rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cultura

"Daje e daje pure li piccioni se fanno quaie", che vuol dire il proverbio romano

Alla scoperta del dialetto romanesco, di detti e proverbi e del loro significato

Ci sono tanti modi di dire romani, ancora molto usati oggi nel linguaggio comune. E poi ci sono i proverbi, a volte meno usati, ma molto rappresentativi, immediati, divertenti ed è per questo che vale la pena conoscerli.

Alcuni proverbi romaneschi, in realtà, vengono anche utilizzati nel parlato quotidiano ma quasi mai ci si ferma a pensare al loro significato. Oggi scopriamo cosa vuol dire il proverbio: "Daje e daje pure li piccioni se fanno quaie".

Fa "er giro de Peppe", perché si dice così?

Daje e daje pure li piccioni se fanno quaie, significato

Un detto che fa simpatia, già solo a pronunciarlo ma che, lo mettiamo subito in chiaro, non ha nulla a che fare con la caccia, con il cibo, ne tanto meno con la magia.

E' quel proverbio con cui i romani vogliono dire: "Prova e riprova anche i piccioni possono diventare quaglie", ossia è un invito a non arrendersi mai, a provare e riprovare perché prima o poi si riuscirà nell'impresa, anche in quella che appare impossibile.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Daje e daje pure li piccioni se fanno quaie", che vuol dire il proverbio romano

RomaToday è in caricamento