Giovedì, 18 Luglio 2024
Cultura

Da Torvaianica a Los Angeles, la storia di Daniele che scrive la musica delle serie tv americane

In uscita la sit com con brani interamente suoi

È una voce squillante e piena di entusiasmo quella di Daniele, che dall’altra parte del mondo, ci risponde al telefono per raccontarci la sua storia. Da dove iniziamo? Da Torvaianica, la sua terra. E poi continuiamo con la musica, con Giorgia, l’amore della sua vita e con la sua famiglia. Tutti pezzi di un puzzle che hanno reso il ventottenne romano un compositore di successo a Los Angeles. Oggi firma la musica di serie tv e ha tanti progetti in cantiere. In Italia? Forse. 

L'amore per la sua famiglia, la musica e la band 

La musica in casa Truocchio, a Torvaianica Alta, c’è sempre stata. “Ho imparato a conoscerla attraverso i miei genitori, mio padre è sempre stato incline alla musica, poi è diventato carabiniere ma ha tramesso a noi figli la sua passione e ci ha sempre spronato a perseguirla. Addirittura comprava le auto adeguate affinché potessero contenere i nostri strumenti quando da ragazzini andavano in giro a suonare”. La gioia di Daniele, oggi 28enne, è tale da contagiare anche chi ascolta le sue parole e i suoi racconti. “La band che avevamo messo insieme con i miei due fratelli Antonio e Emanuele – che si è poi arricchita di altri elementi – si chiamava Pipoka, che in brasiliano vuol dire scoppiettante come i pop corn, ce lo ha suggerito il primo presentatore di piazza che abbiamo conosciuto, diceva che noi eravamo proprio così”.

L'incontro con Giorgia 

La band, la musica, le prove in una piccola scuola di musica a Pomezia per prepararsi ai concerti. È così che Daniele, all’epoca anche scout, ha trovato l’amore. “Con Giorgia stiamo insieme da undici anni, 4 anni fa ci siamo sposati e sì, ci siamo conosciuti grazie alla musica”. Lei, amica della cantante della band andava a seguire le prove e tra un accordo e l’altro è scoppiata la scintilla. 

daniele-e-giorgia-2

L'idea di diventare 'film composer'

La musica, prima di ogni cosa. “Praticavo molti sport ma poi li ho lasciati tutti, anche il calcio che mi piaceva abbastanza ma preferivo studiare. Frequentavo il liceo, il conservatorio, lezioni private. Ero piccolissimo quando ho iniziato con la chitarra”. Un incontro importante nella vita di Daniele è stato senza dubbio quello con Amedeo Tommasi, collaboratore di Ennio Morricone. “Lui mi raccontava le scene mentre suonava, su questa nota accade questo, adesso quest’altro, mi diceva e io ho scoperto che esisteva un lavoro che non immaginavo possibile”.

La borsa di studio a Berklee e il trasferimento a Los Angeles

Daniele ha vinto una borsa di studio per Berklee, Università di Boston e fin da subito ha fatto i conti con la realtà: partire avrebbe significato disporre di molti soldi. Non si è perso d’animo, ha iniziato a lanciare una raccolta fondi “Non ho guadagnato tantissimo ma è stato importante”. Poi l’ospitalità di una famiglia locale che ha reso tutto meno difficile. A Los Angeles è arrivato da Berklee quando ha deciso che l’ultimo anno del college sarebbe stato di ‘film scoring’ (colonna sonora). “Quando sono arrivato qui ho capito subito una cosa: non me ne sarei mai più andato perché qui è davvero possibile realizzare i propri sogni. Ci sono tante opportunità, cioè se io sogno un progetto a Los Angeles so che è possibile. Ma certo, l’Italia mi manca, la mia famiglia e il pranzo della domenica più di tutto”.

I suoi principali lavori

Da qui numerosi tirocini, la musica per i primi cortometraggi e pian piano i successi hanno iniziato a diventare realtà. È stato giudice del 2022 Internship Program della Television Academy Foundation, che è considerato uno dei tirocini dell’industria televisiva più importanti al mondo. “Ho da poco composto le musiche per il Documentario "The Relentless One" insieme al rinomato compositore Michael Suby” ha detto. E ancora: Per il cortometraggio "In Between" la mia colonna sonora (che ho tra l'altro rilasciato come mio album di debutto su tutte le piattafome streaming), ha recentemente vinto tre premi: migliore Colonna Sonora con menzione d'onore al Global Film Festival Awards, miglior Tema Principale (Main Theme) al New York International Film Awards (dove sono anche stato nominato per il premio "migliore colonna sonora"), miglior Tema Principale (Main Theme) al Oniros Film Awards” e poi “A fine 2021 sono stato selezionato ed entrato a far parte della Academy of Television Arts & Sciences (gli Emmys) come National Voting Member del Music Peer Group”.

daniele-studio-2

La prima sit com con le sue musiche

Tra i progetti imminenti: “Questa estate dovrebbe uscire la prima serie televisiva le cui musiche sono firmate interamente da me e si chiama "A Sitcom for Gio" di Oral Ellis”. Daniele ha collaborato a oltre 100 episodi di colonne sonore televisive mainstream, tra cui Legacies (The CW), God Friended Me (CBS), Pretty Little Liars (Freeform), Roswell, New Mexico (The CW), film Extremely Wicked Shockingly Evil e Vile (Netflix). ), Ghosts of War (Miscellaneous Entertainment), così come il documentario 3 volte nominato agli Emmy The Weight of Success e The Relentless One, di cui ha recentemente collaborato con l'acclamato compositore Mike Suby. E chissà che il suo talento non lo riporti in Italia, anche solo per una colonna sonora. Vedremo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Torvaianica a Los Angeles, la storia di Daniele che scrive la musica delle serie tv americane
RomaToday è in caricamento