rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Montesano alla Raggi: "A Virgì, nun li sta a sentì, Roma non si sistema in un anno o due"

L'attore ha commentato lo stato della città: "Sono 40 anni che qui bisogna iniziare a fare le cose. Prima di tutto dico ai romani: se nun je la famo a pulì, nun sporcate!"

Enrico Montesano porterà al Sistina un Rugantino "più maturo, con una sensibilità diversa". E forse proprio in virtù di questa maturità, un po' con la "veste" del personaggio, un po' con quella del cittadino, l'attore commenta lo stato di Roma e l'operato della sindaca.

Cosa direbbe Rugantino alla Raggi? "A Virgì - esordisce Montesano - anche se tu c'hai le orecchie un po' grosse, a sventola, nun glie dà retta, nun li sta a sentì". Già, perché "Roma non si sitema in un anno o due - commenta il comico - servono prima di tutto più risorse economiche. Non è colpa sua se la città è in queste condizioni. Sono 40 anni che bisogna iniziare a fare le cose".

Roma è una città "che merita maggiore attenzione", ma affinché  "possa usufruire di questo vento di cambiamento", serve che i suoi cittadini per primi la rispettino: "Bisognerebbe eliminare i cassonetti, fare una differenziata come si deve. Però intanto non sporcate! Visto che nun je la famo a pulì, nun sporcate! Roma è Capitale, non un ca-Pitale, dove ognuno viene, ce fa i suoi bisogni e se ne va. No, Roma va amata e rispettata", conclude Montesano.

Si parla di

Video popolari

Montesano alla Raggi: "A Virgì, nun li sta a sentì, Roma non si sistema in un anno o due"

RomaToday è in caricamento