Cultura

State Comedy live al Monk, Michela Giraud: "Fare il comico è come Pechino Express, ma senza la Rai"

Chi sei?

Una attrice, una comica, ma essenzialmente un pagliaccio
Come mai hai iniziato?
Perché essenzialmente avevo delle cose da dire di cui sentivo l’impellenza, e avevo bisogno di metterle in una forma comica strutturata che non facesse ridere solo mia madre. No, ho sbagliato mia madre non ride mai, mia madre ride solo con Panariello
E cosa facevi prima? 
Prima mi sono laureata in storia dell’arte alla Sapienza. Poi è arrivato il teatro che mi ha fulminata e dopo il teatro mi sono detta “provo con la comicità, se non va bene nemmeno questa m’ammazzo”.
Beh, eccoci qui.
Cosa consiglieresti a chi vuole intraprendere questa carriera?
Tanta pazienza, tanta sanità mentale e la propensione a sopportare spostamenti, freddo e fame. Insomma Pechino Express, ma senza la Rai.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

State Comedy live al Monk, Michela Giraud: "Fare il comico è come Pechino Express, ma senza la Rai"

RomaToday è in caricamento