rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cultura

Arriva il Natale all’Auditorium e alla Casa del Jazz

Tra gli eventi in programma grandi concerti e spettacoli, dal Roma Gospel Festival al Christmas World, il grande villaggio di Natale allestito all’Auditorium. Tutti gli eventi sono programmati dal 4 dicembre fino al 6 gennaio

E’ stato presentato oggi il Natale all’Auditorium della Fondazione Musica per Roma, un ricco calendario di grandi concerti e spettacoli che scalderanno l’atmosfera del Parco della Musica dal 4 dicembre fino al 6 gennaio.

Alla programmazione di oltre 50 concerti di musica pop, jazz e rock si aggiungerà il consueto Roma Gospel Festival, tra i più importanti festival gospel in Europa, che presenterà alcune delle migliori formazioni provenienti dagli Stati Uniti. A corredare gli spettacoli nelle sale, Christmas World, un grande villaggio di Natale allestito nell’area pedonale e sui giardini pensili dell’Auditorium, con un percorso espositivo che attraverserà le diverse atmosfere natalizie del mondo, mentre nella Cavea come da tradizione tornerà la pista di pattinaggio sul ghiaccio per il divertimento di grandi e piccoli.

I grandi concerti

In programma i protagonisti della musica italiana: dopo il successo dello scorso anno torna Eugenio Bennato (22/12) con il suo ultimo progetto Qualcuno sulla terra, interpretato dall’ensemble Le Voci del Sud, il sestetto vocale da lui recentemente fondato; grande ritorno anche per Carmen Consoli (26 e 27/12) che porterà sul palco della Santa Cecilia il nuovo tour teatrale Volevo fare la rockstar; in arrivo anche il concerto dantesco di Vinicio Capossela (28/12) che con Bestiale Comedìa festeggerà i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri; grande ritorno anche per Massimo Di Cataldo (26/12)  che proporrà i suoi più grandi successi e alcune delle più significative canzoni di celebri cantautori della musica italiana accompagnato dalla sua chitarra; ben quattro date per Nicola Piovani (26, 27, 28 e 31/12) che con il progetto La musica è pericolosa intratterrà il suo pubblico con un racconto musicale narrato dagli strumenti che agiscono in scena; e ancora grandi protagonisti del calibro della Premiata Forneria Marconi (31/12), con il tour PFM Canta De André che ha registrato 150 sold out, e di Giovanni Allevi (1/01) che con Estasi aprirà il nuovo anno con il live del  suo nuovo progetto discografico; ritorno d’eccezione anche per Vasco Brondi (2/01) con Una cosa spirituale, un progetto teatrale che spazierà tra canzoni, poesia, lettura, riflessioni. Tra le novità, in arrivo un’intera generazione di nuovi talenti: dal ‘post rock’ di Davide “Boosta” Dileo (8/12) al sound internazionale dei Mòn (11/12), al ritorno alla potenza ancestrale della tradizione siciliana di Eleonora Bordonaro (12/12), alle sonorità crossover del rock di H.E.R. (13/12) e al blues di Peppe Voltarelli (17/12). E ancora musica per tutti i gusti con il Canzoniere (4/12), Amore, Morte e Rock & Roll (5/12), il doppio concerto Indaco / Nuove Tribù Zulu (14/12) e la marching band Funk Off (15/12). Non mancheranno anche alcuni tra i più importanti jazzisti italiani, a partire da Fabrizio Bosso e Rosario Giuliani (7/12) che capeggeranno il quartetto completato da Alberto Gurrisi all'organo e Marco Valeri alla batteria, esibendosi in un repertorio dalle forti connotazioni ritmiche; e poi ancora Stefano Di Battista (1/01) in quartetto in un concerto dedicato a Lucio Dalla; infine quattro fuoriclasse del jazz italiano si incontreranno per una serata unica e irripetibile: Enrico Rava, Danilo Rea, Roberto Gatto e Dario Deidda (3/01) condurranno il pubblico in un viaggio musicale attraverso standard jazz, canzoni italiane e brani pop.

Roma Gospel Festival

Fondazione Musica per Roma e IMF Foundation presentano cinque tra i più importanti gruppi spiritual e gospel contemporaneo provenienti dagli Stati Uniti con una programmazione che dal 23 dicembre scalderà l’atmosfera del Natale all’Auditorium fino al gran concerto di Capodanno. La selezione delle formazioni vocali spazia tra vari stili, dal tradizionale al contemporaneo, dal rhythm'n blues al pop, suggellando il festival tra i più ricercati e di maggior successo d’Europa. Si inizierà con Eric Waddell & The Abundant Life Singers (23/12) uno dei gruppi di spicco di Baltimora, per poi passare il giorno di Natale con un doppio concerto del più famoso e longevo coro gospel d’America, l’Harlem Gospel Choir (25/12). Il giorno successivo sarà la volta di Light of Love (26/12) uno dei gruppi femminili più originali del suo genere che propone un gospel moderno ed elettrizzante. A seguire tre date per Dennis Reed & Gap (27, 28 e 29/12), formazione che introduce e mescola sapientemente le sonorità e gli stili più moderni come r'n'b e hip hop; Dennis Reed sarà inoltre protagonista negli stessi giorni di un workshop di formazione. Chiuderà il festival Emmanuel Djob by The Gospel River (30 e 31/12), una delle figure più interessanti della scena black del nuovo decennio.

I progetti speciali di Natale

Il Natale all’Auditorium si arricchirà di progetti pensati appositamente per le festività: si inizierà il 21 dicembre con la Jumpin’ Jive Orchestra (21/12) e i tradizionali canti di Natale arrangiati in chiave swing dal maestro Massimiliano Ciafrei; seguiranno i Cartoon Heroes (23/12), gli storici cantanti originali delle sigle tv, insieme sullo stesso palco, con repertori unificati per divertirsi proprio nella settimana natalizia con i cartoni animati dagli anni ‘70 ad oggi. Grande attesa per lo spettacolo di Edoardo Leo (29 e 30/12), che presenterà Ti racconto una storia, letture serie e semiserie, un reading-spettacolo con musiche di Jonis Bascir, che raccoglie appunti, suggestioni, letture e pensieri dell'attore e regista romano, dall'inizio della sua carriera ad oggi. Immancabile l’appuntamento con La Chiarastella (5 e 6/01), un progetto originale di Ambrogio Sparagna con l’Orchestra Popolare italiana, giunto alla sua quindicesima edizione, che anche quest'anno proporrà il repertorio musicale tradizionale, tipico del periodo natalizio, con un viaggio che raccoglierà canti dalle Alpi alla Sicilia e con strumenti musicali originali dove spiccheranno zampogna, ciaramella, organetto, ghironda, torototela, tofa e tanti altri. Attesissimo, infine, il ritorno di Mimmo Cuticchio (6/12), uno dei più importanti eredi della tradizione dei cuntisti siciliani e dell'Opera dei Pupi, che presenterà Sulle Vie dell’Inferno, un nuovo spettacolo tratto dalla Prima Cantica della Divina Commedia.

La notte di Capodanno in Auditorium

Come di consueto saranno tre gli appuntamenti nelle sale dell’Auditorium per festeggiare l’arrivo del Nuovo Anno: ai canti gospel dell’acclamato Emmanuel Djob by The Gospel River in Sala Sinopoli si aggiungerà infatti lo spettacolo di Nicola Piovani in Sala Petrassi, che porterà i suoi spettatori in un viaggio musicale che vedrà l’esecuzione di brani teatralmente inediti e nuove versioni di brani più noti, arrangiati ex-novo per l’occasione. Infine la sala Santa Cecilia accoglierà il grande concerto della Premiata Forneria Marconi che travolgerà il pubblico con il suo stile unico e inconfondibile che combina la potenza espressiva della musica rock, progressive e classica in uno spettacolo di grande successo internazionale, PFM canta De André.

Swinging Christmas, Natale alla Casa del Jazz

Anche alla Casa del Jazz arriva Swinging Christmas, un cartellone di concerti speciali pensati per il periodo delle feste. Martedì 21 e mercoledì 22 dicembre l’orchestra di otto elementi capitanata dal batterista e compositore Bruno Biriaco, la Bruno Biriaco Saxes Machine, formazione che fa ormai parte della storia del jazz del nostro paese, propone un modo diverso di avvicinarsi al Natale, con A Christmas Concert, concerto dedicato ai grandi autori che lo hanno celebrato con le canzoni più belle da White Christmas a Silent Night, da Let it Snow a Jingle Bells, rilette con l’energia che solo il Jazz più di tutti sa dare. Martedì 28 Giorgio Cuscito, nelle vesti di pianista, rielaborerà i classici della tradizione secondo la propria sensibilità, ospitando la voce di Eva e la tromba di Nicola Tariello, due tra i più interessanti giovani talenti del panorama jazzistico.  Mercoledì 29 dicembre tocca a Red Pellini e Riccardo Biseo Quintet, un binomio che da anni porta avanti la più pura tradizione del Jazz Mainstream basato sulla estemporaneità e freschezza tipica delle grandi jam session di swing che si ascoltavano negli anni d'oro del Jazz, attingendo al repertorio dei più noti compositori della storia come Gershwin, Porter, Ellington.  Per il nuovo anno martedì 4 e mercoledì 5 gennaio sarà la volta di Conosci Mia Cugina? The italian swing, uno swing show a trecentosessanta gradi con una band composta da 7 elementi, una macchina del tempo per rivivere il sound degli anni ’30, ’40 e ’50 del Novecento Italiano e per omaggiare artisti come Renato Carosone, Fred Buscaglione, Natalino Otto, Trio Lescano, Gorni Kramer, Lelio Luttazzi, che hanno reso grande la musica italiana nel mondo.

Le Mostre

A partire dalle festività natalizie l’Auditorium sarà impreziosito dalla presenza di una grande retrospettiva dedicata all’artista Adrian Tranquilli, nell’Auditorium Garage – il rinnovato spazio espositivo di oltre 1000 mq che la Fondazione Musica per Roma dedica all’arte contemporanea. L’artista torna ad esporre nelle istituzioni pubbliche della Capitale dopo diversi anni di assenza, presentando per l’occasione oltre cinquanta opere attraverso un percorso inedito, fatto di installazioni ambientali di forte impatto visivo.

Dall’8 dicembre al 9 gennaio, Musica per Roma in collaborazione con Fondazione Modena Arti Visive, intende riproporre per il secondo anno un’installazione di fotografia contemporanea in forma di slideshow, proiettando dal tramonto all’alba sulla cupola della Sala Sinopoli, una foto al giorno per 33 giorni. Per la seconda edizione, dal titolo Human Scape, si è scelto di porre l’attenzione sulle persone: i volti delle donne e degli uomini raccontano la vita, le speranze, le sofferenze, le lotte dell’umanità attraverso le immagini provenienti da tutto il mondo e da diversi periodi storici, che vanno dal secondo dopoguerra al XXI secolo.

Verrà aperta al pubblico dall’11 dicembre 2021 al 9 gennaio 2022 la mostra retrospettiva – organizzata dall’Accademia Nazionale di Santa Cecilia in collaborazione con la Fondazione Musica per Roma, il CRM Centro Ricerche Musicali e con il sostegno di Leonardo – dedicata a Paolo Ketoff, figura poliedrica e centrale dell’avanguardia musicale che ha profondamente influenzato la musica e la cultura sonologica cinematografica degli anni Sessanta e Settanta.  La mostra propone una retrospettiva delle straordinarie invenzioni tecnologiche legate al lavoro di Paolo Ketoff.

Le visite guidate

Da sabato 4 dicembre riprendono le visite guidate all’Auditorium nel fine settimana, ogni ora dalle 11.30 fino alle 16.30.  Ogni domenica la visita guidata delle 11.30 C’era una volta l’Auditorium Parco della Musica sarà dedicata ai bambini dai 5 anni accompagnati. Durante le festività natalizie inoltre avranno luogo visite guidate speciali dedicate ai Musei Archeologici e all’Arte Contemporanea in Auditorium.

Dal 4 dicembre al 9 gennaio, inoltre, l’Auditorium Parco della Musica accoglierà Christmas World, una grande mostra realizzata in collaborazione con il Municipio Roma II, volta a celebrare il Natale e promuovere le differenze che impreziosiscono ogni cultura. Sarà possibile viaggiare tra le atmosfere natalizie di tutto il mondo attraverso un percorso espositivo che vedrà protagonisti i monumenti iconici delle città esplorate, realizzati artigianalmente dai più apprezzati artisti italiani del settore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva il Natale all’Auditorium e alla Casa del Jazz

RomaToday è in caricamento