rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
L'inaugurazione / Nomentano / Via di Villa Torlonia, 6

Villa Torlonia, la Serra Moresca riapre al pubblico dopo 14 anni

Oltre 5 milioni di euro di investimento per far diventare un museo il complesso architettonico e naturalistico progettato nel 1839 da Giuseppe Jappelli

Ci sono voluti 14 anni, ma finalmente da mercoledì 8 dicembre la Serra Moresca a Villa Torlonia riaprirà al pubblico. Un lunghissimo periodo di recupero e restauro dell'architettura ispirata all'Alhambra, famosissima città murata di Granada, costato oltre 5 milioni di euro, ha portato all'inaugurazione di oggi alla presenza del sindaco Roberto Gualtieri e dell'assessore alla Cultura di Roma Capitale, Miguel Gotor. 

"Una ricchezza che ritorna patrimonio vivo di Roma - le parole del primo cittadino - , grazie a un lavoro di restauro magnifico, realizzato e concluso dopo tanto tempo. Ora riportiamo la bellezza in questo luogo, reinserendolo in un progetto didattico-museale che coinvolgerà sia i cittadini che le scuole. Uno spazio che contribuisce alla valorizzazione di una villa splendida, dove la cultura e l'arte si intrecciano".

La storia della Serra Moresca

Il complesso della Serra e della Torre è stato progettato nel 1839 dall'architetto veneto Giueppe Jappelli e fa parte del complesso di Villa Torlonia, nel Municipio II. La prima fase di restauro, dal 2007 al 2013, ha riguardato il recupero dell'edificio che versava in uno stato di profondo degrado, grazie a un investimento di circa 4.900.000 euro. Dopo un ulteriore lungo periodo di chiusura, che ha comportato una seconda fase di interventi soprattutto mirati alla bonifica della vegetazione cresciuta in maniera incontrollata (investimento di oltre 200.000 euro), è stato possibile allestire e mettere in esercizio l'intero complesso come spazio museale. 

I più recenti lavori di conservazione e allestimento sono stati progettato dall'architetto Maria Cristina Tullio con la direzione della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e l'esecuzione materiale di Zètema Progetto Cultura. 

Cosa prevede la visita

La visita inizia dalla Serra, un maestoso padiglione da giardino con una struttura in peperino, ghisa e vetrate policrome con al centro una fontana nuovamente attiva e una raccolta di palme, agavi, ananas e aloe che crescono grazie alla vocazione originaria dell'ambiente. Di seguito si passa attraverso una grotta artificiale (il "Nymphae Loci", luogo della Ninfa), con le cascatelle e i laghetti vissuti da ninfee e fiori di loto. Possibile infine la vista dal basso della Torre caratterizzata da ampie finestre dai vetri colorati. 

Orari d'apertura e costi

Da oggi, dunque, la Serra Moresca farà parte del circuito musale di Villa Torlonia e sarà aperta al pubblico dalle 10 alle 16 da martedì a domenica (fino al 31 marzo), mentre dal 1° aprile al 30 settembre si potrà visitare dalle 10 alle 19 con chiusura estiva a luglio e agosto. Il biglietto intero costerà 4 euro, quello ridotto 3 euro e sarà acquistabile alla biglietteria della Serra Moresca o a quella del Casino Nobile. 

La serra Moresca di Villa Torlonia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villa Torlonia, la Serra Moresca riapre al pubblico dopo 14 anni

RomaToday è in caricamento