Cultura

Cittareale, suggestiva rocca circondata dalle vette più belle dei monti reatini

Cosa vedere a Cittareale. Dove mangiare, dove dormire e come raggiungere da Roma. La guida completa

Foto da @Visit Lazio

Un borgo arroccato in provincia di Rieti, ricco di storia e con la sua Rocca a predominare. Siamo a Cittareale, un paesino con circa 490 abitanti, le cui origini sono molto antiche.

Qui nel 9 secolo d.C. si trovava l'insediamento in cui nacque l'imperatore Vespasiano appartenente alla gens Flavia. Il borgo di Cittareale come lo si vede oggi - seppur con qualche modifica - va fatto risalire al 1300 quando Roberto D'Angiò fece costruire la fortezza

Cosa vedere a Cittareale

Da non perdere assolutamente la Rocca Aragonese di Cittareale, che ancora oggi rende riconoscibile il piccolo borgo nel reatino in tutto il Lazio e anche altrove. Più semplicemente nota come "la Rocca", questa suggestiva fortezza si trova nella parte più alta del borgo e attrae tutti i visitatori, grandi e piccini. Da non perdere anche il Museo Archeologico (che conserva mosaici, utensili, gioielli emersi da recenti scavi), l'area archeologica di Vicus Phalacrinae, il Santuario di Capodacqua costruito in seguito al ritrovamento di una statua della Madonna con Bambino nella sorgente del Velino (altra attrazione del luogo). Vale la pena un giro nei vicoli del borgo antico e un'escursione nei monti circostanti, fino al Parco Nazionale del Gran Sasso. 

Cosa mangiare a Cittareale

Tra i piatti tipici del luogo ci sono la braciola di castrato di pecora, gli spaghetti all'amatriciana, la pasta alla gricia, i ravioli all'ortica. Da provare anche il formaggio di pecora e di capra rinomati in zona insieme alla ricotta e al tartufo. D'inverno va assaggiata la polenta. A gennaio si festaggia invece la panonta, il pane unto nell'olio della frittura di pancetta e assogna (grasso di maiale). Ottimo da acquistare e portare a casa il miele di castagno e la castagna rossa del Cicolano PAT. 

Tra i ristoranti e le trattorie da provare a Cittareale, ci sono Osteria da Bartasca, Osteria Alta Quota e Chalet Miravalle.

Dove dormire a Cittareale

Per soggiornare a Cittareale segnaliamo l'agriturismo Lu Ceppe. Cittareale si trova, inoltre a due passi dal Parco Nazionale del Gran Sasso, dunque è possibile trovare soluzioni suggestive e convenienti anche nelle località limitrofe, sui monti reatini. 

Come arrivare a Cittareale da Roma

Cittareale dista 126 km da Roma per un tempo di percorrenza di circa 2 ore. Prendere A1dir/E35, Via Salaria/SS4 e Strada Statale 4 fino a Posta. Proseguire su uscita verso Bacugno/S. Croce da Strada Statale 4/SS4. Prendere Via Salaria, Via Coletta e Via Cagnerone in direzione di Via Savi a Cittareale.

Le altre guide di RomaToday

Visitare Isola del Liri: la guida

Visitare Campodimele: la guida

Visitare Calcata: la guida

Visitare Sant'Angelo di Roccalvecce: la guida

Visitare Canterano: la guida

Visitare Subiaco: la guida

Visitare Torre Alfina - Acquapendente: la guida

Visitare Itri: la guida

Visitare Sermoneta: la guida

Visitare Caprarola: la guida

Visitare Tolfa: la guida

Visitare Colle di Tora: la guida

Visitare Posta Fibreno: la guida

Visitare Collepardo: la guida

Visitare Pico: la guida

Visitare Marta: la guida

Visitare Bolsena: la guida

Visitare Vico nel Lazio:la guida

Visitare Nerola: la guida

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cittareale, suggestiva rocca circondata dalle vette più belle dei monti reatini

RomaToday è in caricamento