Sabato, 12 Giugno 2021
Cultura

Il Colore della Pelle: in libreria il secondo romanzo di Alessandro Cappella

Dopo i racconti de "La Cinquecento Blu" lo scrittore originario di Olevano Romano si è cimentato in un unico racconto

Alessandro Cappella ed il suo ultimo romanzo "Il colore della pelle"

"Il colore della pelle", è uscito in libreria il secondo romanzo di Alessandro Cappella, poeta e scrittore. Dopo i racconti de "La Cinquecento blu", il romanziere originario di Olevano Romano ha infatti pubblicato il suo secondo lavoro. Un unico racconto, il primo per l'autore, dove si intrecciano le vite dei tre protagonisti dell'avvincente romanzo. Una narrazione in terza persona che proietta il lettore in due modi di intendere la stessa vita, ma con sguardi diametralmente opposti. Tre vite, tre persone, Betto, Andrea e soprattutto Ayanna, giovane ed avvenente prostituta nigeriana. 

Ambientato fra Roma e la provincia capitolina, proprio attorno alla figura di Ayanna, da cui prende il nome del romanzo, Alessandro Cappella ci racconta le vite dei tre protagonisti mostrandoci uno spaccato della nostra società ancora legata alle tradizioni ma aperta al multiculturalismo. Un racconto che ci fa comprendere come il razzismo, la paura del diverso, del “Colore della pelle”, faccia ancora parte di molti di noi, considerata la prassi, la normalità, proprio da parte di coloro che dovrebbero fare dell’amore per il prossimo e della tolleranza la loro missione di vita.

Fede, amicizia, famiglia ed amore. Sentimento ma anche tragedia, la gioia della nascita che segue sempre un lutto, la vita ed il suo ciclo, dalla terra all’uomo, in un crescendo di emozioni e scenari inaspettati in cui alla fine trionferà il sentimento, quello nobile.

L'autore: Alessandro Cappella

Alessandro Cappella nasce il 17 luglio 1942 a Olevano Romano, in provincia di Roma. Vive in paese fino al 1961, dopodiché si trasferisce a Roma insieme alla propria famiglia. Sul finire degli anni sessanta pubblica qualche breve lavoro di poesia su antologie di autori emergenti. C’è poi una lunga pausa dovuta agli impegni lavorativi e, solo sul finire degli anni novanta, riprende a praticare la sua antica passione di scrittore e di poeta, che si concretizza nella pubblicazione di una raccolta di poesie dialettali intitolata “Paese mé, partecipando a concorsi letterari e collaborando a riviste ed antologie. 

Edito da Barkov editore, il romanzo di Alessandro Cappella verrà presentato prossimamante ad Olevano Romano ed è acquistabile su tutte le piattaforme delle librerie romane e nazionali, in versione cartacea ed ebook. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Colore della Pelle: in libreria il secondo romanzo di Alessandro Cappella

RomaToday è in caricamento