rotate-mobile
Cultura

"Cicerone", il gioco da tavolo che nasce dall’amore per Roma

Carte "domanda" e carte "imprevisti" ripercorrono Roma, tutta quanta, quella passata e quella presente

Con mille carte domanda e 30 carte di imprevisti "A chi tocca nun se ‘ngrugna" arriva Cicerone, il gioco da tavolo che nasce dall’amore per Roma. 

Il tabellone può ospitare un massimo di 6 giocatori o squadre che si sfideranno partendo dal centro della città e - domanda dopo domanda - percorreranno una delle Consolari e faranno il giro del Grande Raccordo Anulare fino a tornare a casa. 

Per produrlo e quindi riceverlo a casa è possibile partecipare alla campagna di crowdfunding sulla piattaforma Produzioni dal basso. L’obiettivo da raggiungere è 8000 euro per stampare e spedire almeno le prime 100 copie del gioco. 

“Dentro a questo gioco – spiega l’ideatrice Paola Doricchi – c’è tutta Roma. Quella passata e quella presente. Le piazze, le fontane, le tradizioni, le canzoni e gli stornelli, i vicoletti e i parchi, i personaggi che l’hanno popolata, il centro e le borgate, il dialetto, il cinema e i poeti, i profumi, i sapori, l’arte, la storia, i malandrini e gli eroi – ed aggiunge – Il mio è un omaggio a Roma perché questa città ti abbraccia forte, ti tiene stretta e non ti fa mai sentire sola. Perché se sei triste, Roma trova il modo di farti ridere. Se sei arrabbiata, Roma ti da un buffetto e quando ti senti persa, basta un giro sullo scooter, un bel respiro e uno sguardo al panorama dal Gianicolo e ritrovi subito la strada”.  

“Cicerone è un gioco adatto a tutti, romani e non romani, giovani e meno giovani – continua l’autrice - vi divertirete ad approfondire le vostre conoscenze, a soddisfare tante curiosità e avrete l’occasione di scoprire innumerevoli fatti, luoghi e avvenimenti che fanno di questa città la capitale del mondo”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Cicerone", il gioco da tavolo che nasce dall’amore per Roma

RomaToday è in caricamento