Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cultura

Romani pazzi per l'Opera: fila lunghissima da ieri sera per gli abbonamenti al Teatro Costanzi

"La folla ordinata che riempiva stamattina l’atrio del Teatro – ha commentato il sovrintendente Carlo Fuortes – è per noi la conferma dell’interesse con cui viene accolta la nostra proposta musicale"

Già dalla tarda serata di ieri, giovedì 20, davanti al Teatro Costanzi, i più coraggiosi appassionati, muniti di sedioline pieghevoli, bottigliette d’acqua e magari un libro, si erano conquistati i primi posti di una fila autogestita, che è andata sempre aumentando fino a quando, stamattina alle dieci, sono stati aperti gli sportelli del Botteghino al Teatro dell' Opera di Roma.

È così iniziata la vendita dei nuovi abbonamenti per la prossima stagione 2018-19, che si aprirà il 2 dicembre con il Rigoletto di Giuseppe Verdi, diretto da Daniele Gatti e con la regia di Daniele Abbado.

 “La folla ordinata che riempiva stamattina l’atrio del Teatro – ha commentato il sovrintendente Carlo Fuortes – è per noi la conferma dell’interesse con cui viene accolta la nostra proposta musicale, volta ad offrire a Roma una stagione d’opera e di balletti di grande qualità. Negli ultimi tre anni gli incassi della biglietteria sono raddoppiati e da quanto vediamo questo dato sorprendente potrà crescere ancora nel futuro.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Romani pazzi per l'Opera: fila lunghissima da ieri sera per gli abbonamenti al Teatro Costanzi

RomaToday è in caricamento