Venerdì, 30 Luglio 2021
Cultura

Primo Maggio, la pioggia non ferma il popolo del concertone. Ilaria Cucchi commuove la piazza

L'ingresso di Ilaria Cucchi sul palco di piazza San Giovanni è stato il momento più emozionante della serata

Neanche la pioggia ha fermato il popolo del Concertone. Nonostante il cielo pumbleo e gli intensi temporali che si sono abbattuti nella Capitale tra il pomeriggio e la prima serata, in 200.000 hanno riempito piazza San Giovanni, colorata anche dagli ombrelli oltre alle solite bandiere e ai soliti balli. 

L'ingresso di Ilaria Cucchi sul palco di piazza San Giovanni è stato il momento più emozionante della serata. Chiamata sul palco da Ambra Angiolini, la sorella di Stefano Cucchi è stata accolta da un lunghissimo applauso e da un folla inneggiante il nome di suo fratello. Ilaria ha così esordito: "Stefano è morto come un ultimo tra gli ultimi. Stefano non era nessuno e di lui non importava niente a nessuno - continua Ilaria, commossa quando in migliaia nella piazza hanno gridato il nome del fratello - sentire il suo nome gridato qui in questa piazza significa che la battaglia che abbiamo portato avanti in questi anni non è stata inutile, abbiamo aperto un varco. Forse oggi abbiamo dimostrato che non bisogna mai smettere di crederci, mai smettere di indignarsi, mai cedere al pregiudizio, mai voltarsi dall'altra parte".

Su uno schermo gigante viene poi mostrata la foto di Ilaria in lacrime,  scattata il giorno della pronuncia della sentenza che assolveva tutti per insufficienza di prove. "Quella non era la nostra sconfitta  - continua Ilaria Cucchi, con indosso una maglietta con la scritta 'sulla mia pelle, sulla pelle di tuttì - ma era la giustizia che ammetteva il suo fallimento. Stefano Cucchi non era caduto dalle scale ma era stato violentissimamente pestato e di quelle percosse è morto".

Protagonista anche la musica, con gli omaggi a Battiato e De Andrè e la carrellata di artisti emergenti nel pomeriggio. In serata i big. Su tutti, ovviamente, Noel Gallagher, capace di incantare una piazza composta soprattutto da generazioni lontane dai suoi anni '90. Più in target i vari Carl Brave, Ghali, Gazzelle e Achille Lauro i più acclamati dai giovani. 

Pungente Ambra con la proposta di sgravi fiscali 2019 2020: "Quanti sgravi ci sono al concerto?", chiede ironicamente al pubblico facendo alzare la voce delle donne. "Lo sgravio e mio e me lo gestisco io", aggiunge in un secondo momento in un siparietto con Lodo Guenzi parafrasando un noto slogan femminista.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo Maggio, la pioggia non ferma il popolo del concertone. Ilaria Cucchi commuove la piazza

RomaToday è in caricamento