Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Casal Bernocchi, galleria d'arte urbana a cielo aperto per rilanciare la periferia

Siamo stati in questa frazione del X municipio dove negli ultimi sei anni è in corso una vera e propria rivoluzione culturale e sociale attraverso l'arte urbana. "Con fatica e tanto lavoro abbiamo restituito al quartiere bellezza, un punto di socialità, e tanti artisti importanti sono venuti a dipingere qui".

Alice Pasquini, Solo, Diamond, Paolo "Gojo" Colasanti. Questi sono solo alcuni degli street artist che hanno lasciato la propria firma, o sono pronti a farlo a breve in questo lungo progetto di riqualificazione, in una delle pareti di Casal Bernocchi. Con il grande "Spider man" che gioca a basket dipinto da Flavio "Solo" si conclude l'ultima opera in ordine di tempo messa a punto dal Collettivo "la Talpa", guidato da Brian Polia. Un campo ricreativo per persone di tuttte le età dal titolo "Gioca e difendi", che verrà inaugurato domenica 26 novembre, realizzato nel giro di due anni. Li dove un tempo sorgeva la storica bocciofila del quartiere. "Quando la demolirono per la presenza di amianto sul tetto tutti noi ci aspettavamo che venisse sostituita con un'altra struttura, ma così non fu e ci lasciarono solo un cumulo di macerie - spiega Brian -, allora abbiamo iniziato a mettere a punto delle iniziative sociali di autofinanziamento ed ora possiamo dire di aver restituito alle famiglie della zona un punto di aggregazione che gli era stato tolto". 

Ma a Casal Bernocchi c'è molto di più. "La prima opera di street art l'abbiamo realizzata sei anni fa, quando è nato il collettivo, facendo un bellissimo disegno raffigurate moltissimi animali sul muro di cinta della scuola - continua -. Da qui abbiamo iniziato a capire che l'arte urbana poteva essere importante non solo per abbellire le nostre strade, ma anche per trasmettere un messaggio. E grazie a Paolo Colasanti, che ne sta curando tutta la parte artistica, stiamo riuscendo in questo".

Disegni in grado di raccontare i luoghi. "Come ad esempio il murales di Alice Pasquini - ricorda Brian - un'opera bellissima che invitiamo tutti a venire a vedere".

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO | Casal Bernocchi, galleria d'arte urbana a cielo aperto per rilanciare la periferia

RomaToday è in caricamento