Giovedì, 29 Luglio 2021
Cultura Appio Latino / Via Gino Capponi

Coronavirus, nasce Recovid: il gioco da tavolo sulla quarantena che aiuta una ludoteca in crisi

Per sostenere una ludoteca messa in crisi dal Coronavirus, è stato ideato un nuovo gioco. Si può scaricarlo online. Obiettivo è “non impazzire durante la convivenza”

Superare indenne il periodo della convivenza. E’ questa la mission perseguita da Recovid, il gioco da tavola che sfida la quarantena. Tabellone e regole sono scaricabili online, quindi restando rigorosamente a casa. Nel farlo, però, si aiuta anche una ludoteca ad affrontare con maggiore serenità la cosiddetta fase 2.

L'importanza del sorriso

“Volevo provare a strappare un sorriso alle persone che stanno vivendo questa delicata situazione quindi non è che non abbiamo rispetto per quanto sta accadendo, semplicemente abbiamo voluto offrire una possibilità per continuare sorridere –  ha permesso Cristiano Spaziani, l’autore di Recovid – Per me questo è molto importante, ne ho fatto una filosofia di vita” ha spiegato Sapziano, che afferma di essere “lo stadio successivo della sindrome di Peter Pan: un adulto con gli occhi di un bambino”.

Come funziona

A Recovid posso partecipare fino a quattro persone. Il gioco, il cui scopo è quello di “non riuscire ad impazzire nella convivenza durante il periodo di quarantena” è adatto anche ai bambini in età scolare. Quindi si presta particolarmente alle giovani famiglie che sono alla ricerca di un modo nuovo, e coinvolgente, di trascorrere il tempo tra le nura domestiche. L’obiettivo del gioco è di acquisire punti di “sanità mentale”, di “forza fisica”, ma anche di “riposo e socialità”. Riuscirvi non è semplice perchè, gli avversari, puntano a far impazzire gli altri giocatori,  ad esempio invadendone gli spazi verso. Oppure provando a scatenare anche degli eventi negativi.

Il sostegno alla Ludoteca

C’è anche un’altra ragione che ha spinto Spaziani ad ideare il gioco da tavola. I fondi che vengono raccolti, da chi decide di scaricarlo facendo una donazione, servono a salvare la ludoteca Sottosopra. E’ nata nel 2018 all’Alberone e nel giro di due anni è riuscita a creare una comunità coesa. Non è infatti frequentata solo da quanti vogliono acquistare un gioco da tavola. Nello spazio di via Gino Capponi s'incontrano persone d'ogni età  che lì si riuniscono per testare nuovi giochi di ruolo, per divertirsi con gli amici, ma anche per fare nuove conoscenze. Ma quell'attività, al pari di molte altre realtà, è stata messa a dura prova dalle limitazioni imposte per contenere il nuovo Coronavirus.

Le donazioni

“Vorrei precisare che non chiediamo soldi per scaricare il gioco. Si può infatti stamparlo gratuitamente. Noi chiediamo una cosa diversa –  ha spiegato Spaziani, il titolare di Sottosopra – proponiamo alle persone di aiutare la nostra realtà a superare indenne questo momento. Con la speranza di aprire prima possibile, per tornare ad essere lo spazio di socialità che è stato in questi due anni”.  Nell’attesa che la ludoteca possa riprendere ad ospitare gli adolescenti, “i ragazzi con la barba”, e le famiglie che numerose la frequentavano, c'è un'altra cosa che si può fare. Andando sulla pagina facebook di Sottosopra si possono chiedere i codici per scaricare il nuovo gioco. Un modo, per dirla con le parole del suo autore, per “evitare d’impazzire durante la quarantena”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, nasce Recovid: il gioco da tavolo sulla quarantena che aiuta una ludoteca in crisi

RomaToday è in caricamento