menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto ANSA/ETTORE FERRARI

Foto ANSA/ETTORE FERRARI

La Roma dei Maneskin, da Monteverde a Bravetta: e nella band sul calcio è derby

Liceo linguistico Montale per il frontman Damiano, Victoria e Thomas amici da bambini e compagni al Kennedy: la vittoria a Sanremo "dedicata al quel prof che ci diceva di stare zitti e buoni"

I Maneskin vincono Sanremo 2021 e portano Roma sul gradino più alto della 71esima edizione del Festival. Giovani, graffianti, animo rock: talmente coinvolgenti che con la loro “Zitti e buoni” hanno messo d’accordo tutti, critica e pubblico. 

La Roma dei Maneskin: da Monteverde a Bravetta

Maneskin romani “de Roma”. Si perchè la band uscita da X-Factor ma consacrata al successo (disco d’oro per “Chosen”) ancor prima di lasciare il talent affonda le proprie radici nella Capitale: tra Monteverde e Bravetta, i primi passi nei club di periferia e del centro storico. La gavetta nell'underground romana prima di scalare tutte le classifiche musicali.

Maneskin, chi è il frontman Damiano David: il liceo e il basket

Damiano David, il frontman, nasce a Roma nel 1999. E’ il più grande del gruppo. Grande voce, carisma e carica. Tatuaggi e trucco con il kajal in grado di esaltare lo sguardo profondo: con il suo stile da “fashion gipsy” è ormai tra i sex symbol del panorama musicale italiano. Rapporto complesso con la scuola: due bocciature al liceo linguistico Eugenio Montale prima di dedicarsi totalmente alla musica. E’ con i Maneskin che ha trovato la sua strada. L’indomani del successo sul palco dell’Ariston lo celebra anche l’Eurobasket, la società romana di pallacanestro che ha avuto Damiano tra i suoi atleti: “Lo conosciamo bene: qualche anno fa giocava a pallacanestro, nella nostra città di Roma... proprio nel nostro settore giovanile”. 

Maneskin vinto Sanremo-2

Victoria De Angelis, l'unica donna della band: ha ispirato il nome del gruppo

Nata in una band di adolescenti e poi consolidata tra i banchi di scuola, questa volta al liceo Kennedy, l’amicizia tra il chitarrista Thomas Raggi e la bassista Victoria De Angelis. Entrambi classe 2000. "Vic", l’unica donna della band, ha origini danesi: è stata lei ad ispirare il nome del gruppo, dal danese “chiaro di luna”. 

Figlio d’arte, papà regista, Ethan Torchio: il batterista dei Maneskin. Da un paese delle provincia di Frosinone è arrivato nella band rispondendo ad un annuncio sui social. Famiglia numerosa e allargata, tra il set cinematografico e la batteria, la prima ricevuta a cinque anni, ha scelto quest’ultima. Ritmo altissimo a dettare il sound dei Maneskin. 

I Maneskin secondi a X-Factor "come la Roma": nel gruppo è derby

Quando nel 2017 ad X-Factor arrivarono secondi dietro Lorenzo Licitra, la presero con filosofia: “Come la Roma. E’ la più forte e arriva sempre seconda” - disse il frontman Damiano in un’intervista a La Repubblica, non nascondendo la passione per i colori giallorossi. Thomas Raggi è invece laziale. 

In queste prime serate del Festival di Sanremo, alcune delle migliori esibizioni sono state quelle dei Måneskin ? Il...

Pubblicato da Eurobasket Roma su Giovedì 4 marzo 2021

Zitti e buoni, i Maneskin: "La dedichiamo a quel prof"

A Sanremo il gradino più alto del podio è loro. “Dedichiamo questa vittoria a quel prof che ci diceva di stare sempre zitti e buoni” - la prima dedica ufficiale dei vincitori di Sanremo 2021. “Abbiamo fatto la rivoluzione” - hanno poi scritto i Maneskin sui social. Increduli di aver vinto il Festival con la loro “bomba rock”. 

Maneskin vincono-2

Maneskin incoronati da Vasco e Manuel Agnelli 

Una band già incoronata dal rocker italiano per eccellenza: “Maneskin, i miei preferiti” - aveva svelato giorni fa Vasco Rossi. 

“Sono orgogliosissimo di questi ragazzi che hanno saputo crescere e andarsi a prendere quello che gli spettava con coraggio, naturalezza, sincerità e tantissima passione. Ha vinto il festival una band di rock and roll, che significa che ha vinto il festival chi non si è adattato al festival - chi ha rivendicato la propria personalità musicale e non. Chi ha cercato di essere diverso. Certo ci vuole un talento grande come il loro per riuscirci. Ma quando questo talento c’è, e in loro c’è, bisogna difenderlo e onorarlo, portargli rispetto e mostrarlo con orgoglio. Ecco io questi ragazzi li mostro con orgoglio. Mi avete fatto sentire a casa, ancora una volta. Mi avete fatto divertire tantissimo. Mi avete fatto stare bene” - il commento via Instagram di Manuel Agnelli, loro coach ai tempi di X-Factor. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento