menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giorno della Memoria, due monumenti del Verano protagonisti di una raccolta fotografica "per non dimenticare"

Il "Muro del Deportato" e il "Monumento agli Ebrei deportati" sono le immagini evocative che rappresentano il cimitero monumentale della Capitale

In occasione del "Giorno della Memoria" AMA Cimiteri Capitolini ha collaborato con Utilitalia – Sefit alla realizzazione di una raccolta fotografica dal titolo “I monumenti e le lapidi nei cimiteri italiani per non dimenticare”, in cui sono state inserite le immagini di due luoghi simbolo che si trovano all’interno del Verano, il cimitero monumentale di Roma: il “Muro del Deportato” e il “Monumento agli Ebrei deportati”.

Il Muro del Deportato, sacrario romano delle vittime della deportazione nazista nei campi di concentramento, è un’imponente esedra in pietra sperone lunga 34 metri e alta 6, eretta, come testimonia la sua iscrizione, “A ricordo dei 2.728 cittadini romani eliminati nel campi di sterminio nazisti”. La grandiosa quinta dispiega una lunga sequenza di nomi, riportando alla memoria fatti e tragedie che ebbero origine nei nove mesi di occupazione nazista della città di Roma, dall’8 settembre 1943 al 4 giugno 1944. Al centro del Muro, in una piccola edicola con iscritto il monito “Mai più”, viene conservata l’urna con le ceneri provenienti da vari lager nazisti.

Il Monumento agli Ebrei deportati ricorda i 2.091 ebrei romani vittime delle deportazioni. Inaugurato il 16 ottobre 1952, è dedicato al giorno dell’anniversario del tragico rastrellamento del Ghetto (16 ottobre 1943), cui seguì la partenza del convoglio diretto al campo di Auschwitz con 1.023 ebrei, dei quali solo 16 superstiti sarebbero tornati alla fine della guerra.

Fig 01-2

L’obiettivo della raccolta fotografica, nella quale il cimitero monumentale della Capitale è rappresentato da queste due immagini evocative, è offrire spunti di riflessione per ricordare le vittime delle leggi razziali, della persecuzione e della deportazione, individuando nei cimiteri italiani i luoghi deputati alla custodia della memoria.

“I monumenti e le lapidi nei cimiteri italiani per non dimenticare”, oltre che sui canali di Utlilitalia - Sefit, è consultabile e scaricabile anche dal sito www.cimitericapitolini.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento