menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giulia Penna, Crediti Linda Provini

Giulia Penna, Crediti Linda Provini

Giulia Penna: "Mi porto dietro la mia romanità". Alla scoperta della cantante di "Sparisci Please" e un "bacio a distanza"

L'intervista alla cantante romana con milioni di followers sui social che ha da poco presentato il nuovo singolo "Sparisci Please"

Oltre un milione di follower su Instagram e TikTok, milioni di views su Youtube, un singolo "Bacio a distanza" che la scorsa estate ha avuto un incredibile successo, vantando importanti collaborazioni con artisti del calibro di J-Ax, Clementino e Francesco Sarcina. Lei è Giulia Penna, 28enne romana, milanese di adozione.

Giovane, ironica, talentuosa e felicissima di presentare il suo nuovo singolo "Sparisci please", appena uscito. Un brano che racconta la fine di una storia turbolenta, in cui una ragazza, che inizialmente soffre molto per essere stata lasciata, poi si scopre più forte. Una canzone in cui emerge la contrapposizione tra un tema forte e un motivo musicale spensierato. 

"Preferisco definirmi una cantante e una creator sul web più che una tik-toker - esordisce Giulia Penna - perché mi piace creare contenuti per il web". Una passione, quella per i social e tutto il mondo online che, racconta l'artista a RomaToday, è nata solo in un secondo momento: "Ho iniziato partecipando ad alcuni concorsi canori, sono stata artista di strada, poi un giorno ho deciso di mettere su Facebook delle cover di canzoni note, cantante da me in dialetto romanesco, nelle quali ironizzavo sugli uomini".

Proprio questi video postati sul social network hanno fatto accendere la lampadina a Giulia. La potenza virale di quei contenuti ha fatto intuire alla cantante romana che i social potevano essere per lei un trampolino di lancio: "Sono stati il mio palcoscenico", dice lei.

La musica di Giulia Penna

La musica per Giulia Penna è come un diario in cui scrive emozioni, racconta situazioni della vita di tutti i giorni o prende ispirazione da ciò che le accade intorno. "La mia musica è me", sintetizza. Lei è un'artista indipendente, che nel tempo ha saputo crearsi un team di ragazzi giovanissimi i cui sogni convergono tutti nell'ambito artistico. 

Roma l'ha lasciata da alcuni anni per lavoro, ma la Capitale è sempre nel suo cuore: "Sono cresciuta a Colle Prenestino - racconta a RomaToday - sono nata e ho vissuto per moltissimi anni a Roma, mi sono trasferita a Milano da soli 4 anni, ma continuo a fare avanti indietro, perché a Roma ho la mia famiglia".

A Milano si trova bene ma Roma è sempre nelle sue canzoni: "La romanità è una mia caratteristica forte sia nel parlato che nella musica. Ho girato a Roma anche il video clip della canzone 'Zero favole' e ho portato lì il regista da Milano, per girarlo tra Trastevere e Monti".

L'amore per Roma traspare dalle parole di Giulia Penna che, almeno con il cuore e con la sua arte, non ha alcuna intenzione di lasciare la sua città: "Mi piace portarmi dietro Roma, lo si sente nella pronuncia delle parole durante i brani, il mio obiettivo è essere sempre sincera nella musica e nella vita e il mio accento e le mie origini mi rendono autentica".

Non pensa troppo al futuro Giulia Penna, il successo lo vive giorno dopo giorno facendo grande autocritica, il suo segreto principale è fare tutto con assoluta naturalezza, il sogno "poter vivere un giorno di musica".


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento