Martedì, 18 Maggio 2021
Cultura

Operaio licenziato dopo un post sulla sua fiction: Sabrina Ferilli "disposta a pagargli lo stipendio"

L'attrice romana è intervenuta, a seguito del licenziamento dell'operaio della ArcerMittal, che aveva invitato su Facebook a guardare la fiction "Svegliati Amore Mio"

Sabrina Ferilli nella fiction di Canale 5. Foto da Facebook @svegliatiamoremiomediaset

Era il 2 aprile scorso quando il sindacato Usb aveva annunciato lo sciopero in seguito al licenziamento di un lavoratore di ArcelorMittal, gruppo siderurgico di Taranto.

L'ingiusta decisione - denunciata dal sindacato - aveva fatto seguito ad un post pubblicato da Riccardo Cristello (il lavoratore licenziato) che invitava a guardare la fiction di Canale 5 "Svegliati amore mio". La serie tv, che vede protagonista Sabrina Ferilli, racconta la storia di un'acciaieria e denuncia l'inquinamento ambientale provocato dalle industrie.

Sabrina Ferilli disposta ad aiutare il lavoratore licenziato

In seguito all'episodio è intervenuta la stessa Sabrina Ferilli, offrendosi di pagare uno stipendio al lavoratore licenziato dall'ArcerMittal. A renderlo noto è stato il sindacato Usb di Taranto sottolineando che l'attrice romana si sarebbe offerta anche di sostenere le spese legali necessarie per fare ricorso contro il licenzialmento.

"Ringraziamo Sabrina Ferilli - ha dichiatato a LaPresse Francesco Rizzo, coordinatore provinciale del sindacato Usb di Taranto - per la sensibilità e la solidarietà dimostrate in queste ultime ore: l’attrice ha telefonato a Riccardo Cristello dopo aver appreso che il lavoratore dello stabilimento siderurgico di Taranto era stato licenziato. A Sabrina Ferilli - ha proseguito Rizzo - va il ringraziamento, mio e di tutto il sindacato che rappresento, per aver offerto al lavoratore la propria immediata disponibilità a sostenere le spese legali, oltre al pagamento di uno stipendio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operaio licenziato dopo un post sulla sua fiction: Sabrina Ferilli "disposta a pagargli lo stipendio"

RomaToday è in caricamento