Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Musica e la scoperta di una Roma antica, le passeggiate notturne di "A-Ghost City"

Sette tappe. Sette porte della città da cui partire. Il tutto sotto lo sfondo musicale offerto dagli artisti, letture di testi antichi e la conoscenza di una Roma notturna d'agosto che dorme, ma non solo

 

Abbiamo passeggiato con loro nella notte di ieri, 29 agosto, penultima tappa organizzata da Stalker - prossimo ed ultimo appuntamento giovedì 31 agosto - seguendo il percorso in partenza da Porta Pia. Tappe spesso scelte spontaneamente come ad esempio il parcheggio multipiano della zona dei Parioli, trasformato in palcoscenico per un breve concerto.

Il progetto A-ghost City (Nightwalks) è una proposta di Stalker, collettivo artistico che ha all'attivo una ventennale attività di ricerca e pratica sul territorio, con particolare attenzione alle aree di margine e ai vuoti urbani, ed inserito nella lunga programmasìzione dell'Estate romana. 


La modalità di intervento di Stalker è sperimentale, fondata su pratiche spaziali esplorative, di ascolto, relazionali, conviviali e ludiche. Da qui la costruzione delle “camminate notturne” attraverso le quali si vuole mostrare ai partecipanti la Roma notturna. Quella “Ghost city” visibile nelle notti d'agosto “dove la città è deserta ed più facile da esplorare – spiega Maria Pia Bevilacqua, referente della comunicazione di Stalker – alla fine di ogni percorso, e per ogni tappa della città toccata, sulla mappa contenuta sul nostro sito viene messa una luce, una stella, con lo scopo di tracciare una costellazione”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento