rotate-mobile
Cultura

Festival di Pasqua 2023: musicisti ucraini e russi riuniti a Roma per la pace

I concerti al Pantheon e nelle Chiese della Capitale a partire dal 1 aprile

Il Festival di Pasqua, la prestigiosa manifestazione di spettacolo fondata nel 1998 da Enrico Castiglione, grande ambasciatore della musica e dell’opera italiana nel mondo come regista e scenografo di teatro musicale, giunge quest’anno alla sua ventiseieisma edizione consecutiva, offrendo a Roma dal 1 aprile al 28 maggio 2023 la sua tradizionale programmazione concertistica di Musica Sacra durante la Settimana Santa della Pasqua, nelle più importanti e monumentali chiese e basiliche della capitale e sempre ad ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Dopo esser stato il primo festival della città di Roma ad esser ripartito con la presenza del pubblico ai propri concerti all’indomani della lotta contro la pandemia da Covid-19, l’intera programmazione del Festival di Pasqua si svolgerà nel suo periodo tradizionale con un’attesissima XXVI edizione tutta dedicata alla Pace, tema dominante mai scontato, la cui ricerca è sempre più difficile, e della Solidarietà, sempre mai del tutto sufficiente, con una serie di iniziative speciali che culmineranno in occasione del Concerto della Domenica di Pasqua trasmesso come da tradizione dalle maggiori reti televisive internazionali.

La programmazione della XXVI edizione del Festival di Pasqua

La XXVI edizione del Festival di Pasqua avrà dunque il suo inizio solenne sabato 1 aprile, alle ore 18.30, con il Concerto Inaugurale che si svolgerà nella monumentale cornice del Pantheon di Roma sotto il patrocinio del Perinsigne Capitolo della Basilica di Santa Maria ad Martyres Pantheon di Roma e che vedrà la partecipazione del prestigioso Coro della Cappella Musicale del Pantheon e l’Ensemble di Ottoni del festival di Pasqua sotto la direzione di Michele Loda: in programma il rarissimo repertorio della musica gregoriana e polifonica, arricchito da brani anche come il celebre “Te Deum” di Marc-Antoine Charpentier, insieme a pagine di autori come Giovanni Gabrieli, Tomas Luis de Victoria, Henry Purcell, Georg Friedrich Händel, Antonio Lotti. In serata, alle ore 20.30, secondo Concerto alla Basilica dei Santi Dodici Apostoli, con l’organista Silvano Frontalini, che oltre a brani di Johann Sebastian Bach e di Pëtr Il'ič Čajkovskij eseguirà brani di Sergej Rachmaninov, di cui quest’anno ricorre il 150° anniversario della nascita, nato proprio il 1° Aprile 1873.

Subito dopo la giornata inaugurale, che rappresenta un momento di particolare invocazione della pace, il Festival di Pasqua 2023 inizia la propria intensa attività concertistica della Settimana Santa con numerosi appuntamenti, tra cui la Domenica delle Palme 2 aprile con il Concerto dell’Ensemble del Festival di Pasqua nella bellissima Chiesa di San Silvestro al Quirinale, che di rado ospita concerti, proponendo alle ore 18.30 un repertorio godibilissimo di musica sacra con musiche di Tommaso Albinoni, Antonio Vivaldi, Pietro Mascagni, Vincenzo Bellini e Giuseppe Verdi. 

Mercoledì 5 aprile, nella bellissima Basilica di San Crisogono a Trastevere, il “Concerto per la Pace” vedrà la Schola Cantorum e l’Orchestra del Festival di Pasqua, insieme al Coro della Cappella Giulia della Basilica di San Pietro, eseguire il Requiem di Gabriel Fauré insieme a pagine di musica sacra di Sergej Rachmaninov in occasione del 150° anniversario della nascita del grande compositore russo. A dirigere, sul podio, troveremo il direttore d’orchestra Stefano Sovrani, coadiuvato dal soprano Sarah Agostinelli e dal baritono Giorgio Carli.

La XXVI edizione del Festival di Pasqua entrerà poi nel vivo della sua programmazione con i tradizionali concerti della Settimana Santa che da oltre vent’anni costituiscono il cuore della sua attività. Tra i tanti appuntamenti di musica sacra, numerosi saranno i concerti per organo dedicati all’esecuzione integrale della musica di Johann Sebastian Bach e di Sergej Rachmaninov, con il ritorno di un organista d’eccezione come Silvano Frontalini, nonché all’esecuzione dei tradizionali mottetti di Giovanni Pierluigi da Palestrina nel Triduo Pasquale del giovedì, venerdì e sabato santo, con il Coro della Cappella Giulia della Basilica di San Pietro guidato dal decano Mons. Pablo Colino, che offriranno un cammino spirituale all’interno della Musica Sacra sempre molto seguito e partecipato. 

Il Festival di Pasqua sarà nuovamente la prima manifestazione al mondo a far suonare insieme musicisti ucraini e russi riuniti eccezionalmente insieme a Roma per i concerti della Settimana Santa nell’Orchestra del Festival di Pasqua, “grazie alla nostra programmazione e allo splendore della Musica Sacra ispirata al Cristianesimo vogliamo ancora una volta dimostrare che la musica è per eccellenza l’unico linguaggio universale che può unire e non disunire – come ha dichiarato lo stesso Enrico Castiglione – perché in questo mondo sempre più arido e sterile la musica ci insegna che si può e si deve essere tutti fratelli, tutti amici e non nemici. Per questo motivo ho voluto che quanche quest’anno la nostra Orchestra fosse formata non solo da valenti musicisti italiani, che soprattutto anche da musicisti ucraini e russi come modello di fratellanza e di pace. Una presenza dal forte impatto emotivo e simbolico, a testimoniare ancora una volta che si può suonare insieme in piena armonia di sentimento e di partecipazione all’insegna della straordinaria musica che grandi compositori d’ogni epoca hanno scritto come testimonianza di bellezza, di amore e di trascendentale”. 

Il tradizionale “Concerto di Pasqua”, che da 26 anni rappresenta l’evento di punta dell’intera manifestazione, si svolgerà nella maestosa cornice della Basilica di Sant’Andrea della Valle Domenica 9 aprile 2023, alle ore 20.30, e si avvarrà eccezionalmente di un’orchestra formata da musicisti russi ed ucraini, riuniti sotto la direzione di Stefano Sovrani, con la partecipazione del soprano olandese di origini americane Lisa Houben, star della musica lirica internazionale, con la regia televisiva dello stesso Enrico Castiglione e la valorizzazione di Urban Vision.

“Siamo molto felici di sostenere il Festival di Pasqua per questa edizione 2023 – ha dichiarato Gianluca De Marchi, amministratore delegato della Urban Vision – un evento che in 26 anni di attività è diventato un appuntamento unico e importante per la città di Roma. Urban Vision è da sempre vicina a questo tipo di manifestazioni, poiché in linea con il nostro impegno di restituire bellezza alle città e soprattutto ai cittadini che la vivono. In questo senso, c’è una grande affinità con il Festival di Pasqua poiché, nel tempo, ha riportato in vita attraverso la musica uno straordinario patrimonio artistico custodito nella Capitale, quello del Cristianesimo, che ne rappresenta identità e storia”.

Il “Concerto di Pasqua” offrirà un vasto repertorio di arie e brani di Musica Sacra tra i più popolari ed amati, come quelli di Antonio Vivaldi, Johann Sebastian Bach, Wolfgang Amadeus Mozart, Alessandro Stradella, Georges Bizet, Pietro Mascagni, Giacomo Puccini e sarà a tutti gli effetti un “Concerto per la Pace” dalla forte valenza simbolica, che si avvale quest’anno degli auspici della Commissione Cultura della Camera dei Deputati presieduta dall’On. Federico Mollicone.

             Infine, non poteva mancare un omaggio ancora più imponente al 150° anniversario della nascita di Sergej Rachmaninov, che è stato molto attivo nel comporre Musica Sacra, con l’esecuzione della celeberrima Veglia per tutta la notte  op. 37 nella Basilica di Sant’Andrea della Valle per il “Concerto di Pentecoste” del 28 Maggio 2023, evento speciale che concluderà ufficialmente la XXVI edizione del Festival di Pasqua. La Schola Cantorum del Festival di Pasqua, il Coro della Cappella Giulia e l’Orchestra del Festival di Pasqua saranno diretti da Colin Attard.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festival di Pasqua 2023: musicisti ucraini e russi riuniti a Roma per la pace

RomaToday è in caricamento