rotate-mobile
Cultura

La Festa della Musica 2021 apre l'estate a Roma: come partecipare

Roma Capitale invita musicisti e appassionati ad omaggiare l’arrivo dell’estate suonando e cantando fino alle 24

Il 21 giugno torna a Roma la Festa della Musica. Roma Capitale invita musicisti e appassionati ad omaggiare l’arrivo dell’estate suonando e cantando fino alle 24 presso esercizi pubblici che hanno spazi all’aperto (giardini, rientranze per esempio) o esibendosi presso i propri spazi privati come cortili e terrazze in accordo con gli altri condomini e richiedendo eventuali autorizzazioni agli amministratori degli stabili.

Nell'edizione 2021, per rispettare le indicazioni governative di non creare assembramenti per affrontare l’emergenza Covid-19, non sono consentite le esibizioni nei luoghi pubblici all’aperto (strade, piazze, parchi…).

La Festa della Musica, lanciata per la prima volta in Francia nel 1982 dall’allora Ministro della Cultura Jack Lang, torna nella Capitale anche quest'estate, rispettando tutte le disposizioni sanitarie di contenimento dell’epidemia da COVID-19.

Lo spirito che Roma Capitale vuole mantenere, però, è lo stesso della prima Festa: un evento che dal 1985, anno europeo della musica, si ripete il 21 giugno in tutta Europa e non solo.

La Festa della Musica di Roma 2021 è promossa da Roma Culture, Dipartimento Attività Culturali, realizzata in collaborazione con SIAE, con il supporto di Zètema Progetto Cultura e aderisce alla Festa della Musica del Ministero della Cultura, Associazione italiana per la Promozione della Festa della Musica (coordinamento nazionale).

Come partecipare alla Festa della Musica 2021

Si può partecipare alla Festa della Musica di Roma 2021 durante tutta la giornata del 21 giugno fino alle 24, suonando e cantando presso esercizi pubblici che hanno spazi all’aperto (giardini, rientranze, per esempio) o altrimenti esibendosi presso propri spazi privati come cortili e terrazze in accordo con gli altri condomini e richiedendo eventuali autorizzazioni agli amministratori degli stabili. (Si specifica che per questa edizione, per rispettare le indicazioni governative di non creare assembramenti per affrontare l’emergenza Covid-19, non sono consentite le esibizioni nei luoghi pubblici all’aperto come strade, piazze, parchi…).

Si può partecipare sia come musicista che come semplice esecutore appassionato. La Festa è aperta a ogni tipo di musica, da quella classica al reggae, dall’elettronica al pop, e tutti possono prendervi parte. C'è tempo fino alle 23.59 del 17 giugno per iscriversi ed entrare a far parte del programma ufficiale della Festa della Musica di Roma 2021 (qui li link).

Il programma delle iniziative sarà pubblicato sul sito culture.roma.it. Potrà essere consultato secondo criteri geografici, di fasce orarie e per parole chiave. Il programma sarà in continua evoluzione. Non è necessaria alcuna autorizzazione: basta iscriversi sul sito e seguire le indicazioni previste per le agevolazioni SIAE.A seguito dell’accordo tra Roma Capitale e la SIAE, infatti, tutti coloro che suoneranno all’interno della Festa della Musica di Roma 2021 avranno accesso alle condizioni agevolate previste per il 21 giugno.

Le esibizioni saranno, pertanto, libere e gratuite nella volontà di aderire alla Festa, senza alcuna forma di selezione da parte dell’Amministrazione Capitolina. Si richiede il rispetto dei regolamenti vigenti, dei regolamenti condominiali e delle regole di buon vicinato, nonché delle disposizioni adottate dai competenti organi per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19. Le esibizioni musicali non dovranno essere correlate ad alcun messaggio o promozione di carattere politico e non dovranno diffondere messaggi offensivi o di violenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Festa della Musica 2021 apre l'estate a Roma: come partecipare

RomaToday è in caricamento