menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di Steen Jepsen da Pixabay

Foto di Steen Jepsen da Pixabay

Papale papale, perché si dice così?

Alla scoperta del dialetto romanesco e dei modi di dire più comuni

Il dialetto romanesco è ricco di espressioni e modi di dire pittoreschi e antichi, alcuni dei quali sono tutt'oggi abbastanza utilizzati. Tra questi c'è anche "papale papale". Espressione veloce, immediata, spesso inserita in frasi informali, nel parlare di tutti i giorni appunto. Ma come nasce questo modo di dire e ha forse legami con il Pontefice?

Dopo aver scoperto qualche curiosità in più su "Cercà Maria pe' Roma" e "Si nun è zuppa è pan bagnato", oggi scopriamo tutto su "papale papale".

Cosa significa "Papale papale"

Solitamente l'espressione "Papale papale" viene utilizzata in riferimento a qualcosa che si vuole dire in modo chiaro. "Te lo dico papale papale" si usa dire. Il riferimento al Papa c'è ed è piuttosto immediato. Le parole del Pontefice, infatti, vengono ritenute chiare, veritiere, oneste. Da qui dunque l'utilizzo del gergo "papale papale" per riferire qualcosa in maniera trasparente, senza giri di parole, ma che arrivi dritta al punto. 

Perché si dice "Vecchio come er cucco"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
De Magna e beve

Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento