Il Colosseo si accende con i colori delle bandiere lituana e italiana e l'hashtag #iorestoacasa

In occasione della vigilia dei 30 anni della Restaurazione dell'Indipendenza della Lituania, l'Ambasciata della Repubblica Lituana con la città di Roma hanno acceso per un'ora il Colosseo con i colori della bandiera lituana e italiana

"In questo momento complesso per l'Italia abbiamo voluto comunque ricordare un giorno così importante per la Lituania e per l’Europa, rafforzandone il suo significato più profondo. Proprio come il popolo lituano si è unito 30 anni fa per raggiungere un obiettivo comune, oggi le stesse persone vogliono sostenere L'Italia inviando un messaggio di coraggio per superare questo delicato momento".

Queste le parole di Ričardas Šlepavičius, Ambasciatore della Lituania in Italia, che segnano un messaggio di solidarietà e coraggio per il popolo italiano.

Martedì 10 marzo alle ore 20.00, in occasione della vigilia dei 30 anni della Restaurazione dell’Indipendenza della Lituania, l’Ambasciata della Repubblica Lituana nella Repubblica Italiana con la città di Roma hanno acceso per un’ora il Colosseo con i colori della bandiera lituana e italiana, accompagnata dall’hashtag #IoRestoaCasa, un gesto di solidarietà che sottolinea l’unione tra gli stati membri dell’Europa. 

In una giornata di fondamentale importanza per il popolo lituano anche la città di Roma si unisce nel ricordo i valori di libertà, dei diritti umani e della democrazia colorando il monumento “simbolo” della Capitale e dell’unità dell’Europa, nel rispetto delle misure disposte dal decreto ministeriale. 

Nonostante la distanza geografica tra Lituania e Italia, entrambi i paesi sono collegati da valori condivisi e sono stretti partner all'interno dell'UE e della NATO e stanno entrambi attivamente collaborando nei settori dell'economia, della sicurezza e della cultura.

Ci siamo resi conto – ha aggiunto Ričardas Šlepavičius, Ambasciatore della Lituania in Italia – che il popolo lituano l’11 marzo del 1990 aveva plasmato la storia. Abbiamo difeso l’idea di libertà, dignità e dei valori democratici fondamentali per l’Europa. Le opportunità offerte dalla vita in libertà e l’apertura verso la nostra storia ci hanno insegnato l'empatia verso le persone e hanno reso la memoria una parte fondamentale della nostra cultura. La Lituania oggi fa parte dell'Europa e del mondo. Siamo membri dell’Unione Europea e della NATO. Uno dei nostri successi più importanti è aver dato la possibilità alla generazione di cittadini lituani nati e maturati nell'indipendenza di rappresentare la generazione della libertà, che al contempo coglie e crea nuove opportunità difendendo i principi fondamentali di democrazia, diritti umani e libertà. Questa preziosa ricorrenza dà la possibilità di commemorare il passato e costruire insieme il nostro futuro. Proprio questo spirito ci porta oggi a riflettere sulla necessità di responsabilità, restare a casa, fermarci per non mettere a rischio la nostra salute e quella dei nostri cari”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

  • Coronavirus, a Roma sette nuovi casi: undici in totale nel Lazio

  • Tragedia a Roma: trovato nella sua auto il corpo senza vita di Rocco Panetta

Torna su
RomaToday è in caricamento