Zerocalcare, arriva la prima serie tv su Netflix. C'è anche Valerio Mastrandrea

Per la prima volta i personaggi di ZeroCalcare arriveranno sullo schermo nella serie "Strappare lungo i bordi"

"So mesi che quando dico che devo lavorare mi rispondono 'ellamadonna, ormai i libri li hai consegnati, che c.... devi fa ancora' e io mi mozzico la lingua perché se lo dico mi deportano a Guantanamo. Oggi è il giorno in cui finalmente posso rispondere: sto a fa questo". 

Ha scritto così, alcune ore fa, su Twitter, Zerocalcare. Il fumettista romano che in questi anni è stato protagonista di mostre, ha scritto libri e presentato "Rebibbia Quarantine", mini-serie sul Coronavirus è ora pronto per la sua prima serie tv.

La prima serie tv di Zerocalcare su Netflix

"Strappare lungo i bordi" è il titolo del progetto al quale Zerocalcare sta lavorando e che approderà prossimamente su Netflix. Il fumettista sotto al breve commento ha pubblicato il teaser della serie per poi aggiungere: "Ormai ho capito che qualsiasi comunicazione non perfettamente didascalica genera grandi fraintendimenti, che producono rosicate che producono ulcere, quindi NO, non è la storia di uno che deve scalà un palazzo. Quello è un teaser per annunciare quello che sta succedendo e che faccio nei prossimi mesi".

Della storia che Zerocalcare racconterà per Netflix e che porterà sullo schermo i suoi personaggi (Secco, l’Amico Cinghiale, Sarah, l’Armadillo), il fumettista dice: "mi sta molto a cuore, e la sto a fa come voglio io. Nei linguaggi, nei contenuti, nella scrittura, è roba mia, il che significa che se viene na merda me l’accollo io. Al tempo stesso, come si vede già a partire da questi 50 secondi, sta cosa è realizzata decisamente meglio di quello che è nelle mie possibilità: questo perché ci stanno a lavorà un sacco di persone che sono quelle che poi fanno la differenza tra quello che faccio per i fatti miei e quello che stiamo facendo qui".

In attesa di ulteriori dettagli sulla prima serie tv di Zerocalcare, il fumettista leva alcuni dubbi nati subito dopo la condivisione del trailer: "Sì la voce dell’Armadillo è di Valerio Mastandrea, che d’altronde è il ruolo che gli si confà anche rispetto alle nostre vite".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

  • Zona arancione, oggi si decide per Roma e il Lazio: i romani dovranno abituarsi a nuove regole

Torna su
RomaToday è in caricamento