rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cultura

Zerocalcare, arriva la prima serie tv su Netflix. C'è anche Valerio Mastrandrea

Per la prima volta i personaggi di ZeroCalcare arriveranno sullo schermo nella serie "Strappare lungo i bordi"

"So mesi che quando dico che devo lavorare mi rispondono 'ellamadonna, ormai i libri li hai consegnati, che c.... devi fa ancora' e io mi mozzico la lingua perché se lo dico mi deportano a Guantanamo. Oggi è il giorno in cui finalmente posso rispondere: sto a fa questo". 

Ha scritto così, alcune ore fa, su Twitter, Zerocalcare. Il fumettista romano che in questi anni è stato protagonista di mostre, ha scritto libri e presentato "Rebibbia Quarantine", mini-serie sul Coronavirus è ora pronto per la sua prima serie tv.

La prima serie tv di Zerocalcare su Netflix

"Strappare lungo i bordi" è il titolo del progetto al quale Zerocalcare sta lavorando e che approderà prossimamente su Netflix. Il fumettista sotto al breve commento ha pubblicato il teaser della serie per poi aggiungere: "Ormai ho capito che qualsiasi comunicazione non perfettamente didascalica genera grandi fraintendimenti, che producono rosicate che producono ulcere, quindi NO, non è la storia di uno che deve scalà un palazzo. Quello è un teaser per annunciare quello che sta succedendo e che faccio nei prossimi mesi".

Della storia che Zerocalcare racconterà per Netflix e che porterà sullo schermo i suoi personaggi (Secco, l’Amico Cinghiale, Sarah, l’Armadillo), il fumettista dice: "mi sta molto a cuore, e la sto a fa come voglio io. Nei linguaggi, nei contenuti, nella scrittura, è roba mia, il che significa che se viene na merda me l’accollo io. Al tempo stesso, come si vede già a partire da questi 50 secondi, sta cosa è realizzata decisamente meglio di quello che è nelle mie possibilità: questo perché ci stanno a lavorà un sacco di persone che sono quelle che poi fanno la differenza tra quello che faccio per i fatti miei e quello che stiamo facendo qui".

In attesa di ulteriori dettagli sulla prima serie tv di Zerocalcare, il fumettista leva alcuni dubbi nati subito dopo la condivisione del trailer: "Sì la voce dell’Armadillo è di Valerio Mastandrea, che d’altronde è il ruolo che gli si confà anche rispetto alle nostre vite".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zerocalcare, arriva la prima serie tv su Netflix. C'è anche Valerio Mastrandrea

RomaToday è in caricamento