rotate-mobile
Cultura Centro Storico / Via del Corso

I Maneskin, da via del Corso al trionfo all’Eurovision: così la band romana ha scalato il tetto d’Europa

Sui social i video e le fotografie delle esibizioni della band romana a via del Corso, jeans e t-shirt: davanti la custodia della chitarra aperta per le offerte. Già al tempo infiammavano il pubblico

Dai concerti in strada, a via del Corso, alla vittoria all’Eurovision Song Contest 2021: ne hanno fatta di strada i Maneskin, la band romana, emersa dal talent X-Factor (nel 2017 arrivarono secondi dietro a Licitra ndr.), dopo la vittoria di Sanremo ha conquistato anche la finale di Rotterdam riportando l’Italia sul tetto d’Europa. Prima di loro solo Toto Cutugno e Gigliola Cinquetti . 

I Maneskin: dai concerti a via del Corso al trionfo all'Eurovision

L'esibizione della band romana sul palco dell'Eurovision Song Contest 2021 è stata una delle più applaudite, ha infiammato il pubblico presente all'Ahoy Arena e quello incollato ai televisori. E’ l’effetto Maneskin lo stesso che la band generava nei passanti di via del Corso quando, appena quattro anni fa, era solita esibirsi in strada. Look meno ricercato, t-shirt e jeans, niente trucco: quattro adolescenti a fare musica, buona musica, nel centro di Roma. Accanto a loro mimi e ballerini di break dance. Davanti la custodia della chitarra aperta per le offerte e un cartello, scritto con il pennarello: “Maneskin”. Un nome che oggi manda in visibilio migliaia di fan: da quelli della prima ora, agli acquisiti in anni di grandi successi e performance straordinarie, dai grandi nomi della musica italiana come Vasco Rossi, Loredana Bertè ed Emma Marrone a quelli dello scenario internazionale, Simon Le Bon dei Duran Duran su tutti. 

La Roma dei Maneskin

I Maneskin partiti da via del Corso e arrivati sul tetto d’Europa. Emersi dall’underground della musica romana e proiettati sui palchi di tutto il Mondo. Resta forte il legame della band con la città. E’ a Roma che sono nati i Maneskin, tra Monteverde e Bravetta

La Roma dei Maneskin, da Monteverde a Bravetta: e nella band sul calcio è derby

Liceo linguistico Montale per il frontman Damiano David, un passato tra le fila dell’Eurobasket con la società a celebrare con soddisfazione ogni successo del suo ex atleta, dopo Sanremo l’Eurovision: “Una soddisfazione dopo l'altra per i nostri colori” - hanno scritto dal club sui social postando la foto dei Maneskin in trionfo a Rotterdam. 

Nata in una band di adolescenti e poi consolidata tra i banchi di scuola, questa volta al liceo Kennedy, l’amicizia tra il chitarrista Thomas Raggi e la bassista Victoria De Angelis. Entrambi classe 2000. "Vic", l’unica donna della band, ha origini danesi: è stata lei ad ispirare il nome del gruppo, dal danese “chiaro di luna”. Figlio d’arte, papà regista, Ethan Torchio: il batterista dei Maneskin. Da un paese della provincia di Frosinone è arrivato nella band rispondendo ad un annuncio sui social.

I Mankeskin orgoglio di Roma

I Maneskin orgoglio di Roma e d’Italia. "Strepitosi i Maneskin che conquistano l'Eurovision Song Contest e da Roma portano la musica italiana sul tetto d'Europa. Complimenti ragazzi!" - l’omaggio della sindaca Virginia Raggi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I Maneskin, da via del Corso al trionfo all’Eurovision: così la band romana ha scalato il tetto d’Europa

RomaToday è in caricamento