Civita di Bagnoregio, visita alla "città che muore"

Cosa vedere a Civita di Bagnoregio. Dove mangiare, dove dormire e come raggiungere da Roma. La guida completa

Civita di Bagnoregio, tra i borghi più belli d'Italia, è anche nota come "la città che muore". Un luogo sospeso nel tempo, di un'incredibile bellezza, un borgo antico unito alla terra ferma da un viadotto di 300 metri percorribile soltanto a piedi.

Civita di Bagnoregio sorge su un piccolo sperone di tufo, a rischio continuo, perché vittima di continua corrosione. Una visita in questo paesino è davvero surreale e vale il viaggio. Oggi RomaToday vi porta a scoprire tutti i segreti su questo borgo antico, cosa visitare, cosa mangiare, dove dormire e come raggiungerlo dalla Capitale. 

Sant'Angelo di Roccalvecce, il paese delle fiabe a un'ora e mezza da Roma

Civita di Bagnoregio, le origini

Il borgo di Civita di Bagnoregio (provincia di Viterbo) si trova nella valle dei Calanchi, tra il lago di Bolsena (ad ovest) e il Tevere (ad est), venne fondato 2500 anni fa dagli Etruschi. Nel tempo, la morfologia di questa zona è stata vittima di frane ed erosioni, provocate soprattutto dai torrenti e dagli agenti atmosferici, ma anche dal disboscamento. Ancora oggi, visitando il paesino è possibile ritrovare testimonianze etrusche, poi romane, fino ai portali medievali e ai fregi rinascimentali. 

Un tempo al borgo di Civita si accedeva attraverso 5 porte, oggi, invece, l'ingresso è possibile dalla porta principale, detta di Santa Maria o della Cava e dalla valle dei calanchi, passando attraverso una galleria nella roccia.

Cosa vedere a Civita di Bagnoregio

L'accesso a Civita di Bagnoregio, come anticipato, è possibile solo attraverso un ponte di 300 metri, ripidissimo, che porta direttamente alla porta d'ingresso al paese. La porta di Santa Maria (o della Cava) è ornata con due leoni in pietra che artigliano due teste umane, simbolo della vittoria del popolo di Civita sui Monaldeschi, signori di Orvieto.

Già questa passeggiata sospesa nel vuoto vale la visita. Il resto lo fa il borgo in sé, con la sua architettura etrusca e medievale, con i suoi vicoli e le sue casette. Sembra di immergersi in una fiaba, in un presepe vivente. 

A Civita di Bagnoregio, inoltre, sono da visitare la Chiesa di San Donato, risalente al VII secolo, con all'interno un crocifisso ligneo quattrocentesco di scuola fiamminga, che, ogni anno, viene trasportato per i vicoli del paese, in occasione del Venerdì Santo. Nella zona est del belvedere si trova, invece, la grotta di San Bonaventura di Bagnoregio, nella quale si racconta che il piccolo Giovanni Fidanza (San Bonaventura) venne guarito da una grave malattia da San Francesco d'Assisi. Si tratta di una tomba a camera etrusca.

Ogni scorcio del borgo, inoltre, può regalare una vista panoramica surreale, da togliere il fiato.

Cosa mangiare a Civita di Bagnoregio

Civita di Bagnoregio è il borgo ideale per gli amanti di prosciutti, salsiccia, pancetta. Il piatto tipico del luogo sono le fettuccine condite con sugo di interiora di pollo e i piciarelli (tipo di pasta tipico dell'alto Lazio). Da non perdere i dolci a base di nocciole e farina di castagne.

Nell'antico borgo sospeso del Lazio è possibile gustare i piatti della tradizione presso i ristoranti Alma Civita, L'Arco del Gusto, Il Pozzo dei desideri, La cantina di Arianna, Osteria al Forno di Agnese. Spostandosi di qualche kilometro è possibile trovare altri ristoranti nelle vicine Bagnoregio e Lubriano. 

Dove dormire a Civita di Bagnoregio

Volendo è possibile dormire all'interno del borgo, presso il Civita B&B, che sorge nella piazza principale di Civita di Bagnoregio. Nei dintorni (Bagnoregio, Lubriano) si trovano altre soluzioni per pernottare in hotel, b&b o agriturismo. 

Come arrivare a Civita di Bagnoregio da Roma

Da Roma prendere l'A1, uscire al casello di Orte, direzione Viterbo, prendere l'uscita Bagnaia-Montefiascone e continuare su strada provinciale Teverina per arrivare direttamente a Bagnoregio. Come già detto, non è possibile raggiungere in auto Civita di Bagnoregio, per questo bisogna lasciare l'auto in piazzale del Belvedere o all'ingresso di Bagnoregio (piazza Battaglini). Entrambi i parcheggi sono a pagamento. Il parcheggio del Belvedere dista circa 500 metri da Civita, mentre parcheggiando a piazzale Battaglini ci sono circa 25 minuti da percorrere a piedi. 

Le altre guide di RomaToday

Visitare Campodimele: la guida

Visitare Calcata: la guida

Visitare Sant'Angelo di Roccalvecce: la guida

Visitare Subiaco: la guida

Visitare Canterano: la guida

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Saldi, a Roma e nel Lazio si parte un mese prima: lo shopping natalizio sarà all'insegna degli sconti

Torna su
RomaToday è in caricamento