È morta Franca Valeri: pochi giorni fa aveva compiuto 100 anni

Si è spenta nella sua casa di Roma. La camera ardente da domani mattina al teatro Argentina

E' morta Franca Valeri. L'attrice, nata a Milano nel 1920, aveva appena compiuto 100 anni il 31 luglio.  Si è spenta intorno alle 7.40 nella sua casa di Roma, circondata dall'affetto della famiglia. A diffondere la notizia l'agenzia Ansa. 

La camera ardente sarà aperta domani, lunedì 10 agosto, al Teatro Argentina di Roma. L'apertura al pubblico è prevista dalle ore 17 alle 21.

"Sono arrivata 99 anni perché non ho mai messo l’amore al primo posto". Così Franca Valeri raccontava lo scorso anno il segreto della sua longevità in un'intervista rilasciata al Corriere della Sera. Alle spalle due grandi storie d'amore, con Vittorio Caprioli e con Maurizio Rinaldi, e una figlia adottata, Stefania Bonfandelli, classe 1967 e soprano italiano.

Franca Valeri, marito: i due grandi amori

Con il marito Vittorio Caprioli, attore e regista, il matrimonio è durato dal 1960 al 1974 e insieme, nell'immediato dopoguerra, fondarono il Teatro dei Gobbi, dove Valeri portò le sue (presto iconiche) maschere. "È l’uomo della mia vita", disse invece di recente a proposito di Maurizio Rinaldi, il suo ultimo compagno, direttore d'orchestra con cui è cominciata dopo il divorzio dell’attrice.

I messaggi di cordoglio

"Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato ai familiari un messaggio di cordoglio per la scomparsa di Franca Valeri, attrice versatile e popolare, che rimarrà nel cuore degli italiani per la sua grande bravura e la sua straordinaria simpatia". Lo fa sapere il Quirinale in una nota.

"Ci ha lasciato una grande donna. Geniale, poliedrica, sempre in anticipo rispetto ai cambiamenti dei tempi attraversati nei suoi cento anni di vita. Lascia un vuoto, ma anche una grande eredità nel cinema, nel teatro, in tutta la cultura italiana", il ricordo del ministro per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo, Dario Franceschini.

"Ci lascia un'eredità immensa di bravura, professionalita', impegno civile e ironia". Lo scrive su Facebook il segretario del Pd e presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. 

"Profondo dolore per la morte di Franca Valeri. Attrice amatissima dagli italiani per i suoi personaggi indimenticabili che hanno raccontato l'Italia con garbo e umorismo. Roma si stringe intorno alla famiglia". Così su Twitter la sindaca di Roma, Virginia Raggi.

"Aveva da poco compiuto 100 anni Franca Valeri e oggi ci lascia. Roma si stringe attorno al suo ricordo, ai suoi cari. Diciamo addio a una grande personalita' e una splendida persona divenuta parte delle nostre vite con il teatro, la televisione e il cinema: ci ha raccontato la nostra storia e la nostra societa' con acume e fine ironia". Cosi' Luca Bergamo, vicesindaco di Roma con delega alla Crescita culturale. 

La biografia

Nata a Milano il 31 luglio 1920, vero nome Franca Maria Norsa, Franca è stata attrice, sceneggiatrice e drammaturga di teatro e di cinema, inimitabile per la geniale ironia che sapeva infondere nei suoi personaggi e per l'innata capacità di osservazione. Milanese d’adozione fin dagli anni Cinquanta, è stata contraltare perfetto e paritario dei grandi nomi della comicità della commedia all’italiana, al cinema e nel teatro. In un mondo prevalentemente maschile, dominato dalle figure titaniche e corrosive come Alberto Sordi e Totò, Franca Valeri è stata altrettanto caustica e brillante.

Passa dal cinema alla televisione, mentre il teatro è e resta la sua casa d’elezione, e dà vita a donne dalla personalità forte, cinica e tagliente, dalla signorina snob milanese alla romana Sora Cecioni, nata per il piccolo schermo a “Studio Uno”.

A 93 anni calca ancora indomita le tavole del palcoscenico, si racconta con sincerità disarmante in libri (come nell’autobiografia “Bugiarda no, reticente”) e incontri pubblici, appoggia da attrice causa come l’occupazione del Teatro Valle e quella del Cinema Palazzo a Roma. 

L'ultima intervista di Franca Valeri risale a un paio di settimane fa, quando ha commentato insieme al settimanale Oggi un traguardo significativo come quello dei 100 anni. Frasi brevissime, raccolte da chi le sta più vicino, a cui con la consueta arguzia e ironia ha confessato: "Urca...ma davvero è passato così tanto tempo? Ma lo sai che non mi sembra? Non me ne sono proprio accorta. Tutto quello che è successo nella mia vita mi sembra successo da poco… toh!". 

Tra le gioie più grandi aveva citato "il debutto con I Gobbi a Parigi" (era composta da Alberto Bonucci e Vittorio Caprioli, nel ’49 arriva la Valeri). Tra i colleghi ricorda con più affetto Vittorio De Sica "un gentiluomo geniale… Ho adorato la Callas e nutro da sempre una grande stima per la Loren. Mi chiama spesso, è molto affettuosa".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro commerciale Maximo, c'è la data di apertura. Primark e non solo: ecco le news sui negozi presenti

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Si spegne l’Auchan di Porta di Roma: lo spettro dell’esubero su 250 lavoratori

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento