menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sei 'na pila de facioli, che vuol dire questa espressione?

Alla scoperta del dialetto romanesco e dei modi di dire più diffusi

Sei 'na pila de facioli (o 'na pentola de facioli). Ma perché si dice così, qual è il significato di questa espressione ancora molto diffusa tra i romani?

Il dialetto romanesco è andato un po' a scomparire negli anni, ma alcuni modi di dire sono rimasti nel linguaggio comune. E' il caso di "papale papale" di "avecce prescia" e altri. Oggi scopriamo qualcosa in più su "esse 'na pila de facioli".

Questa espressione nasce dal rumore che la pentola (detta pila in romanesco) di fagioli fa quando bolle l'acqua. Quel borbottio, quel rumore costante ricorda il parlare incessantee di alcune persone, il loro essere petulanti, insistenti, il loro perseverante borbottare che, proprio come quella pentola di fagioli, ti entra nell'orecchio in maniera seccante.

Per questo quando una persona parla troppo e senza sosta i romani sono soliti dirgli : "Certo che sei 'na pila de facioli" o "una pentola de facioli" appunto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Notizie

Blocco traffico a Roma: domenica 24 gennaio niente auto nella fascia verde

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    "Ma che c'hai prescia?", cosa significa e perché si dice così

  • Sicurezza

    Come eliminare l’odore di fumo in casa

  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento