Domenica, 19 Settembre 2021
Cultura

E Lucevan le Stelle: otto visite guidate del cielo di Roma

Dall'8 agosto al 30 settembre, dalle 21 alle 24, grandi e piccini sono invitati ad ammirare i magnifici gioielli del firmamento in otto location diverse della città. E a battezzare una nuova costellazione all'hashtag #Elucevanlestelle

Otto appuntamenti serali per osservare il cielo al telescopio dalle location più suggestive della città, dal centro storico alla Tuscolana, dall'Aurelia alla Nomentana fino al Gianicolo. E lucevan le stelle è è l'iniziativa promossa da Roma Capitale, assessorato alla Crescita culturale, dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, elaborata dagli astronomi del Planetario con la supervisione della Direzione "Musei Scientifici e Planetario - Museo Civico di Zoologia". 

Dall'8 agosto al 30 settembre, dalle 21 alle 24, grandi e piccini sono invitati ad ammirare i magnifici gioielli del firmamento come la Luna, Saturno, Giove, Nettuno, Marte, le stelle cadenti, tanti altri astri e sarà anche l'occasione per individuare anche la Stazione Spaziale Internazionale. In contemporana si potrà individuare una nuova e misteriosa costellazione, definita dalla disposizione geografica delle otto diverse location. Collegando tra loro - come se fossero stelle - le piazze, i parchi e gli altri luoghi pubblici dislocati in diversi quartieri, dal centro alla periferia, si otterrà una rete dalla forma suggestiva. Spetterà al pubblico "battezzare" questa nuova costellazione sui social networks, collegandola all'hashtag #Elucevanlestelle.

Le serate saranno animate da visite guidate al cielo, in cui gli astronomi illustreranno stelle e costellazioni con un apposito puntatore laser e con un amplificatore portatile. La narrazione spazierà dalle mitologie delle costellazioni alla natura dei fenomeni celesti più attesi, alle notizie più recenti riguardanti i corpi celesti. 

Ogni serata affronterà un tema storico - astronomico, al quale si farà riferimento sia nella narrazione delle visite guidate, sia nella scelta degli astri da osservare con il telescopio. Le osservazioni di "E lucevan le stelle" si ispirano in parte al progetto urbanistico di Papa Sisto V che, secondo alcune fonti storiche (piuttosto controverse), intendeva allacciare le principali basiliche romane riproducendo sulla pianta della città il disegno della costellazione dell'Orsa Maggiore, con la Basilica di San Pietro in posizione da Stella
Polare.

Un invito dunque ad una grande osservazione collettiva del cielo, per creare una sorta di arena astronomica, un'occasione di svago ed emozione ma anche di condivisione culturale e di aggregazione sociale. "Con le linee programmatiche abbiamo preso l'impegno di dedicare alla scienza e alle sfide che ci pone, un ruolo importante nella crescita culturale di Roma - dichiara l'assessore alla Crescita culturale Luca Bergamo - è un impegno cui abbiamo dedicato lavoro e incontri già in questi primi giorni di mandato. Con E lucevan le stelle facciamo un primo, piccolo ma significativo passo per iniziare nuovamente ad alzare lo sguardo verso il cielo. Non per dimenticare i mali che affliggono Roma e le nostre società, ma per ricordarci che la voglia di esplorare, inventare, di costruire il futuro sono indispensabili per cambiare il nostro tempo. E per cominciare a raccontare a cittadini romani e turisti che la scienza è di casa a Roma"

CLICCA SU CONTINUA PER SCOPRIRE IL CALENDARIO

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E Lucevan le Stelle: otto visite guidate del cielo di Roma

RomaToday è in caricamento