rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cultura Prati / Via degli Scipioni, 82

Roma ritrova l'Azzurro Scipioni. Riapre la storica sala di Prati

L'intervento di Bnl e Bnp Paribas ha consentito la ristrutturazione e salvato lo storico cinema fondato da Silvano Agosti

Roma ritrova, dopo 3 anni, il Cinema Azzurro Scipioni. Decisiva la partnership con BNL e la Capogruppo BNP Paribas. In seguito alle difficoltà subite da tutte le sale cinematografiche italiane, per via della pandemia, sembrava infatti inevitabile la chiusura definitiva di questo luogo simbolo del cinema d’autore, che per 40 anni ha permesso agli artisti di incontrare il proprio pubblico.

Il gruppo bancario è però intervenuto finanziando una ristrutturazione dei locali e della sala, per darle nuova linfa ed aprire rinnovate prospettive di sviluppo sociale, economico e culturale. Da ieri sera il cinema ha ripreso la sua attività, mantenendo gli storici appuntamenti: la presenza nei weekend di Silvano Agosti - regista, sceneggiatore e fondatore del cinema Azzurro Scipioni - così da ripristinare le note chiacchierate con il pubblico; la programmazione di film d’essai da lui curata; la proiezione di opere prime di grandi autori e collaborazioni con realtà sperimentali.

Claudia Cattani, Presidente BNL BNP Paribas: "Il cinema - grazie all’arte di creare, raccontare e condividere storie - è veicolo di cultura oltre che fattore di sviluppo sociale e crescita economica; le sale cinematografiche sono i luoghi in cui tutto questo avviene, dove le persone si ritrovano per vivere un momento di condivisione. BNL e il Gruppo BNP Paribas hanno voluto che “Azzurro Scipioni” proseguisse nella sua opera evitandone la chiusura e con essa la fine di una storia, fatta di impegno e passione. Siamo partner del cinema dal 1935, tanto da aver contribuito alla realizzazione di oltre 5.000 film nazionali ed internazionali, patrimonio culturale negli occhi e nella memoria di tutti noi".

Corrado Azzollini, Presidente L’Immagine ETS: "E' un momento importante per l’Azzurro Scipioni, di rinascita e di fiducia nel futuro, dopo il rischio scongiurato di chiusura definitiva nel 2021. Ringraziamo BNL e il Gruppo BNP Paribas per il sostegno concreto, che ha permesso di preservare il patrimonio cinematografico di un luogo che per più di 40 anni è stato il simbolo del cinema d’autore nel cuore di Roma".

La storia del Cinema Azzurro Scipioni

Il cinema Azzurro Scipioni nacque nel 1983 da un’idea di Silvano Agosti, regista sceneggiatore e montatore, che lamentava l’impossibilità per film indipendenti di essere proiettati nelle normali sale cinematografiche. Egli desiderava creare un luogo dedicato ai capolavori senza tempo, al cinema d’autore, alle pellicole recenti e a tutte le sue opere personali. In quasi quarant’anni di attività, l’Azzurro Scipioni ha ospitato i grandi del cinema italiano: Antonioni, Fellini, Monicelli, Scola, Bertolucci, Bellocchio, e ancora Storaro, Piovani. Fedele al suo desiderio di far conoscere al pubblico opere di qualità, Agosti ha riportato sulla scena film spariti dalla programmazione, spesso dimenticati. Parallelamente a queste proiezioni, nelle sale del cinema si sono tenute numerosi eventi culturali, come i recital di poesia di primavera o i concerti estemporanei di grandi compositori per il cinema come Ennio Morricone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma ritrova l'Azzurro Scipioni. Riapre la storica sala di Prati

RomaToday è in caricamento