezie ed elaborato con la tecnica del bâtonnage. Un prodotto ricavato da componenti naturali, in totale assenza di coloranti industriali, presentato sul mercato dal 2014 e che da subito ha riscontrato notevole successo di critica fino ad arrivare a questo prezioso riconoscimento nel 2019.

I nostri liquori - dice Marco Schiavo, colui che ha dato vita al brand Gagliardo - nascono come un piatto di alta cucina, lavoriamo come gli chef usando la nostra maestria e supportandola con il meglio che la materia prima possa offrire. Alla base di Gagliardo Bitter Radicale c’è l’alcool prodotto dalla distillazione della frutta, molto più profumato e delicato al palato. Le botaniche utilizzate comprendono china, rabarbaro, pepe di Sichuan, liquirizia e cascarilla messicana, mentre la nota predominante è quella della radice di genziana che conferisce quella cifra amaricante che contraddistingue questo bitter”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

  • De Magna e beve

    12 "vizi" artigianali: nuovo regno del tiramisù apre a Roma

  • De Magna e beve

    Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento