Cultura Centro Storico

Municipio I, ritorna a Roma la "Settimana Francese": dall'8 al 14 giugno al via l'undicesima edizione

La rassegna racconta il “gemellaggio” tra il Municipio Roma I Centro e il XIII° arrondissement di Parigi

Dopo il rinvio del tradizionale appuntamento di inizio marzo a causa della pandemia, torna a Roma dall’8 al 14 giugno l’undicesima edizione della “Settimana Francese”, la rassegna che racconta il “gemellaggio” tra il Municipio Roma I Centro e il XIII° arrondissement di Parigi, diventata ormai un piccolo classico tra gli appuntamenti della primavera culturale romana.

Un rapporto di amicizia tra due Municipi fondato su radici comuni che provengono da lontano, dall’epoca rinascimentale e poi dall’Illuminismo, cioè le fondamenta culturali sulle quali è stata costruita l’Europa intera, spiegano la Presidente Sabrina Alfonsi e l’Assessore alle Politiche Culturali del Municipio I, Cinzia Guido. “Un legame che ogni anno si rinnova e cresce, anche grazie al contributo di partner pubblici e privati che mettono a disposizione i loro spazi per ospitare eventi che hanno l’ambizione – attraverso il linguaggio universale dell’arte - di rappresentare la capacità della cultura, intesa in senso largo, di creare rapporti forti e duraturi tra le persone e i territori. Nonostante le difficoltà organizzative derivanti dalle misure di prevenzione, con tenacia e passione siamo riusciti a non mancare all’appuntamento con la Settimana francese, e vogliamo che questo rappresenti un segnale di speranza per la pronta ripartenza del mondo della cultura, che tanto ha sofferto a causa del covid 19”.

Il programma

 Anche in questa edizione, come nelle precedenti, vengono esplorate molteplici forme di espressione artistica, attraverso un programma di eventi che spazia dalla musica alla letteratura, dalla pittura al cinema.

Si comincia come da tradizione con la serata inaugurale di martedì 8 giugno alle ore 18 allo Stadio di Domiziano, con il recital Les Voyages dei Poeti, di Giancarlo Gori e Edoardo Viviani. Letture di poesie e prose di Pasolini, Ungaretti, Prevert, Sciascia, Ferrè, Hikmet accompagnate dal pianoforte di Luigi Petruzzui e dal sax di Paolo Tomassini che eseguono le musiche di grandi autori italiani e francesi.

Secondo appuntamento mercoledì 9 giugno alle ore 18 alla Casa Internazionale delle Donne con “Corpo”, performance di pittura estemporanea e letture poetiche ideata da Simona Sarti in collaborazione con Michel Patrin. I due artisti con le loro pennellate interagiranno insieme per realizzare una figura unica frutto delle loro emozioni, mentre una voce fuori campo leggerà brani che esprimono l’idea dell’equilibrio e del dono.
Giovedì 10 giugno ore 19,30 al Centro Giovani del Municipio I a Trastevere, “Omaggio a Simenon e Maigret” a cura del regista e attore Roberto Posse, con una lettura psicoanalitica del grande scrittore francese. Verrà proiettato il film “Maigret a Pigalle” di Mario Landi, prima pellicola italo-francese con l’attore protagonista Gino Cervi, uscita nel 1967 dopo le note serie televisive. La proiezione sarà preceduta da una conferenza della psicoanalista Rosa Romano Toscani, che approfondirà il rapporto tra Simenon e Maigret, considerato l’alter ego sul quale Simenon proiettava le sue aspirazioni e i suoi desideri.
Sabato 12 giugno alle 17.00 ancora a Trastevere, al Giardino di Vicolo del Cedro,1 presentazione del libro “Ho vissuto nei sogni”, una intervista a cuore aperto in cui l’attore francese Michel Piccoli si racconta all’amico Gilles Jacobs privilegiando l’aspetto emotivo e sentimentale. A cura di Mariagrazia Paturco e Jacqueline Zana-Victor.

Dopo la pausa domenicale la programmazione riprende lunedì 14 giugno, per la giornata conclusiva della settimana francese di quest’anno.

Alle ore 15.00 presso la sede dell’Archivio di Stato in S. Ivo alla Sapienza la conferenza – dibattito “Andrea Aguyar e il generale Thomas Alexandre Dumas, ufficiali repubblicani, eroi della libertà” con il sottotilo “Rimettere la storia al suo posto: un busto al Gianicolo per Andrea Aguyar e una nuova effigie del Generale Dumas a Parigi”. Un parterre di invitati molto ampio discute sulla necessità di rivalutare queste due figure storiche. Aguyar, ex schiavo uruguaiano, partecipò con Garibaldi alla difesa di Montevideo e poi fu ucciso nel 1849 nella battaglia per la difesa della Repubblica Romana. Thomas Alexandre Dumas, nato schiavo, divenne generale dell’esercito della Repubblica Francese, ed è il padre del grande scrittore Alexandre Dumas. La sua statua a Parigi fu abbattuta dai nazisti e mai ripristinata.

Sempre lunedì 14 giugno, alle ore 19.00 presso la Libreria Di Veroli dal !900 in Via Guicciardini, 5, l’evento multimediale “Fellini 100: l’immaginario onirico”, a cura di Sefano Palamidessi su musiche di Nono Rota, produzione Fabrica Harmonica Liberamente ispirato al Libro dei Sogni, il diario onirico in cui Federico Fellini dai primi anni 60 fino al 1990 appuntava e illustrava con disegni bizzarri le sue fantasticherie e i suoi incubi notturni, un viaggio coloratissimo nell’inconscio di un artista geniale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Municipio I, ritorna a Roma la "Settimana Francese": dall'8 al 14 giugno al via l'undicesima edizione

RomaToday è in caricamento