rotate-mobile
Cultura

"Shake", in un liceo romano la nuova serie tv ispirata all'Otello di Shakespeare

Otto episodi in cui Otello, Desdemona, Iago sono trasformati in adolescenti romani amanti del parkour

La tragedia di Otello diventa un teen drama e arriva su RaiPlay dal prossimo 14 aprile. Una serie di cui già tutti parlano e che a differenza dell'opera di Shakespeare non è ambientata nella Venezia del XVII secolo, ma in un liceo di Roma, oggi.

Otello, Desdemona, Iago sono trasformati in sedicenni e diciassettenni, un gruppo di liceali amanti del parkour. Per quanto il testo originario sia di altri tempi, infatti, i temi rimangono universali: gelosia, amore, tradimento. L’adolescenza non fa altro che rafforzarli, raccontando una storia di scoperta, formazione, crescita.

Jason Prempeh, da Tor Bella Monaca a Shake: "Sono Thomas, l'Otello tra i banchi di scuola del Mamiani"

Shake, la nuova serie su Raiplay

Giulia Fazzini e Giada Di Palma. Foto di Arianna Lanzuisi

Spiegare l'adolescenza e i suoi grandi drammi attraverso il più grande drammaturgo di tutti i tempi. E' quello che fa Shake. La serie prende ispirazione dai protagonisti delle opere del Bardo catapultandoli in un liceo di Roma al giorno d’oggi. Non più re, regine, castelli e guerre ma ragazzi di oggi, alle prese con l’identità che cambia e con la perdita dell’innocenza.

Si parte da Otello, ma il protagonista non è più il valoroso condottiero dell’esercito veneziano, bensì Thomas, il leader imperturbabile di una crew di parkour. Accanto a lui troviamo il simpatico Michele (Cassio) e l’arguta Gaia (Iago). L’equilibrio tra i tre sembra essere solido fino a quando non fanno la conoscenza di Beatrice (Desdemona), la più bella ragazza del liceo, di cui sia Thomas che Gaia si invaghiscono. Mentre tra Beatrice e Thomas nasce una profonda storia d’amore, Gaia, colpita dall’invidia nei confronti del suo amico, ordirà un meticoloso piano, atto a separare i due innamorati. L’infima opera di persuasione di Gaia avrà i suoi effetti e le insicurezze di Thomas scoppieranno in una gelosia cieca che distruggerà l’amore per Beatrice e l’amicizia con Michele. In un finale senza vincitori, la vera tragedia per i protagonisti sarà la consapevolezza del sopraggiungere dell’età adulta e con essa del disincanto perso, ma avranno modo di indagare le loro fragilità, elaborare i loro errori o, più semplicemente, crescere. 

"Shake" figlio del successo di "Mare fuori"

"C'è qualcosa di eterno che non ha scadenza - afferma Maria Pia Ammirati, direttrice di Rai Fiction - come la gelosia che emerge nell'Otello e ora torna in questo teen drama che parla alle giovani generazioni". "Siamo reduci dal successo di Mare Fuori - prosegue Ammirati - e vogliamo continuare a raccontare i sentimenti dei giovani, i loro sentimenti, i loro punti di vista e in Shake lo facciamo con un grande cast".

Shake è una produzione Lucky Red in collaborazione con Rai Fiction che arriverà solo su RaiPlay, da venerdì 14 aprile, in 8 puntate da 25 minuti ciascuna. E' diretta da una giovanissima regista - coetanea degli attori - Giulia Gandini, è scritta e creata da Gianluca Bernardini, Carolina Cavalli, Caterina Salvatori e vanta un cast di giovani talenti: Jason Prempeh (The Slaughter - La mattanza, The Swarm), Giulia Fazzini (Marta & Eva), Giada Di Palma, Alessandro Cannavà (Nero a metà 2, Tutto può succedere 3), Greta Esposito (Mare Fuori, Mixed by Erry, Crazy for Football, Qui rido io, Il commissario Ricciardi, Mental, Magari), Damiano Gavino (Nuovo Olimpo, Un professore). La maggior parte della musica è elettronica soft, creata dalla composer Ginevra Nervi. Non mancano poi le tracce musicali di vari artisti moderni come Fred Again, Ditonellapiaga e Cmqmartina, giovanissima cantautrice che ha firmato la canzone originale della serie, "Il silenzio".

INTERVISTA | Alessandro Cannavà, il "Cassio" di Shake parla romano e viene da Centocelle 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Shake", in un liceo romano la nuova serie tv ispirata all'Otello di Shakespeare

RomaToday è in caricamento