Cultura Monteverde

Cultura, il 5 marzo la seconda edizione del "Premio Monteverde Pasolini"

riconoscimenti saranno assegnati per le categorie solidarietà, informazione, cittadinanza, letteratura, teatro, cinema, arte, musica, radio, spor

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Il 5 marzo 1922 nasceva a Bologna Pier Paolo Pasolini. Un grande intellettuale italiano, difficile da racchiudere in un'unica definizione: pensatore, ma soprattutto precursore dei tempi, autore capace di vedere con anni di anticipo il futuro dell'Italia. Lo testimoniano le sue opere, le sue pellicole che, ancora oggi, sorprendono per attualità. Nel giorno di quello che sarebbe stato il suo novantesimo compleanno, si svolge la seconda edizione del “Premio Monteverde Pasolini - Le ragioni dei sogni, le visioni della realtà”, per la cultura, le arti, l'informazione e il sociale.
 
Il "Monteverde Pasolini" nasce da un’idea di Paolo Masini, consigliere del Pd di Roma Capitale e cittadino di Monteverde. Come si inserisce Monteverde nella vita di Pasolini? E' il quartiere con cui, fin dal 1954, anno del suo arrivo a Roma, Pasolini stabilì un legame indissolubile, come emerge anche dai riferimenti nella sua opera forse più celebre, “Ragazzi di vita”. L'edizione 2012 vede l'organizzazione anche dell'associazione culturale SAFADO e il coordinamento del presidente del Comitato scientifico, Gianni Borgna, già assessore alla Cultura di Roma.
 
L'appuntamento si pone come obiettivo l'affermazione di un messaggio positivo, vitale, legato alla modernità e alla portata universale del pensiero di Pasolini. Riprendendo le sue battaglie, i suoi spunti, vuole offrire una lettura concreta delle visioni del grande intellettuale della realtà odierna: il Monteverde Pasolini rappresenta un riconoscimento a quei personaggi e progetti che, provenienti dalle numerose realtà culturali, artistiche e sociali analizzate dal grande intellettuale, hanno interpretato e attualizzato il pensiero pasoliniano attraverso il loro impegno. I riconoscimenti saranno assegnati per le categorie solidarietà, informazione, cittadinanza, letteratura, teatro, cinema, arte, musica, radio, sport. Il premio, una medaglia in bronzo coniata su disegno di Patrizio Daniele, andrà 16 tra persone e categorie che si sono distinte nell'ultimo anno in questi campi. La cerimonia si terrà il 5 marzo al Teatro Vascello.
 
Tra gli ospiti della seconda edizione ci sono Ascanio Celestini, autore e attore teatrale, celebre per gl spunti di riflessione che riesce sempre a produrre, il giornalista della Rai Gianni Anversa, da sempre esperto di impegno sociale, il giornalista del Messaggero Claudio Marincola, autore di nuove pagine sulla tragica morte di Pasolini. E, ancora, i giornalisti Furio Colombo e Santo Della Volpe e i conduttori del Ruggito del Coniglio Marco Presta e Antonello Dose. Tra i premiati dell'edizione 2011 ci sono stati Laura Boldrini, Massimo Vallati, Aureliano Amadei, Valerio Piccion e Riccardo Iacona.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cultura, il 5 marzo la seconda edizione del "Premio Monteverde Pasolini"

RomaToday è in caricamento