Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

VIDEO | Ferragosto al 'Palo della morte': il pellegrinaggio Un Sacco Bello

In tanti per l'appuntamento di ferragosto al Palo della morte. Con passaporto, calze a rete e il cartello Cracovia

 

Un pellegrinaggio laico, diventato appuntamento cult da quattro Ferragosto a questa parte. Appuntamento al 'Palo della Morte', in via Giovanni Conti, laddove nel film Un Sacco Bello il bullo Enzo (no Renzo, eh) dà appuntamento al timido Sergio. "A mezzogiorno, al palo della morte". E i fan di Verdone  dal 2015 non perdono l'occasione di rinnovare la tradizione.

Quest'anno, abbracciati via social dallo stesso regista attore, in centinaia si sono presentati li dove c era il palo. Già, perché il palo non c'è più, ma la fantasia sì. Ecco quindi spuntare i cartelli indicanti appunto il palo della morte o Cracovia.

Qualcuno si presenta con le calze di nylon, altri con le biro o con il passaporto e addirittura la decappottabile. Tutti in venerazione di un film che ha fatto storia e che ha scritto l'immaginario di tanti romani.

Selfie collettivi, foto di rito, scatti improvvisati. E chi passa si chiede: "Ma che state a fa...". E qualcuno risponde: "Signore, ha sbagliato film. Intendo?".

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento