Sabato, 13 Luglio 2024
Cultura

Concerto del primo maggio, in 300mila sfidano la pioggia. I 10 momenti più belli

Dall'Inno d'Italia cantato da L'Orchestraccia ai tanti ombrelli colorati in una piazza stracolma di giovani. Tutti i momenti che resteranno di questo "Concertone 2023"

Cala il sipario sulla 33esima edizione del Concerto del primo maggio a Roma. Un evento che, come ogni anno, ha trovato il consenso del pubblico in una piazza San Giovanni in Laterano stracolma, nonostante il maltempo. La pioggia battente non ha fermato i tanti giovani che, muniti di ombrello e impermeabile, non hanno rinunciato a vedere i loro cantanti preferiti. Trecentomila i presenti.

Una line up ricca, variegata, che ha portato sul palco del concertone artisti di nuova e vecchia generazione. Grandi nomi della musica italiana, cantanti lanciati dall'ultima edizione di Sanremo, nuove promesse arrivate dal piccolo schermo in piazza. Circa 9 ore di musica che abbiamo raccolto nei 10 momenti più importanti e belli di questo Concerto del primo maggio 2023.

1. Il ricordo di Lorenzo Parelli

Il concertone ha preso il via con il ricordo di Lorenzo Parelli, il 18enne morto nel gennaio 2022 durante l'alternanza scuola-lavoro. A ricordarlo una commossa Ambra, citando l'articolo 4 della Costituzione Italiana: "Lorenzo muore nella prima sillaba della parola futuro, perché ad avere un lavoro non ci arriverà mai, morto durante l'orario scolastico e questo nemmeno la costituzione poteva prevederlo. Paga con la vita, senza ancora essere stato pagato da nessuno. Siamo su questo palco per consegnarvi qualcosa di importante: La carta di Lorenzo, abbiatene cura". 

2. L'orchestraccia canta l'Inno d'Italia

La 33esima edizione del concertone in piazza San Giovanni in Laterano, che quest'anno ha avuto come slogan l'art. 1 della Costituzione italiana "L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro”, non poteva che iniziare con l'Inno d'Italia; a cantarlo è stata l'Orchestraccia che ha arrangiato anche "Bella ciao". La loro esibizione ha dato ufficialmente inizio alla grande festa del primo maggio a Roma.

3. Ligabue torna sul palco del primo maggio

Solo alcuni giorni fa aveva infiammato il palco di Largo Venue per presentare nella Capitale il nuovo singolo "Riderai". Poi, a sorpresa, è arrivato anche sul palco di piazza San Giovanni, dopo ben 17 anni. La sua ultima esibizione al concertone risale, infatti, al 2006. Il superospite è salito sul palco intorno alle 20:30 cantando "Riderai" e ha animato piazza San Giovanni con altri successi, tra cui "Urlando contro il cielo".

4. Emma e la sua carica magnetica

La line up di questo primo maggio è stata lunga e davvero variegata, ma la regina è stata senza dubbio lei: Emma Marrone. La cantante pugliese ha portato a piazza San Giovanni un medley di suoi successi: "La mia città", "Cercavo amore", "Io sono bella"; ha tirato fuori tutta la sua grinta, è scesa in passerella per essere al centro del suo pubblico, anche sotto la pioggia battente e proprio lì ha presentato il nuovo singolo "Mezzo mondo". Poi, a concerto terminato, sui social, la cantante ha commentato: "O così o niente, grazie a tutti".

5. Aurora, il nome internazionale di questo concertone

Aurora è stata l'unica ospite internazionale in piazza San Giovanni in Laterano. Salita sul palco dopo le 21, la cantautrice norvegese ha cantato "Cure for Me", "Exist for Love" e "Giving in to the love". Un'esibizione senza difetti, con la sua voce soave, ma allo stesso tempo in grado di coinvolgere e rapire il pubblico per una parentesi di pura armonia. Aurora ha anche lasciato la sua dedica alla città: "Roma, sei bellissima" ha detto in italiano, riscuotendo l'applauso del pubblico.

6. Momento "Mare Fuori" con Matteo Paolillo

I giovanissimi lo attendevano con trepidazione: direttamente da Mare Fuori, la serie tv Rai ambientata nel carcere minorile di Napoli che ha riscosso un incredibile successo, Matteo Paolillo è atterrato sul palcoscenico del concerto del primo maggio. E' stato introdotto da un discorso di Ambra Angiolini, per poi cantare in piazza San Giovanni il suo nuovo singolo "Liberatemi" e il brano famosissimo "'O mar for". Poi Paolillo ha letto "C'è forse vita sulla terra", dal testo di Dacia Maraini e Pier Paolo Pasolini, sulle note di "A Model of the Universe" di Jóhann Jóhannsson.

7. Tananai tra i più attesi

Tra i cantanti più attesi in questa 33esima edizione del concertone c'era senza dubbio Tananai che non ha deluso le aspettative sul palco. Il cantante ha aperto la sua esibizione con "Abissale", poi "Baby Goddamn", "Sesso occasionale" e a chiudere "Tango". Tra una canzone e l'altra i suoi complimenti a Ligabue - "Quanto c.... spacca" -  e il ringraziamento ai lavoratori dello spettacolo: "Ci permettono di essere qui, divertirci e prenderci la gloria. Le persone più importanti sono quelle dietro le quinte", ha chiuso Tananai.

8. Fenomeno Lazza

Dal palco di Sanremo a quello di piazza San Giovanni. Sono quasi le 22 quando sul palco sale Lazza ed è un boato incredibile tra il pubblico. Il giovane rapper milanese ha iniziato la sua esibizione con "Panico" brano del suo ultimo album "Sirio" per poi proseguire con "Uscito di galera". Poi "Cenere" cantata sotto la pioggia, in mezzo al pubblico. E' lui uno dei più amati di questo concertone 2023.

9. Mr. Rain e l'importanza di chiedere aiuto

Mr Rain non ha paura di apparire ripetitivo sul palco di piazza San Giovanni, anzi è per lui la cornice ideale per ribadire il concetto già espresso all'Ariston: l'importanza di chiedere aiuto. Parla di salute mentale il rapper di Desenzano De Garda, lo fa davanti a migliaia di giovani che lo applaudono. Poi presenta la sua "Fiori di Chernobyl", prosegue con "I grandi non piangono" e con il suo grande successo "Supereroi". Il cantante invita a non avere vergogna di affrontare le guerre silenziose che ognuno vive dentro di sè: "La salute mentale è un nostro diritto, siamo tutti Supereroi".

10. Ombrelli aperti e pioggia battente

Lo spettacolo in questo concertone non è stato solo sul palco, ma tra il pubblico, Un tappeto di ombrelli colorati (come la tv ha ben mostrato), con migliaia di cellulari a riprendere - sotto la pioggia persistente - i momenti salienti di questo concerto del primo maggio. Una piazza San Giovanni gremita di ragazzi che dall'inizio alla fine non hanno desistito, nonostante il maltempo, per acclamare i propri idoli e cantare insieme a loro sotto il messaggio: "L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro”.

Pubblico primo maggio 2023

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concerto del primo maggio, in 300mila sfidano la pioggia. I 10 momenti più belli
RomaToday è in caricamento