menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si accende il Natale a Grottaferrata: luminarie, presepi in vetrina e concerto in abbazia

Nell'anno della pandemia il Natale grottaferratese si accende di nuove iniziative volte a dare visibilità a eccellenze locali nel commercio e nella ristorazione

Luminarie e non solo per il Natale grottaferratese del 2020. Nell’anno tristemente caratterizzato dalla pandemia e dalle conseguenti restrizioni, la Città di Grottaferrata, nel rispetto massimo delle norme anti-contagio, ha scelto di dare sfogo a ulteriori forme di creatività.

L’accensione delle installazioni luminose avvenuta come da tradizione lo scorso 8 dicembre, giorno dell’Immacolata, è stata occasione per rivolgere un ulteriore pensiero al compianto vicesindaco Luciano Vergati che, anche quest’anno, è stato tra i massimi sostenitori dell’iniziativa.

Si accende il Natale in tutta Roma: da piazza Venezia all'Appio Claudio ecco gli alberi da ammirare in città

Nella medesima data ha preso inoltre il via la prima edizione della mostra diffusa intitolata Un Presepe in Vetrina. L’iniziativa nasce dalla collaborazione tra l’Amministrazione Comunale e le associazioni Grottaferrata Vera con l’Associazione Italiana Amici del Presepe. Le attività commerciali che aderiranno metteranno a disposizione lo spazio espositivo del loro negozio per ospitare l’opera di un maestro dell’arte presepiale, creando così una mostra diffusa per tutta la città.

Lo scopo dell’iniziativa è quello di valorizzare un’ antica tradizione italiana, tramandandola anche alle nuove generazioni.

“L’idea – spiega il consigliere delegato al Turismo, Alessandro Cocco - è quella di far diventare questa mostra un appuntamento annuale, apportando continue migliorie al format che nei prossimi anni potrà essere arricchito con laboratori nelle scuole, con un mercatino dedicato e con tutorial video da mandare on line. La diffusione poi negli esercizi commerciali – prosegue Cocco - vuol rappresentare anche un sostegno a tutto il commercio e stimolare l’arrivo di visitatori nella nostra città permettendo allo stesso tempo di rispettare le norme anticontagio, evitando forme di assembramento in un unico luogo”.

Iniziative in piazza e al Parco Patmos e Natale in Abbazia

Le altre iniziative legate al Natale avranno luogo domenica 13 dicembre quando, dalle 10 alle 18 in piazza Cavour è in programma la Pesca di Beneficenza a cura della Pro Loco di Grottaferrata il cui ricavato sarà devoluto in opere di carità per famiglie e cittadini in difficoltà. Alle 11 saranno ufficialmente inaugurati i Giardini di Patmos dopo il completamento dell’opera di riqualificazione.

Le celebrazioni del giorno di Natale presso il complesso dell’Abbazia di San Nilo saranno quest’anno in ricordo delle persone scomparse a causa del Covid-19 nel corso del 2020. Alle 11 in diretta streaming sarà trasmessa la Santa Messa di Natale. A seguire la prima edizione del Concerto di Natale di Musica Classica. La pianista Gilda Buttà e il violoncellista Luca Pincini eseguiranno sonate di Mozart e
Rachmaninov.

“L’Amministrazione comunale di Grottaferrata per le festività natalizie da vivere quest’anno in condizioni di grande difficoltà per molte famiglie e molte attività produttive, ha ritenuto fondamentale mettere al centro dell’attenzione ogni singolo cittadino, al fine di garantirne la serenità, cercando di assicurare il benessere per ciascuno e per la città stessa”, annota il sindaco Luciano Andreotti, presentando il programma di eventi.

“Con questo obiettivo – prosegue il sindaco – abbiamo pensato di dare luce alle tradizioni e alle eccellenze grottaferratesi, dando l’opportunità, nel limite delle restrizioni dovute alle norme anti-contagio, di vivere comunque la città, supportando il piccolo commercio e la ristorazione locale. Per questo, porgendo sin d’ora a tutti i cittadini gli auguri di buone feste – conclude Andreotti - voglio ringraziare in particolar modo: l’Associazione Commercianti di Grottaferrata, Vignaioli In Grottaferrata, GustatiGrottaferrata, la Pro Loco, la Consulta della Cultura, il Centro Socio-Culturale, Grottaferrata Vera, La Tua Grottaferrata e tutti i forni e le pasticcerie della città”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
De Magna e beve

Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Attualità

Coronavirus, a Roma 534 casi. Sono 1243 i nuovi contagi nella regione Lazio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento