Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Cinema d'autore, chiude lo storico Azzurro Scipioni di Silvano Agosti

Siamo andati trovare Silvano Agosti, nella sala Chaplin ci racconta perché è costretto a chiudere: “L’Assessore Bergamo era riuscito a trovare una soluzione ma il giorno dopo non c’era più”

 

Un posto unico. In cui molte generazioni di romani, e non solo, hanno avuto l’opportunità di vedere film d’autore e potersi confrontare con i suoi registi. Eppure, dopo circa 40 anni, l’Azzurro Scipioni è costretto a chiudere. Da una parte la crisi del settore che va avanti da tempo, dall’altra la pandemia che ha costretto le sale cinematografiche a restare senza il loro pubblico.

Silvano Agosti, regista, scrittore e sceneggiatore, fondatore del cinema Azzurro Scipioni, racconta a Roma Today perchè ci deve rinunciare: “In molti mi hanno espresso il loro dispiacere ma purtroppo finisce li - dice -. Non c’è nessuno, non un ente, un assessorato alla Cultura, un Ministero, nessuno che possa vedere questo delitto”.

"Se tutte le persone che mi hanno espresso solidarietà scrivessero una lettera all'assessorato alla Cultura di Roma per dire che l'Azzurro Scipioni rischia di chiudere - conclude Agosti - sarebbero migliaia, e allora si che potrebbero far muovere la politica".

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento