Lunedì, 26 Luglio 2021
Cultura

"Lago di Eventi", estate di manifestazioni al Lago di Bracciano

Da metà a fine luglio un ricco cartellone di appuntamenti a due passi da Roma

Da venerdì 16 luglio tanti appuntamenti con l'intrattenimento, la musica, i cantautori e artisti di qualità a Bracciano.

Il Comune di Bracciano ha organizzato il mese ricco di eventi: “Siamo lieti – ha dichiarato il Sindaco di Bracciano Armando Tondinelli – di presentare sei imperdibili appuntamenti con manifestazioni di rilievo che animeranno la nostra bella città. Anche quest'anno Bracciano vola alto e ringrazio l’Assessore alla Cultura Claudia Marini e il direttore artistico Antonio Pizzolla per l'impegno nel mantenere alto il livello qualitativo del calendario estivo di eventi”.

Saranno sei gli appuntamenti da non perdere per due settimane estive con un “Lago di eventi”.

Il calendario nel dettaglio

Venerdì 16 luglio è atteso il cantautore Bungaro in concerto con una esibizione coinvolgente all'insegna di belle canzoni. Produttore artistico e talent scout, autore e compositore, Bungaro si muove tra diversi territori dell'arte, spaziando dalla canzone d'autore al cinema al teatro. Ha prodotto il disco Oro e Ruggine di Eramo & Passavanti. Ha collaborato e collabora con voci illustri quali Fiorella Mannoia, Malika Ayane, Ornella Vanoni, Antonella Ruggiero, Anna Tatangelo, Nicky Nicolai, Grazia Di Michele, Massimo Ranieri, Gianni Morandi, Lara Fabian e tanti altri. Ha inoltre collaborato con artisti quali Paola Cortellesi, Donatella Finocchiaro, Neri Marcorè, Rocco Papaleo, Paolo Buonvino, Ambrogio Sparagna.

Sabato 17 sarà la volta della “Ciao RinoTribute band” con omaggio a Rino Gaetano. Lo spirito di Rino Gaetano è portato avanti da CiaoRino, un progetto artistico nato nel 1999 da una idea di Alessandro D'Orazi e Gianfranco Mauto, due musicisti appassionati del cantautore calabrese, ai quali si sono poi aggiunti Paolo Fabbrocino, Peppe Mangiaracina, Giuseppe Russo e Riccardo Corso. CiaoRino, nei propri spettacoli, reinterpreta e ripropone così tutto questo repertorio, dai grandi successi (Gianna, Ma il cielo è sempre più blu, Nuntereggae più) ai brani più graffianti ed impegnati (Mio fratello è figlio unico, Ti Ti Ti Ti, L'operaio della Fiat 1100), passando per quelle più ironiche e divertenti (Glu Glu, I love you Marianna, A.D. 4000 d.C.) fino alle canzoni più delicate ed intense (Sfiorivano le viole, Rosita, Io scriverò, Cerco), portando sul palco, a distanza di oltre trent'anni, la musica senza tempo del cantautore scomparso nell’81.

Venerdì 23 luglio, un appuntamento da non perdere con “I Carosoni”, omaggio al grande Maestro Renato Carosone. Renato Carosone, gli anni 50 e la vitale curiosità di sei validissimi musicisti. La storia dei Carosoni inizia così. Spiccano nel panorama italiano perché hanno saputo reinterpretare lo spirito giocoso e leggero del maestro, con sincerità artistica e una buona dose di autoironia. Già da subito, la band ha chiara in mente quell’idea che trova le radici negli anni ’50, nell'eredità incancellabile del padre della canzone jazzata, riprendendone i fili, le trame musicali ed espressive. In poco tempo I Carosoni diventano band di culto, grazie alle numerose ed entusiasmanti esibizioni dal vivo, arricchite da ammiccanti deja vù sonori e invenzioni musicali graffianti e divertenti. Il talento dei sei musicisti, veri giocolieri della musica, condito dalla consapevolezza di fare dell'ottima musica, si traduce in quella che è un'interpretazione a tratti cabarettistica, a tratti di struggente malinconia, in uno spettacolo di grande energia e di emozioni allo stato puro.

Sabato 24 luglio suggestivo appuntamento con la “Mirko Casadei Popular Folk Orchestra”. Figlio di Raoul Casadei "Il Re del Liscio" e il pronipote di Secondo Casadei (autore di Romagna mia e di oltre 1000 brani e fondatore dell'orchestra Casadei nel 1928), Mirko respira musica fin dalla nascita. Guida l'Orchestra Casadei con il progetto di portare avanti una tradizione fondata nel 1928, che appartiene a tutti gli italiani, con grande attenzione al ricambio generazionale. Con il suo pop-folk, Mirko Casadei ha infatti portato una ventata di novità, proponendo nuovi sound attraverso le tante contaminazioni musicali che ha realizzato nei suoi live: Mark Ribot, Richard Gallianò, Simone Cristicchi, Modena City Ramblers, Paolo Fresu, Morgan, Eugenio Bennato, L'Orchestra Popolare della Notte della Taranta, Paolo Belli, Il Canzoniere Grecanico Salentino, Roy Paci, Goran Bregovic, Frankie Hi-NRG MC, Gloria Gaynor, Kid Creole and the Coconuts, Mario Reyes, Elio e le Storie Tese, Claudio Baglioni, Nomadi, Irene Grandi, Eugenio Finardi ecc..

Venerdì 30 luglio è atteso “Pensieri e parole d’autore”, viaggio nella musica d'autore italiana. Un percorso suggestivo nel cantautorato italiano, i grandi successi e i grandi nomi che hanno formato la musica italiana. Cantautore è colui o colei che canta le proprie canzoni, oltre a scriverne parole e musica. Sebbene sia riscontrabile già negli anni Venti, questo tipo di artista, sospeso fra canzone e poesia, emerge definitivamente negli anni Sessanta e giunge a occupare un posto centrale nel mercato discografico a partire dai Settanta, quando diventa la principale alternativa al pop/rock internazionale. Il cantautore ha incrinato un meccanismo da sempre alla base della produzione di canzoni: la tripartizione fra compositore, paroliere e interprete. La “canzone d’autore” persegue una propria poetica originale attraverso l'uso di un linguaggio meno convenzionale, musiche, timbri e arrangiamenti meno stereotipati ma affascinanti e intramontabili.

Sabato 31 Luglio grande chiusura con Antonella Ruggiero, Una voce Una fisarmonica Antonella Ruggiero, considerata universalmente une delle voci più intense e suggestive del panorama musicale italiano, negli anni ha mostrato la sua curiosità sperimentando diverse forme sonore e artistiche. Dopo il percorso con i Matia Bazar, durato quattordici anni e una pausa di sette anni, Antonella Ruggiero ha ripreso la sua attività nel 1996, spaziando dalla musica sacra al jazz, passando per la musica ebraica, portoghese, orientale e della tradizione popolare. Una voce, una fisarmonica è un progetto nato e pensato in due: la Voce è chiaramente quella sublime ed evocativa della Ruggiero, la Fisarmonica invece prenderà vita fra le mani di Renzo Ruggieri, straordinario musicista jazz di fama internazionale.

Foto da Facebook @comunedibracciano

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Lago di Eventi", estate di manifestazioni al Lago di Bracciano

RomaToday è in caricamento